Il fascismo e l’ossessione per gli slogan

Alla fine del Secondo conflitto mondiale le statue e tutto ciò che poteva richiamare la dittatura mussoliniana venne cancellato, venne fatta (non completamente) una damnatio memoriae. Le sculture vennero abbattute, venne cambiato il nome a piazze prima indicanti nomi di personaggi fascisti. Ma non tutto ciò che riguardava la dittatura scomparve. Possiamo ancora trovare scritte sui muri riguardanti i motti del Ventennio. Bisognerebbe cancellarli? Bisognerebbe restaurarli essendo propriamente dei reperti storici?
Ne parliamo nell’articolo della redattrice Giulia Arduino.

#Mussolini #Dux #VentennioFascista #SecondaGuerraMondiale #Muri #Scrittesuimuri #CredereObbedireCombattere #fascismo #storia #propagandafascista

“La crisi migratoria”: nuova vignetta di @vignette_incazzate

Da qualche giorno oramai la crisi al confine tra Polonia e Bielorussia è al centro del dibattito, politico e mediatico. Incalzati dal governo di Lukashenko, migliaia di migranti provenienti soprattutto dal Medio Oriente sono ammassati alle frontiere di Polonia, Lettonia e Lituania, respinti dai soldati di entrambi le parti: 10 sono morti nelle ultime settimane, secondo il quotidiano polacco Gazeta Wyborcza. L’Unione Europea, da sempre divisa sul tema dell’accoglienza, non riesce a prendere una decisione comune, e gli stati avanzano ognuno per conto loro, tra respingimenti che vanno contro il diritto internazionale e promesse di erigere muri che speravamo di esserci lasciati alle spalle anni fa.
Basterà imporre delle nuove sanzioni economiche al regime di Minsk, così come promesso dalla Commissione Europea, o è forse giunta l’ora di rispondere a tono alle provocazioni dell'”ultimo dittatore d’Europa”?

#Europa #crisimigratoria #migranti #Polonia #Bielorussia #Lettonia #Lituania #confine #muri #VonDerLeyen #geopolitica #politica #vignetta #unito #thepasswordunito