Sviluppi culturali negli anni 60: la ricerca dell’identità per mezzo della rivoluzione consapevole

Negli anni sessanta del novecento lo sviluppo dell’arte e più genericamente della cultura subisce un processo di radicale cambiamento. Il soggetto diventa fruitore dell’elaborato artistico, diviene protagonista attivo del suo sviluppo nel concreto. Il confronto che nasce da questo scontro di dimensioni un tempo separate si concretizza  nello sviluppo del pensiero dell’elite culturale di quegli…

Minimal Art: oggetti muti ma fecondi

Le forme descritte dagli artisti legati all’arte minimale configurano un luogo benedetto dove il proibito assume l’identità del possibile e diventa più che ragionevole calpestare l’astratto. Si tratta di un ritorno alla dimensione concreta : L’arte sono io, come me ha natura terrena e risponde all’imperante legge scientifica della forza di gravità. L’esigenza di fuggire…

Pound, un guerriero contro l’usura

Sebbene nell’immaginario collettivo il nome di Pound sia legato al fascismo, è interessante analizzarne obiettivamente il pensiero economico.

Yves Klein: la sensibilità del colore conduce alla libertà assoluta

Paradiso celeste Profondo blu spirituale il centro ideale è questa terra così riflette nell’azzurro dei miei occhi Negli anni ’60 del Novecento le esperienze di Yves Klein e Piero Manzoni sembrano incrociarsi: i due artisti ricercano infatti di rapportare la realtà empirica al mondo ideale rappresentato dall’arte. Quest’ultimo tradizionalmente trova espressione sulla superficie della tela…