Il nuovo volto del ciclismo italiano: intervista ad Elisa Balsamo

Dal 19 al 26 settembre, nelle Fiandre, in Belgio, si è svolta la 94ª edizione dei campionati del mondo di ciclismo su strada. L’Italia, in uno stato evidente di forma in qualsiasi sport, chiude prima nel medagliere con tre ori e un bronzo. A salire sul gradino più alto del podio c’è anche Elisa Balsamo, classe 1998, ciclista su pista e pistard, che ha vinto la medaglia più importante nella gara in linea.
La nostra redattrice Martina Sessa ha deciso di intervistarla per voi!

#ElisaBalsamo #ciclismo #mondialeciclismo #Belgio #oromondiale #università #Olimpiadi #Piemonte #martinasessa #thepassworduni #thepasswordunito

2021, un’estate d’oro: l’Italia ha conquistato Tokyo

Nell’estate tutta italiana, iniziata con la vittoria dei #Måneskin all’Eurovision Song Contest e terminata con la conquista dell’Europeo di pallavolo femminile, non potevano mancare i successi delle #Olimpiadi e delle #Paralimpiadi di #Tokyo2020. Da #Jacobs a #Sabatini, da #Tamberi a #Gilli, l’Italia conquista la capitale del Giappone a forza di ori olimpici e record infranti.

Per la rubrica “2021, un’estate d’oro”, un nuovo e avvincente articolo scritto a quattro mani da Gaia Bertolino e Martina Sessa.

#sport #olimpiadi #tokyo2021 #paralimpiadi #oro

Tokyo 2020: i ritratti.

Le Olimpiadi di quest’anno si sono dimostrate il ritratto di una società unita, forte e capace di abbattere gli stereotipi a favore di una maggiore inclusività. In questo articolo @GiuliaCalvi ci racconta le storie di queste Olimpiadi attraverso cinque ritratti di alcuni tra gli atleti più influenti di Tokyo2020.

#Tokyio2020 #Olimpiadi #ritratti #BarshimTamberi #TomDaley #squadradeirifugiati #nuoto #saltoinalto #ginnastica #inclusività #LGBTQ+ #transgender

Il costo di Tokyo 2020

I Giochi Olimpici di Tokyo 2020 sono un evento di cui senza dubbio ciascuno di noi serberà il ricordo. La pandemia da Covid-19, purtroppo, ha avuto un ruolo determinante nel conferire a questi Giochi un taglio storicamente atipico, sotto molteplici punti di vista. Oggi, però, vogliamo porci un quesito diverso: quali sono i costi legati a Tokyo 2020? Nel suo nuovo articolo Simona Ferrero risponde a questa domanda, raccontando le Olimpiadi da un punto di vista inedito.
Se volete saperne di più, correte a leggerlo!

#Tokyo2020 #OlimpiadiTokyo2020 #Olimpiadi #GiochiOlimpici #Tokyo #ThePassword #ThePasswordUnito

Nadia Comăneci e il prezzo della perfezione

Montreal 1976: la quattordicenne Nadia Comăneci diventa la prima ginnasta a ottenere un 10 con un esercizio perfetto alle parallele asimmetriche. Ma a quale prezzo? Dietro “Miss perfezione” si nasconde una vita turbinosa piena di soprusi e violenze. Nello sfondo della Romania di Ceaușescu, questa vittoria impareggiabile nasconde molte verità, sportive ma anche politiche. Ce lo racconta @cate_a.m.
#nadiacomaneci #romania #olimpiadi #olimpiadi1976 #missperfezione #ginnasticaartistica

Le Olimpiadi di Beijing 2008: soft power e cerimonia di apertura.

Le Olimpiadi di Beijing 2008 sono state davvero importanti per l’immagine della Cina a livello internazionale. Con queste, infatti, la Repubblica Popolare Cinese ha potuto mostrare la sua potenza sul piano politico ed economico e, allo stesso tempo, affermare il suo ruolo di potenza sul piano internazionale. Nel suo ultimo articolo, la nostra redattrice @malvim95, ci descrive come la Repubblica Popolare Cinese è arrivata ad ospitare i Giochi Olimpici del 2008, focalizzandosi sulla cerimonia di apertura tenutasi al National Stadium di Beijing e dei messaggi politici, più o meno diretti, lanciati dalla RPC in quell’occasione.

#cina #repubblicapopolarecinese #olimpiadi2008 #beijing2008 #giochiolimpici #olimpiadi #beijing #pechino #cerimoniadiapertura #softpower #malvinamontini #thepassword #thepasswordunito #unito

I giochi olimpici attraverso l’architettura

Fra nuovi palazzetti, stadi mastodontici, archistar e polemiche, i giochi olimpici sono un’occasione irripetibile per la rimessa a nuovo di tutte le città che negli anni si sono succedute come ospiti.

Attraverso un viaggio nel tempo e nello spazio (dagli Stati Uniti degli anni ‘30, passando per la Cina del nuovo millennio) nel nuovo articolo di Daniela Carrabs cercheremo di conoscere brevemente 7 spettacolari opere architettoniche che hanno segnato l’evoluzione urbanistica, non solo in ambito olimpico ma a livello mondiale.

#architettura #Olimpiadi #giochiolimpici #storia #sport #villaggiolimpico #olympiastadion #yoyoginationalgymnasium #torrecalatrava #stadionazionalepechino #arcelormittalorbit

Il viaggio di Samia Yusuf Omar

Lo scrittore milanese Giuseppe Cazzotella nel suo libo “Non dirmi che hai paura” ha dato a Samia Yusuf Omar l’opportunità di raccontare la sua storia. E lo fa immaginandosi la forza della voce di una giovane somala che scappa dal proprio Paese dilaniato dal terrorismo e dalla guerra per rincorrere il suo talento. Cazzotella si è immerso nella storia di Samia, a cui dona l’opportunità di raccontare con forza e fragilità la sua storia di speranza. La redattrice Federica Siani ci riporta la vicenda di una ragazza che non ha mai avuto paura.

#samiaomar #samiayusufomar #giuseppecazzotella #olimpiadi #samiaomarpechino2008 #nondirmichehaipaura

Il soft power si esibisce anche alle Olimpiadi

Come altri campi della società civile, anche lo sport può essere strumentalizzato dalla politica per fini diversi da quelli che il cittadino comune può immaginare. I Giochi Olimpici, in particolare, possono rivelarsi utili allo Stato ospitante per esercitare influenza sia domestica sia internazionale. Nel suo nuovo articolo, Eleonora Bolzan rivela l’intreccio tra Olimpiadi e soft power.

#Olimpiadi #Tokyo2021 #softpower #relazioniinternazionali #eleonorabolzan

Věra Čáslavská, storia di una ginnasta dimenticata.

Cinquantatré anni fa, nel corso delle Olimpiadi di Città del Messico, tra lotte e proteste, spicca la voce silenziosa di Věra Čáslavská, ginnasta cecoslovacca anticomunista progressivamente cancellata dal regime. @GiuliaCalvi nel suo nuovo articolo ci ricorda la storia dimenticata dell’atleta e del suo “sguardo negato” all’URSS durante le premiazioni olimpiche.