Alexey Navalny: le idee e le strategie dell’oppositore di Putin

A causa del tentato avvelenamento di cui accusa Putin, Alexey Navalny è al centro dell’attenzione dei media occidentali. La sua scelta di tornare in Russia, pur sapendo che sarebbe stato arrestato, ha accresciuto l’interesse nei confronti dell’oppositore più famoso di Putin. Nel suo nuovo articolo, Anna Franzutti ci racconta chi è e quali sono le sue idee politiche.
Spinto da motivazioni nazionaliste, Navalny lotta contro tutto ciò che secondo lui minaccia di danneggiare la Russia: la corruzione politica, ma anche l’immigrazione clandestina.

#annafranzutti @Anna_franzu #thepasswordunito #unito #thepassword @Navalny #Russia #Putin

Armenia e Azerbaigian: un conflitto moderno dalle origini antiche

Il 27 Settembre ha visto il riaccendersi di un conflitto dalle origini antiche, quello tra Armenia e Azerbaigian. La guerra ripone infatti le sue radici nelle ostilità tra queste due potenze per il territorio di Nagorno Karabakh, zona autonoma contesa dagli inizi del XX secolo. Le origini del conflitto sono riconducibili al governo staliniano che,…

Irina Slavina, il suicidio di una giornalista troppo scomoda

Una persecuzione durata anni, fatta di minacce, intimidazioni e l’arresto di tutti i suoi collaboratori. “Per piacere, date la colpa della mia morte alla Federazione Russa”. Sono state queste le ultime parole, postate sul suo profilo Facebook, di Irina Slavina, prima di recarsi di fronte alla stazione di polizia della sua città, Nizhny Novgorod, dove…

Norilsk: l’ennesimo disastro ecologico dovuto ai cambiamenti climatici

Il 29 maggio scorso, a Norilsk, 300 chilometri oltre il circolo polare artico, 20.000 tonnellate di gasolio sono fuoriuscite dalla cisterna di una centrale elettrica, creando un danno ambientale così grave da costringere il Presidente Vladimir Putin a dichiarare lo stato di emergenza.Delle 20.000 tonnellate, 15.000 si sono riversate nel fiume Ambarnaja, colorandolo di rosso,…

“Ipotesi Kazaka”: la prossima mossa di Putin?

Il mondo politico russo è in fibrillazione dopo quanto annunciato lo scorso 15 gennaio dal Presidente della Federazione, Vladimir Putin. Nel corso dell’annuale discorso sullo stato della Nazione, il Presidente russo ha infatti messo in evidenza come la Costituzione adottata il 25 dicembre 1993, necessiti di essere riformata. Le conseguenze non si sono fatte attendere….