La promozione della cultura del post-pandemia: cos’è cambiato e cosa deve cambiare

La crisi che la pandemia ha portato con sé ha coinvolto ogni settore economico, raggiungendo anche quello artistico – di per sé già in una situazione precaria.
Dalle ceneri del 2020, però, si sente il bisogno di ricominciare: in questo caso, la ripartenza sta rivoluzionando concezioni antiche e pregiudizi ben sedimentati su un ambiente da sempre considerato elitario. E allora cos’è che deve cambiare, affinché l’arte nel post-pandemia venga valorizzata per davvero? #thepasswordunito #thepassword #promozione #cultura #spettacolo #arte #mostre #gallerie #musei #pandemia #covid19 #covid #rebeccaisabelsiri #comune #stato #torino #influencer #giovani

Gallerie coperte di Torino: un salottino da scoprire

Oltre ai magnifici portici che hanno permesso ai nobili di non rinunciare alle passeggiate anche con il cattivo tempo, intorno al 1800 la nobiltà della città sabauda decise di avviare la costruzione delle gallerie coperte, prendendo spunto, per non dire copiando, i passages parigini. L’idea era quella di creare, oltre un luogo di passaggio al…