Roma: la potenza di un mito

Il 21 Aprile Roma ha compiuto 2771 anni. Nonostante l’età, Roma mantiene un fascino eterno ed unico. Una città che ha ispirato per secoli intere generazioni, schiere di intellettuali, regnanti di ogni dove e rivoluzionari di ogni sorta. Oggi, noi italiani dovremmo riscoprire Roma e la romanità non solo come momento storico, ma anche come mito mobilitante in grado di mostrarci le vie del futuro.

La tradizione vuole che Roma sia stata fondata il 21 Aprile del 753 a.C. Quel giorno, Romolo compie due atti sacrali: traccia un solco secondo quanto scritto nei “libri rituales” dell’Etrusca disciplina e delimita poi lo spazio sacro del pomerium, richiamandosi al sapere augurale italico. Quel confine così tracciato sarà colmo di implicazioni politiche, poiché costituisce una separazione tra lo spazio del vivere associato quotidiano e civile e quello dove si assume il comando militare e si disciplinano i rapporti con chi è ostile e non romano. Ma non solo: prima di procedere alla fondazione della città, Romolo e Remo ebbero una contesa su chi avrebbe dovuto provvedere alla fondazione. Romolo venne designato dagli dèi attraverso il volo di alcuni uccelli. Per questo motivo, ogni successore di Romolo ne seguirà le orme, ristabilendo il patto con gli dèi. È la “pax deum“. Questo rapporto così sentito con le divinità, faceva sì che ogni decisione pubblica fosse divinamente orientata.

A Roma governare gli uomini significava governare insieme agli dèi, decidere assieme ad essi il lecito e il giusto. Da quanto detto, si evince come “essere romani”- cioè appartenere al popolo romano – fosse estremamente rilevante: a Roma vigeva un rigido ius sanguinis a carattere patrilineare. Per quanto concerne l’elargizione della cittadinanza, avveniva solo in determinate condizioni e al termine di lunghi processi di romanizzazione. Roma era una civiltà multietnica, ma non multiculturale. La fedeltà ai costumi e agli antenati, l’idea di un’alleanza con il mondo celeste in senso non contrattuale ma fideistico e l’importanza data al limes (il confine) sono i tratti fondamentali della psicologia romana.

Sono passati più di 2700 anni e Roma è cambiata, cresciuta, si è espansa in mille modi diversi, ma resta una bellissimo esempio di grandezza storica. Oggi dobbiamo fare tesoro di quella storia per guardare avanti. Buon compleanno alla nostra antichissima capitale.

Davide Cavaliere

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...