Di mele marce e caffé: bislacchi racconti di scrittori

 «Tutti gli scrittori sono dei poveri idioti. È per questo che scrivono.» C. Bukowski, Musica per organi caldi, 1983.   Che gli scrittori siano eccentrici, tutti siamo più che informati. Bizzarri i loro scritti, tessuti di trame improbabili quanto realiste, di situazioni al limite del possibile oppure sul fondo del lastrico. I loro romanzi sono un…