Arte contemporanea nel contesto urbano a Torino

Con il ritorno in giallo è di nuovo possibile visitare mostre, musei e gallerie, che purtroppo sono stati fra i luoghi meno discussi nei dibattiti sulle riaperture. Cosa può offrire la città di Torino, nel vasto panorama culturale che la contraddistingue? Ci sono tre luoghi molto particolari, lontani dal centro città ma che incarnano il perfetto connubio fra ambiente urbano e arte contemporanea. Sono la Fondazione Merz, le OGR e la Fondazione Sandretto, che in comune hanno il riutilizzo dell’archeologia industriale al servizio della cultura.
#artecontemporanea #torino #archeologiaindustriale

Pamart: la fluid painting di Pamela Naranzoni

Pamart: la fluid painting di Pamela Naranzoni
Nel periodo del lockdown alcune persone hanno deciso di reinventarsi, scoprendo nuove passioni e passioni.

La nostra redattrice @federicamoon ha intervistato Pamela Naranzoni, in arte Pamart, che ha fatto della Fluid Painting una professione, portandola ad aprire anche un negozio.

Si tratta di una tecnica che può essere utilizzata in modi diversi, utilizzando il phon come pennello per la Dutch pour oppure il bicchiere e il movimento della tela per la flip cup.

Conoscevate questa tecnica particolare?

#arte #pamart #pamartacrilici #dutchpour #fluidcup #fluidpainting #intervista #artista #artecontemporanea #fluidart #artnow

La mostra d’arte che si annusa: Fleeting-Scents in Colour

Non appena i musei riapriranno, la galleria d’arte Mauritshuis, in Olanda, proporrà una mostra d’arte sensoriale, mettendo insieme quadri e odori e ricreando la suggestione del ecolo d’oro olandese. Nel suo articolo, Marina Lombardi ci parla di una mostra innovativa e particolare che coinvolgerà vista, olfatto e immaginazione con odori più o meno piacevoli, e dove sarà possibile immergersi completamente nell’atmosfera del tempo. Solo per questi mesi alla galleria d’arte dell’Aia sarà possibile fare un tuffo nel passato e conoscere un tempo che non abbiamo mai vissuto.
#arte #scentsincolour #thepassword #mostradarte #mauritshuis

Valorizzare l’arte etnografica, anche online

MuseoArtPremier è un’associazione che si dedica alla promozione dell’arte etnografica e per seguire il suo scopo ha creato un sito in cui sono riportati i musei sul territorio francese che vantano collezioni di opere di questo tipo. @anna_franzu ci presenta il progetto attivo da circa quindici anni, dando una prima e breve definizione di artefatti e opere etnografiche, provenienti da Africa, America, Asia e Oceania, definite in passato con il termine “arte primitiva”. Una spiegazione più approfondita si trova sul sito del database, assieme alle immagini di alcune opere.
#annafranzutti #unito #thepassword #thepasswordunito #arte #etnografica #Africa #Asia #Oceania #America #artefatti #musei #Francia #museifrancesi #collezioni

La mano misteriosa di Corso Matteotti

È lì da oltre un secolo, ma sono in molti a non aver ancora fatto caso alla mano di pietra che spunta da un oblò sopra a un portone sito in Corso Matteotti (TO).
Sono molte le ipotesi ancora senza risposta, ma tutte gravitano intorno alla figura di Ebe, una donna bellissima che pare abbia vissuto lì. Nota per i suoi numerosi amanti e per le somme di denaro sperperate in suo nome, venne il giorno in cui uno dei suoi amanti, il finanziare russo Bilinsky, dopo un rifiuto della donna provò a ferirla proprio davanti a quel portone.
Ma la mano sarà proprio quella di Ebe? Se sì, chi l’ha messa lì?

La Collezione del Pastello Secco di Lequio Berria

In questo articolo @Federica Seni ci descrive la Collezione del Pastello Secco di Lequio Berria, un’attrazione da segnare sul proprio diario di viaggio. Immersa nel verde delle Langhe, la mostra è unica nel suo genere in Italia, anche grazie alla straordinaria collaborazione tra artisti italiani e russi, iniziata negli anni ’90.
Questa collezione infatti è la testimonianza di un gemellaggio artistico di grande nota, quello tra tra Lequio Berria, un piccolo paese del Piemonte, e Jaroslavl’, una città russa di 600.000 abitanti sul Volga.
Un legame nato dall’attrazione verso la tecnica del pastello secco (o soffice), e durevole come le sue tonalità.

Daily Art app: la bellezza salverà il mondo, o almeno salverà noi.

Spesso e volentieri la vita ci pone davanti a grandi difficoltà, a volte lo fa per l’umanità intera, come in questo momento storico.
Che fare ?
Oltre ad aspettare che tutto finisca, perché non ritagliarci un attimo al giorno per dedicarci a qualcosa di bello, che ci distragga e sia anche istruttivo?

Daily Art è un’applicazione che propone ogni giorno un’opera d’arte diversa con un piccolo approfondimento.

Dammi mille baci, poi cento, poi mille altri. I baci nell’arte

Oggi è la giornata mondiale del bacio, istituita nel 1990 in Gran Bretagna, poi diffusasi in gran parte del mondo, fino a divenire – attraverso l’hashtag #worldkissday – una tendenza da seguire. Il bacio: un gesto d’amore, di affetto e intimità così semplice, ma capace di apportare diversi effetti positivi al nostro corpo. Sembra, infatti,…

I musei di Torino riaprono le loro porte

Il decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 17 maggio 2020 ha disposto la riapertura graduale di musei e biblioteche. A partire dal  18 Maggio anche il Piemonte riapre  le porte dei suoi numerosi musei : così dopo due mesi passati a sbirciare tra le opere d’arte di tutto il mondo comodamente dal divano…