Un font per il cambiamento climatico 

Cosa c’entra il cambiamento climatico con il graphic design?
Un quotidiano finlandese ha risposto a questa domanda con la creazione di un carattere tipografico in grado di rappresentare gli effetti della crisi climatica: il Climate Crisis Font.
In queste settimane di Cop26 abbiamo sentito parlare di molti dati, come le proiezioni sulle riduzioni dei ghiacciai nel 2050; se spesso i numeri hanno il limite di sembrare quantificazioni astratte, questo font invece riesce a rendere tangibile ed esperibile lo scioglimento.
Può dunque il design prender parte alla lotta per un futuro più consapevole?
Scopri di più nel nuovo articolo di Rebecca Boazzo al link in bio.

#cambiamentoclimatico #clima #cop26 #climatechange #climatestrikes #font #typography #tipografia #typodesign #graphicdesign #grafica #ecologia #ambiente #typographydesign #fontdesign #sustainability #sustainabledesign #sustainablefont #climatecrisisfont #helsinginsanomat

L’inclusive design, spiegato

Le differenze sono da sempre un elemento alla base del #design: si immaginano differenti archetipi di utenti e per loro si creano #esperienze e percorsi differenti. Il design inclusivo ha un obiettivo ancora più ampio: creare prodotti per il maggior numero di persone, pur tenendo conto delle loro #diversità.

Ma di cosa parliamo quando parliamo di “diversità” e può bastare la progettazione a superare le #differenze? Se è vero che l’inclusive design è indispensabile per le persone con disabilità, in che modo può però migliorare sensibilmente la fruizione di tutti?

Scopri di più nel nuovo articolo di Rebecca Boazzo.

#inclusivedesign #graphicdesign #font #typography #typographydesign #typographic #inclusivity #inclusivita #inclusività #inclusivitymatters #uguaglianza #discriminazione #disabilità

Hotel fantastici e dove trovarli

Siete stanchi dei soliti hotel? Volete provare qualcosa di diverso, per la vostra prossima vacanza? Ecco una selezione degli hotel più particolari, in Italia. Potrete scegliere se passare la notte in un faro o in una camera futuristica, tra un hotel galleggiante o una casa sull’albero. Inoltre, avete mai dormito in una grotta? Scommetto di…

Open House 2019: 4 luoghi da vedere, tra storia e curiosità

150 palazzi e appartamenti, due giorni a disposizione, l’accesso completamente gratuito: si chiama Open House, ed è l’evento che apre le porte dei luoghi inediti della città. Giunto quest’anno alla terza edizione, dopo il successo dello scorso anno (più di 18mila partecipanti in un solo weekend) Open House ha ampliato il suo programma: sabato 8…