Quando il mondo riflette la tua crisi interiore: la distopia del reale

Il tempo sembra essersi pietrificato dall’annuncio del presidente Conte. Si percepiva un’aria di attesa quella sera, prima delle norme restrittive che hanno catapultato il mondo in un romanzo distopico. Vietati i contatti umani, le attività ricreative e culturali, le feste, sospesa la scuola e ogni attività lavorativa. Passeggiate solo se strettamente necessarie. Le strade adesso…