“La crisi migratoria”: nuova vignetta di @vignette_incazzate

Da qualche giorno oramai la crisi al confine tra Polonia e Bielorussia è al centro del dibattito, politico e mediatico. Incalzati dal governo di Lukashenko, migliaia di migranti provenienti soprattutto dal Medio Oriente sono ammassati alle frontiere di Polonia, Lettonia e Lituania, respinti dai soldati di entrambi le parti: 10 sono morti nelle ultime settimane, secondo il quotidiano polacco Gazeta Wyborcza. L’Unione Europea, da sempre divisa sul tema dell’accoglienza, non riesce a prendere una decisione comune, e gli stati avanzano ognuno per conto loro, tra respingimenti che vanno contro il diritto internazionale e promesse di erigere muri che speravamo di esserci lasciati alle spalle anni fa.
Basterà imporre delle nuove sanzioni economiche al regime di Minsk, così come promesso dalla Commissione Europea, o è forse giunta l’ora di rispondere a tono alle provocazioni dell'”ultimo dittatore d’Europa”?

#Europa #crisimigratoria #migranti #Polonia #Bielorussia #Lettonia #Lituania #confine #muri #VonDerLeyen #geopolitica #politica #vignetta #unito #thepasswordunito

Avremmo tanto voluto votare

Domenica 4 dicembre si è tenuto il referendum costituzionale, ed in quella data i cittadini italiani residenti in Italia hanno potuto recarsi ai seggi per esprimere la loro opinione in merito alla riforma Boschi-Verdini. Per quanto riguarda gli italiani all’estero, coloro i quali sono residenti fuori dai confini nazionali da almeno 12 mesi o per…

Vilnius: tra chiese ed indipendenza

Barocca, storicamente nota come la Gerusalemme del nord, incastonata nel sud-est della Lituania, la capitale Vilnius si apre agli occhi di chi la visita come un equilibrato insieme di storia, arte, religione e lotta. È la stessa storia della piccola repubblica baltica che si incarna nella sua città più grande e popolosa, Vilnius: secoli di lotta…