Il mondo sulla strada di Jack Kerouac

Sono gli anni ’50 e negli Stati Uniti si respira una nuova aria, la musica rock, il baby boom, l’euforia. Ha origine in questi anni l’incredibile movimento della Beat Generation colmo di personaggi stravaganti, pazzi e imprevedibili. Jack Kerouac parte per un viaggio senza una destinazione, alla ricerca dell’essenza della vita stessa. Riempie interi taccuini di storie e in mezzo a questa energia pulsante nasce On the road, il suo capolavoro, un urlo di libertà e di autodeterminazione. Marina Lombardi nel suo nuovo articolo ci racconta “la strada” di Kerouac e della mitica Beat Generation, percorsa sempre e soltanto in avanti.

#kerouac #ontheroad #lastrada #beatgeneration #viaggio #controcultura #USA #marinalombardi #thepasswordunito #thepassword #unito

Come si diventa giornalisti in Italia?

Come diventare giornalisti in Italia? Ce lo spiega in questo articolo Marina Lombardo. Innanzitutto è importante sapere che c’è differenza tra un professionista, che fa unicamente il giornalista di professione, e un pubblicista, che pubblica articoli ma svolge anche un altro lavoro. Per diventare un professionista non è necessaria la laurea (ma con una triennale si può accedere ai master biennali di giornalismo); è necessario invece aver svolto 18 mesi di praticantato o, in alternativa, avere frequentato una scuola biennale di giornalismo, e poi superare l’esame di idoneità, per richiedere poi l’iscrizione al registro dei praticanti.
Requisiti fondamentali sono: ottima conoscenza della lingua italiana, scritta e parlata; cultura generale; lingua inglese e curiosità dei confronti del mondo che ci circonda. È poi fondamentale ricordare che non basta scrivere ciò che si vede: un giornalista deve fare anche da mediatore intellettuale.

#giornalisti #professionegiornalista #comediventaregiornalista #pubblicista #thepassword #thepasswordunito

Alimentazione sana e comunicazione online: disturbi e problemi

L’alimentazione sana e la comunicazione online non sempre vanno di pari passo. Foto e influencer spesso possono provocare gravi disturbi, a causa dell’immagine stereotipata dei loro corpi: fisico magro, denti bianchi, volti sorridenti, pelle liscia e perfetta diventano sinonimi di salute e di “felicità”. Ma è davvero così? Una comunicazione corretta può comportare conseguenze positive, ma, al tempo stesso, slogan incentrati sulla magrezza a tutti i costi possono comportarne di disastrose. Nel suo nuovo articolo, Marina Lombardi indaga il rapporto tra alimentazione, social e benessere psicofisico e le sue implicazioni, diverse per ogni soggetto.

#alimentazionesana #comunicazione #social

La religione sta dietro alle nostre abitudini: quanto ne siamo davvero distanti?

Tra chi professa una religione, chi è ateo e chi non si definisce c’è un filo comune che influenza i nostri comportamenti, si tratta di cultura?
Marina Lombardi, in questo articolo, ci spiega che, di fatto, sì. Anche senza che ce ne rendiamo conto, tanti aspetti della religione sono ormai radicati nei comportamenti di tutti, anche in coloro che non sono credenti. Per questo motivo, ci si tiene a fare una pausa alla domenica e si prendono le ferie in prossimità del Natale o della Pasqua; per questo ci si fanno gli auguri anche se non si crede e per questo possediamo determinate abitudini.

#Natale #cultura #religione #abitudini #tradizioni #thepassword #thepasswordunito