IVG: l’obiezione di coscienza e il corpo della donna come scenario dei conflitti

Sono stati molti quest’anno i movimenti e i cambiamenti radicali nell’apparente immobilità della pandemia.
Alla soglia del nuovo anno 2021 in Argentina l’aborto libero e sicuro diventa legge, le strade si riempiono di festanti mascherine e bandiere verdi.
Ma sono ancora molti i Paesi in cui questo diritto non è garantito o addirittura permesso solo in caso di stupro.
In Italia l’interruzione volontaria di gravidanza è regolata dalla legge 194. Lo scorso settembre, a circa 40 anni dal riconoscimento e dalla tutela per la donna che sceglie di abortire, sono scese in piazza le manifestanti rosa protestando a gran voce per l’esercizio ostacolante e irrispettoso dell’obiezione di coscienza, che spesso mette in serio pericolo la vita delle pazienti. Ma la questione è controversa e più ingarbugliata di quel che sembri. In questo articolo Arianna Guidotto analizza il fenomeno mettendone in luce le molteplici sfaccettature.

#aborto #antiabortisti #IVG #diritti #femminismo #obiezionedicoscienza #legge194 #prolife #RU486

Ripercussioni del Covid sulle donne: Una stanza tutta per sé

Nel suo nuovo articolo, Ginevra Gatti riflette su come leggere Una stanza tutta per sé, in questo periodo, possa portare a una riflessione sull’impatto della pandemia sull’emancipazione femminile.

Questa emergenza globale ha portato molti adolescenti a partecipare alle attività didattiche da remoto; tuttavia, i dati sembrano mostrare che ciò abbia ripercussioni soprattutto sulle ragazze, che, quest’anno, hanno abbandonato la scuola in numero massiccio rispetto agli anni precedenti.

Per quanto riguarda invece le donne adulte, si stima che le dimissioni femminili siano aumentate del 4,5% solo tra lo scorso dicembre e gennaio di quest’anno. Ciò sarebbe anche dovuto al fatto che sono proprio le donne, nel momento in cui le scuole sono chiuse, ad avere la tendenza a sacrificare il proprio lavoro per dedicarsi ai figli.
Una stanza tutta per sé ci ricorda quali sono gli spazi di cui abbiamo bisogno e che, in smart working e in DAD, vengono meno.

Petronilla: la pioniera del food blogging

La pioniera del food blogging in Italia possiede varie identità: il dottor Amal, come si firmava in principio; “quella delle ricette sulla Domenica del Corriere“, la reputazione con cui è diventata nota; Petronilla, il nome con cui ha raggiunto infine la fama.Alla nascita, però, nel 1872, il suo nome è Amalia Moretti Foggia della Rovere,…

“Mrs America”: l’eterna lotta per i diritti delle donne

Uscita per la prima volta già ad aprile ma trasmessa solo in questi giorni in Italia dalla versione plus di Tim Vision, Mrs America ci racconta la storia dell’attivismo femminista degli anni ’70 negli Stati Uniti.Il filo conduttore di questi nove episodi è la storia dell’approvazione dell’ERA, l’Equal Rights Amendment, una proposta di emendamento alla…

Prevenzione contro la “caduta d’occhio”

Oggi parleremo del caso del liceo classico e scientifico di Roma nel quartiere della Garbatella e vedremo perché l’impatto online che ha avuto è significativo. Il boom mediatico avviene il 18 settembre, quando moltissime studentesse del suddetto liceo si presentano a scuola in minigonna in segno di protesta all’apparente divieto di portare un capo d’abbigliamento…

The red pill.

Una visione razionale e contro il politically correct.Si sceglie la pillola blu o quella rossa? Una confortevole bugia o una scomoda verità? I seguaci della red pill theory hanno ripreso questa celebre metafora del fil Matrix per rappresentare la loro visione del mondo. In un articolo del blog ilredpillatore dicono di avere “una visione politicamente…

Un podcast per l’estate

È ufficialmente arrivata l’estate anche per gli universitari del “ultimo appello di luglio” e del “ormai si dà a settembre”. Nonostante la pandemia in corso, i più fortunati si preparano a viaggiare e a passare giornate intere sotto l’ombrellone. Tranquilli, quello di cui sto per parlare è adatto a tutti, anche a quelli che l’estate…

Il doppio volto di Freeda

Nelle ultime settimane potreste esservi imbattuti in un post di Instagram di bitcheslovingchampagne – attivista, femminista, antirazzista e musulmana – nel quale veniva messa in dubbio la matrice femminista di una delle pagine di maggiore successo della piattaforma social in questione, Freeda, accusata di fare molto marketing e poco femminismo. Ma partiamo dall’inizio: che cos’è…

Social Queer

Quest’anno funesto ci ha tolto molte cose, fra queste anche il pride, nessuna parata ha colorato la nostra città, ma il 20 giugno sulla pagina facebook di Torino pride si è svolto un pride telematico, per festeggiare comunque questa importante ricorrenza per la comunità queer. Essere degli alleati della comunità LGBTQ+, però, non significa solo…

#NonSeiLibero

Pochi mesi fa si è tornati a parlare di revenge porn a causa di alcuni gruppi telegram, frequentati da migliaia di persone, dove si pubblicavano foto e video intimi di ragazze ignare, spesso minorenni. Non è difficile immaginare lo scopo con cui queste immagini venivano mandate, tanto meno immaginare le reazioni raccapriccianti e violente dei…