Être une femme ambitieuse: volonté à réprimer ou nécessité à exiger?

Depuis les année 80 les femmes sont entrées dans le monde du travail même dans des rôles importants. Cette nouvelle situation a remis en question l’autorité masculine. Les femmes fortes et ambitieuses font peur, donc on essaie d’en refréner l’atteinte par n’importe quel moyen.

L’une des solutions peut être celle de développer une nouvelle école qui ne s’appuie pas sur les stéréotypes.

Giulia Garjona, avec cet article, nous explique ce changement et pourquoi il est primordial de fare face à cette problématique

#giuliabarjona #donne #violenza #paritàdeisessi #diritti #femminismo #maschilismo #disuguaglianze #lavoro #società #unito #thepassword#thepasswordunito

Femminismo islamico: una lotta di cui nessuno parla

Tra i movimenti femministi in tutto il mondo ricordiamo il femminismo islamico, le cui lotte sono lunghe circa un secolo e ricche di pluralità. Uno dei maggiori contributi del femminismo islamico è l’aver dato avvio ad una nuova reinterpretazione critica, non patriarcale, del Corano e dei testi religiosi islamici, rinnegandone la natura misogina. Nell’articolo di Marina Lombardi scopriamo le peculiarità di questi movimenti pressoché sconosciuti e gli scontri con il femminismo occidentale, che ha offerto troppo spesso una lettura “occidentalizzata” di queste lotte.
#femminismo #femminismoislamico #donne #thepassword #dirittialledonne

Le fiabe e gli stereotipi di genere

Le fiabe che hanno accompagnato l’infanzia di quasi ogni bambino hanno altrettanto influenzato la diffusa percezione stereotipata dell’esistenza di due generi opposti con ruoli predeterminati e fissi. Da un lato la costante necessità di una donzella di essere salvata e dall’altra l’eroica figura maschile che incarna tutto il ridondante ideale maschilista occidentale.
In questo articolo di @fraformento vediamo come questi modelli siano stati divulgati per secoli dalle storie più celebri e raccontate e, di conseguenza, socialmente accettati e interiorizzati.

#fiabe #stereotipidigenere #grimm #femminismo #feminism #genderequality

Il caso Sarah Everard

3 marzo, Londra. Sarah Everard sta tornando a casa dopo essere stata a casa di un amico. Indossa dei pantaloni lunghi e una giacca larga e percorre una strada illuminata, telefono in mano. Dopo una chiamata al fidanzato effettuata poco dopo le 21, nei pressi della stazione di Clapham Junction, di lei non si hanno più notizie. Il suo corpo senza vita sarà ritrovato il 10 marzo, nel Kent.

Nell’articolo di oggi @Daniela Carrabs racconta il peso che questa vicenda ha avuto sull’opinione pubblica, evidenziando come il dialogo sui problemi di genere sia tutt’altro che superato. In un recente studio delle Nazioni Unite, infatti, si calcola che in UK l’80% delle donne di tutte le fasce d’età ha subìto molestie in luoghi pubblici, 97% nella fascia fra i 18 e i 24 anni.

Ma il caso Sarah Everard non ha scosso solo il Regno Unito. Per l’ennesima volta ci si ritrova a discutere della sicurezza delle donne, della violenza di genere e dell’atteggiamento eccessivo della polizia.

#saraheverard #97percent #reclaimthestreets #yesallwomen
#cronaca #femminismo #femminicidio #londra @unwomen @nonunadimeno

IVG: l’obiezione di coscienza e il corpo della donna come scenario dei conflitti

Sono stati molti quest’anno i movimenti e i cambiamenti radicali nell’apparente immobilità della pandemia.
Alla soglia del nuovo anno 2021 in Argentina l’aborto libero e sicuro diventa legge, le strade si riempiono di festanti mascherine e bandiere verdi.
Ma sono ancora molti i Paesi in cui questo diritto non è garantito o addirittura permesso solo in caso di stupro.
In Italia l’interruzione volontaria di gravidanza è regolata dalla legge 194. Lo scorso settembre, a circa 40 anni dal riconoscimento e dalla tutela per la donna che sceglie di abortire, sono scese in piazza le manifestanti rosa protestando a gran voce per l’esercizio ostacolante e irrispettoso dell’obiezione di coscienza, che spesso mette in serio pericolo la vita delle pazienti. Ma la questione è controversa e più ingarbugliata di quel che sembri. In questo articolo Arianna Guidotto analizza il fenomeno mettendone in luce le molteplici sfaccettature.

#aborto #antiabortisti #IVG #diritti #femminismo #obiezionedicoscienza #legge194 #prolife #RU486

Ripercussioni del Covid sulle donne: Una stanza tutta per sé

Nel suo nuovo articolo, Ginevra Gatti riflette su come leggere Una stanza tutta per sé, in questo periodo, possa portare a una riflessione sull’impatto della pandemia sull’emancipazione femminile.

Questa emergenza globale ha portato molti adolescenti a partecipare alle attività didattiche da remoto; tuttavia, i dati sembrano mostrare che ciò abbia ripercussioni soprattutto sulle ragazze, che, quest’anno, hanno abbandonato la scuola in numero massiccio rispetto agli anni precedenti.

Per quanto riguarda invece le donne adulte, si stima che le dimissioni femminili siano aumentate del 4,5% solo tra lo scorso dicembre e gennaio di quest’anno. Ciò sarebbe anche dovuto al fatto che sono proprio le donne, nel momento in cui le scuole sono chiuse, ad avere la tendenza a sacrificare il proprio lavoro per dedicarsi ai figli.
Una stanza tutta per sé ci ricorda quali sono gli spazi di cui abbiamo bisogno e che, in smart working e in DAD, vengono meno.

Petronilla: la pioniera del food blogging

La pioniera del food blogging in Italia possiede varie identità: il dottor Amal, come si firmava in principio; “quella delle ricette sulla Domenica del Corriere“, la reputazione con cui è diventata nota; Petronilla, il nome con cui ha raggiunto infine la fama.Alla nascita, però, nel 1872, il suo nome è Amalia Moretti Foggia della Rovere,…

“Mrs America”: l’eterna lotta per i diritti delle donne

Uscita per la prima volta già ad aprile ma trasmessa solo in questi giorni in Italia dalla versione plus di Tim Vision, Mrs America ci racconta la storia dell’attivismo femminista degli anni ’70 negli Stati Uniti.Il filo conduttore di questi nove episodi è la storia dell’approvazione dell’ERA, l’Equal Rights Amendment, una proposta di emendamento alla…

Prevenzione contro la “caduta d’occhio”

Oggi parleremo del caso del liceo classico e scientifico di Roma nel quartiere della Garbatella e vedremo perché l’impatto online che ha avuto è significativo. Il boom mediatico avviene il 18 settembre, quando moltissime studentesse del suddetto liceo si presentano a scuola in minigonna in segno di protesta all’apparente divieto di portare un capo d’abbigliamento…

The red pill.

Una visione razionale e contro il politically correct.Si sceglie la pillola blu o quella rossa? Una confortevole bugia o una scomoda verità? I seguaci della red pill theory hanno ripreso questa celebre metafora del fil Matrix per rappresentare la loro visione del mondo. In un articolo del blog ilredpillatore dicono di avere “una visione politicamente…