Carol.oide: l’umanità come non l’hai mai guardata

Spesso la mente ama viaggiare verso luoghi sconosciuti, si perde davanti alle cartine geografiche appese sulle pareti di scuola sognando mete irraggiungibili. Dovete sapere che ci sono persone che, da questa voglia di partire e andare, ne hanno tratto una professione: badate bene, non per riempire il profilo Instagram di foto, ma per conoscere a fondo una cultura diversa. La nostra redattrice Federica Seni ne parla con l’antropologa Carolina Boldoni.

#università #ricerca #antropologia #prospettive #carolinaboldoni #caroloide #thepawwsordunito

Antropologia medica in pillole

L’antropologia medica è una scienza che indaga i processi alla base di ogni società o nucleo sociale.

Gaia Bertolino, nel suo nuovo articolo, ci racconta cos’è l’antropologia medica andando ad analizzare i concetti di illness, disease e sickness per poi passare alla biomedicina e alle medicine altre.

Sessant’anni senza Maya Deren

Maya Deren è stata uno dei personaggi di spicco della cultura novecentesca, sia per il suo grande talento da cineasta, che per la sua capacità di raccontare culture lontane da quella occidentale. Il 13 ottobre ricorre il sessantesimo anniversario della sua morte prematuram @GiuliaCalvi nel suo nuovo articolo ci racconta la sua storia.

La concezione corporea: quello che la cultura impone al corpo

La concezione che abbiamo del nostro corpo e di quello altrui è plasmata dalla nostra cultura di appartenenza. Attraverso queste nozioni di base di antropologia del corpo si può comprendere quanto la concezione del corpo e delle sue funzioni sia relativa e allontanando le regole prestabilite di giusto o sbagliato.

#thepassword #thepasswordunito #antropologia #antropologiadelcorpo #antropologiamedica #cultura #differenzeculturali #corpo

The Andaman Islanders

Tra il 1906 e il 1908, Alfred Reginald Radcliffe-Brown, uno dei più noti antropologi dello scorso secolo, compì un viaggio nelle isole Andamane, dove studiò le strutture sociali ed economiche delle popolazioni locali, riassunte in seguito in The Andaman Islanders.
Nel suo nuovo articolo, Simona Ferrero ci porta a scoprire uno dei capitoli più interessanti del libro. Questo è incentrato sulla divisione del lavoro che avveniva sulla base di età e sesso, e del commercio, che avveniva prevalentemente all’interno dello stesso villaggio, costituito da 6-10 famiglie non legate fra loro da vincoli di parentela.

#radcliffebrown #theandamanislanders #isoleandamane #antropologia

Hate speech: la guerra delle parole

Ora più che mai la parola costituisce una potentissima arma alternativa e silenziosa, ogni giorno si ferisce e si viene feriti, e certe volte, purtroppo, da semplici “battaglie retoriche” si sfocia in veri e propri conflitti armati.  Di fatto viviamo in un’epoca in cui siamo sommersi da mezzi di comunicazione di ogni tipo e un…

Ida Magli, un antidoto contro il conformismo

Minuta, bionda, sempre accuratamente pettinata, gli occhi celesti e gli abiti sobri: questo era l’aspetto di Ida Magli, antropologa culturale di fama internazionale. La sua immagine esteriore cozzava con la durezza dei suoi giudizi, l’asprezza delle sue parole e la spietatezza delle sue analisi. Si era ritagliata una posizione importante nel panorama dell’antropologia mondiale con…

Come ottenere i 24 CFU per l’insegnamento: guida pratica per UniTo

Dal 2017, come molti di voi sapranno già, per poter ambire a diventare insegnanti della scuola secondaria pubblica bisognerà partecipare al concorso FIT, che si terrà nel 2018 e avrà cadenza biennale, e per parteciparvi bisognerà aver conseguito 24 CFU in ambito pedagogico, psicologico, antropologico e didattico. Il che in sé non è un male,…