I “fottutissimi” Peaky Blinders

Inghilterra, primo Dopoguerra. Siamo a Birmingham, nel quartiere di Small Heat. Qui comincia la storia dei Peaky Blinders, una gang di criminali, guidata dalla famiglia Shelby, il cui nome deriva dalla peculiare forma dei berretti che costituiscono il tipico outfit di ciascun adepto.
Sono tanti i motivi che dovrebbero spingerci alla visione di questo celeberrimo prodotto Netflix: primo fra tutti il grande realismo dell’ambientazione, capace di farci respirare, letteralmente, l’aria dell’epoca in cui ha luogo la vicenda. Colpisce, inoltre, l’elemento familiare, così ben delineato da farci sentire parte integrante della famiglia Shelby. Non da ultimo i personaggi femminili paiono avere, talora, un ruolo inaspettatamente superiore a quello maschile, anch’esso di per sé dominante. Possiamo aggiungere, infine, la classe e la bravura di Cillian Murphy, che interpreta Tommy Shelby, il boss della gang e che rappresenta, senza dubbio, il vero valore aggiunto della serie.

Destino, il corto d’autore che forse ancora non conoscete

Un corto Disney che forse ancora non conoscete, ma che merita di essere visto, è Destino.
Un corto non recente, dal momento che è stato realizzato nel 1945, in seguito all’incontro tra Walt Disney e Dalì; non vide immediatamente la luce, ma venne ripreso nel 2003 da Roy Disney e venne premiato al Festival internazionale del film d’animazione.
Ma di cosa tratta? Si tratta della storia dell’incontro-scontro dai risvolti surreali e onirici tra una ballerina e un giocatore di baseball: una storia d’amore semplice ma d’impatto.
Destino è disponibile nel catalogo di Disney Plus.

Up: tra colorati palloncini e tragica realtà

Oggi The Password vuole proporvi un piccolo tuffo nel recente passato dei film d’animazione: stiamo parlando di Up, il capolavoro Pixar lanciato nel 2009 in co-produzione con Walt Disney Pictures e vincitore di ben due Premi Oscar. È una pellicola che certo non ha bisogno di presentazioni, giacché sa preservare, anche a distanza di anni,…

Robert Pattinson: oltre al vampiro c’è (molto) di più

Negli ultimi tempi si sente molto parlare di lui e, certo, possiamo dire che si tratti di un nome che pochi ancora non conoscono. Insomma: sicuramente la fama lo precede, eppure le voci che lo riguardano sono spesso, sorprendentemente, discordanti. Stiamo parlando di Robert Pattinson, attore che – in un’epoca in cui il settore cinematografico,…

Tenet e cinema aperti: “tornare indietro” è possibile.

Una delle cose che più sono mancate in questi lunghi mesi di lockdown (prima) e nella “fase di convivenza con il virus” (dopo) è stato il cinema. Ora che finalmente le sale hanno riaperto esembra si possa passare un paio di ore in una sala chiusa con altri estranei a distanza di sicurezza senza pericoli,…

Non solo, ma anche! – Cosa fare a Torino dal 6 al 13 settembre

“L’estate sta finendo e un anno se ne va…”.Sarebbe bello se con la fine dell’estate finisse anche il 2020. Ma, ahimè, non è così, e anzi i numeri in rialzo di positivi al Coronavirus non fanno ben sperare; l’autunno alle porte porterà con tutta probabilità una nuova ondata di Covid, anche se per fortuna non…

Che fine ha fatto il cinema?

Che il Covid-19 abbia cambiato non poco le nostre vite ormai non c’è più alcun dubbio. Ci siamo talmente abituati allo stravolgimento delle nostre abitudini (perdonate il gioco di parole, ndr), che ormai è diventato normale vedere chiusa qualsiasi cosa, a cominciare dalle scuole. Eppure, in questi mesi, molte attività sono tornate a funzionare, in…

Contagion – il film premonizione di Steven Soderbergh

“Non parlare con nessuno. Non toccare nessuno.” Un virus, una pandemia globale, il distanziamento sociale e molte molte mascherine. No, non si tratta di un nuovo articolo riguardo al Covid-19. Vogliamo invece proporvi Contagion, un film del regista di origini svedesi Steven Soderbergh. Il film è stato presentato fuori concorso alla Mostra del Cinema di…

Bring yourself back online

Ma vi ricordate gli anni d’oro di Game of Thrones? Prima che l’ottava e conclusiva stagione rovinasse irrimediabilmente un prodotto meraviglioso e rivoluzionario che ha spinto il limite delle produzioni televisive vicino alla ricercatezza del cinema? Ve li ricordate quegli anni? Ecco, in quel tempo l’emittente americana HBO, mamma di Game of Thrones, non sapeva…

Corpi trasformati nel cinema

Sempre più spesso sul grande schermo ci capita di vedere strabilianti trasformazioni fisiche dei più noti volti del mondo del cinema. E numerosi sono coloro il cui lavoro d’attore viene apprezzato ancora di più quando in gioco è presente un cambiamento di peso. Momento fondamentale per la storia di questo fenomeno è sicuramente l’interpretazione di…