Le Olimpiadi di Beijing 2008: soft power e cerimonia di apertura.

Le Olimpiadi di Beijing 2008 sono state davvero importanti per l’immagine della Cina a livello internazionale. Con queste, infatti, la Repubblica Popolare Cinese ha potuto mostrare la sua potenza sul piano politico ed economico e, allo stesso tempo, affermare il suo ruolo di potenza sul piano internazionale. Nel suo ultimo articolo, la nostra redattrice @malvim95, ci descrive come la Repubblica Popolare Cinese è arrivata ad ospitare i Giochi Olimpici del 2008, focalizzandosi sulla cerimonia di apertura tenutasi al National Stadium di Beijing e dei messaggi politici, più o meno diretti, lanciati dalla RPC in quell’occasione.

#cina #repubblicapopolarecinese #olimpiadi2008 #beijing2008 #giochiolimpici #olimpiadi #beijing #pechino #cerimoniadiapertura #softpower #malvinamontini #thepassword #thepasswordunito #unito

Il soft power si esibisce anche alle Olimpiadi

Come altri campi della società civile, anche lo sport può essere strumentalizzato dalla politica per fini diversi da quelli che il cittadino comune può immaginare. I Giochi Olimpici, in particolare, possono rivelarsi utili allo Stato ospitante per esercitare influenza sia domestica sia internazionale. Nel suo nuovo articolo, Eleonora Bolzan rivela l’intreccio tra Olimpiadi e soft power.

#Olimpiadi #Tokyo2021 #softpower #relazioniinternazionali #eleonorabolzan

Olimpiadi 1980 – 1984: lo sport durante la Guerra Fredda

Le competizioni sportive internazionali, si sa, hanno sempre un risvolto geopolitico, e questo era anche più evidente in passato, quando il mondo era nettamente diviso in due blocchi, quello occidentale e quello sovietico.

Per la nostra rubrica estiva dedicata alle Olimpiadi, Marta Fornacini ci parlerà delle edizioni del 1980 e del 1984 tenutesi rispettivamente a Mosca e a Los Angeles e caratterizzate da un a dir poco invasivo intervento della politica nel mondo dello sport.

#Olimpiadi #nonsolosport #geopolitica #relazioniinternazionali #storia #politica #guerrafredda #Mosca #UnioneSovietica #LosAngeles #StatiUniti #USAURSS #sport #Tokyo2020 #boicottaggio #thepasswordunito #unito

“Letale Disprezzo” negli accordi sull’immigrazione tra UE e Libia

L’agenzia delle Nazioni Unite per i Diritti Umani (UNHCHR) nel mese di maggio ha rilasciato un rapporto nel quale vengono accusate le politiche di gestione dell’immigrazione lungo la rotta del Mar Mediterraneo centrale. In accordo anche con le parole dell’Alto Commissario Bachelet in occasione della presentazione, l’UE, gli Stati membri e le autorità libiche dovrebbero cambiare le pratiche in atto, perché con gli accordi attuali si verificano diverse violazioni dei diritti umani, dalla Libia all’arrivo in Europa. Ce ne parla @anna_franzu .

#thepassword #thepasswordunito @UNHumanRights @MBachelet @stillirisengo #UNHCHR #Libia #UE #migranti #accordi #relazioniinternazionali #politiche #dirittiumani #Mediterraneo #libialinfernodeimigranti #onu #migrazioni #unioneeuropea

Il futuro dell’Europa dopo Covid-19

“Il mondo al tempo del Covid, l’ora dell’Europa?” è il titolo del nuovo rapporto annuale dell’ISPI, di cui ci parla @marta.fornacini nel suo articolo.

La pandemia ha accelerato cambiamenti già in atto da tempo, che riguardano globalizzazione, standard democratici e competizione economica.
Qual è stata la reazione dell’Europa e quale sarà il suo ruolo alla fine di questo drammatico periodo?

Per rispondere è necessario analizzare ciò che è stato fatto e ripensare quello che non ha funzionato: per questo tra poco partirà la Conferenza sul futuro dell’Europa, alla quale tutti i cittadini europei potranno dare il loro contributo.

#ISPI #Europa #UE #Unione #Covid19 #pandemia #cambiamento #futuro #giovani #politica #internazionale #conferenza #CoFuE #globalizzazione #democrazia #report #martafornacini #thepassword #unito #thepasswordunito #linkinbio