Alitalia, troppo pesante per volare

Il settore del trasporto aereo, inteso come trasporto pubblico di civili, nasce all’indomani della Seconda Guerra Mondiale ed è destinato ad evolversi rapidamente.
Ogni Stato dà vita alla propria compagnia di bandiera, Alitalia nel caso Italiano.
La compagnia, da eccellenza nel settore diventa ben presto una zavorra, ma le implicazioni politiche e le pressioni sindacali sono troppe per lasciare l’azienda al proprio destino.
Così, facendo un rapido conto, ogni cittadino italiano ha mantenuto il carrozzone spendendo più di 150 euro tra il 2008 e il 2019, risorse che avremmo potuto impiegare per usi più efficienti, produttivi e mirati alla crescita (istruzione e ricerca per fare un nome).
Ma non finisce qui, con il decreto Cura Italia, la società è stata nazionalizzata, con la scusa del covid e la giustificazione del “settore strategico”. Come fa ad essere strategica un’impresa di fatto fallita e che gli italiani stessi non utilizzano preferendo compagnie low cost straniere? Lo scopriamo nel nuovo articolo di Simona Ferrero.