“Why so white?”: la nuova vignetta di @elle_fa_cose

Why so white? Perché così bianco? ⚪

Dal 30 agosto la Sicilia tornerà a tingersi di giallo, con le terapie intensive già sature dopo poco più di due mesi di zona bianca.
Allora cos’è andato storto?
La campagna vaccinale, che non ha portato i risultati sperati. I vaccinati sono, infatti, solo il 60% della popolazione. 💉

Con l’arrivo del vaccino pensavamo di poterci rilassare, eppure la nostra @elle_fa_cose ha dovuto ritrarre ancora una volta una nostra vecchia conoscenza.

Sarà solo un breve spin-off o l’inizio di una terza stagione? 🙈

#Sicilia #zonabianca #zonagialla #Covid19 #pandemia #vaccini #coronavirus #ThePassword #ThePasswordUnito

Il mestiere dell’odiatore

Coloro che sono familiari con i romanzi di Murakami Haruki, riconosceranno l’assonanza del titolo con il romanzo “Il mestiere dello scrittore”.

E in effetti – oggi più che mai – il mestiere dell’#odiatore e l’arte della scrittura sono strettamente collegati.

In questo articolo di @lightbluealice si osserva il fenomeno degli #haters, soprattutto quelli contemporanei, il cui #odio si riversa sui social network alla pari di veri e propri raid.

L’odio sui social è un fenomeno di gruppo: si forma nei gruppi segreti su Telegram o su Facebook, per poi convergere negli sh*tstorms.
E oggi, l’odiatore non prende più di mira solamente personaggi famosi, oppure le minoranze, bensì il “nemico pubblico” del mondo intero – che però per l’hater non esiste – la pandemia.

#iosonoqui #bollainformativa #coronavirus #debunker #thebunking #discorsid’odio #divulgazione #facebook #fakenews #hater #hatersgonnahate #informazione #negazionisti #notiziefalse #odiare #pandemia #shitstorm #telegram #vitimedìodio #thepassword #thepasswordunito #unito

Ripercussioni del Covid sulle donne: Una stanza tutta per sé

Nel suo nuovo articolo, Ginevra Gatti riflette su come leggere Una stanza tutta per sé, in questo periodo, possa portare a una riflessione sull’impatto della pandemia sull’emancipazione femminile.

Questa emergenza globale ha portato molti adolescenti a partecipare alle attività didattiche da remoto; tuttavia, i dati sembrano mostrare che ciò abbia ripercussioni soprattutto sulle ragazze, che, quest’anno, hanno abbandonato la scuola in numero massiccio rispetto agli anni precedenti.

Per quanto riguarda invece le donne adulte, si stima che le dimissioni femminili siano aumentate del 4,5% solo tra lo scorso dicembre e gennaio di quest’anno. Ciò sarebbe anche dovuto al fatto che sono proprio le donne, nel momento in cui le scuole sono chiuse, ad avere la tendenza a sacrificare il proprio lavoro per dedicarsi ai figli.
Una stanza tutta per sé ci ricorda quali sono gli spazi di cui abbiamo bisogno e che, in smart working e in DAD, vengono meno.

Che fine ha fatto il cinema?

Che il Covid-19 abbia cambiato non poco le nostre vite ormai non c’è più alcun dubbio. Ci siamo talmente abituati allo stravolgimento delle nostre abitudini (perdonate il gioco di parole, ndr), che ormai è diventato normale vedere chiusa qualsiasi cosa, a cominciare dalle scuole. Eppure, in questi mesi, molte attività sono tornate a funzionare, in…

Contagion – il film premonizione di Steven Soderbergh

“Non parlare con nessuno. Non toccare nessuno.” Un virus, una pandemia globale, il distanziamento sociale e molte molte mascherine. No, non si tratta di un nuovo articolo riguardo al Covid-19. Vogliamo invece proporvi Contagion, un film del regista di origini svedesi Steven Soderbergh. Il film è stato presentato fuori concorso alla Mostra del Cinema di…

Gli episodi speciali delle serie tv durante il lockdown

Quando il mondo si è messo in pausa per un paio di mesi anche la TV è stata costretta a farlo. I canali hanno continuato a mandare in onda i programmi già registrati ma, con l’impossibilità di trovarsi in presenza per fare delle riprese, tutta la scaletta produttiva è crollata provocando rinvii, cancellazioni e riassestamenti….

Cosa succede in Libano e perché dobbiamo agire adesso?

Cosa c’è di peggio di una crisi sanitaria, come quella che sembra in via di risoluzione in gran parte d’Europa, unita alla crisi economica che si profila all’orizzonte? Fortunatamente questa domanda non riguarda l’Italia o i paesi europei, ma rischia di avere una grande rilevanza per il Libano. Il piccolo paese del Medio Oriente, infatti,…

La televisione per una didattica a distanza

Come tutti ben sappiamo, il 17 marzo 1861 è la data che segna l’inizio dell’unità d’Italia, un’unificazione che possiamo definire politica ma non ancora linguistica. La maggior parte degli italiani, infatti, parlava ancora il proprio dialetto ed era analfabeta. Sono stati molteplici i fattori che hanno portato a un’unificazione anche dal punto di vista linguistico…

Le mascherine proteggono noi, ma chi protegge l’ambiente dalle mascherine?

L’utilizzo delle mascherine è oggi fondamentale. Secondo una stima del Politecnico di Torino sono necessarie, al mese, un miliardo di mascherine e mezzo miliardo di guanti. Un numero impressionante che ci porta a riflettere sulla necessità di assumere un atteggiamento responsabile. Quale può essere un aiuto per contrastare questo fenomeno? L’utilizzo di mascherini lavabili o monouso ma completamente riciclabili come Arya, composta da cotone e legno proveniente da foreste protette.

Avvocati di strada

Intervista all’Avvocato Elena Virano, coordinatrice dell’associazione Avvocati di Strada di Torino. Ecco quali sono i maggiori problemi legali dei senza fissa dimora e come numerosi avvocati li assistono gratuitamente.