Che cos’è l’eMergia

No, non c’è alcun errore nel titolo: questo articolo di @Alice Tarditi tratta proprio di #eMergia.
Il termine nasce dalla fusione di “embodied” ed “energy”, per indicare tutte le risorse – dal sole, all’acqua, al lavoro, ai materiali, ai servizi – che sono state necessarie per produrre qualcosa.
Se il concetto vi sembra complesso (e non avete ancora letto come si calcola!), non preoccupatevi: conoscere l’eMergia non è fine a se stesso, bensì permette di adottare un #pensierocritico riguardo alla #sostenibilità e al valore delle cose.
È in questo modo che soluzioni come ad esempio gli impianti per la produzione di #biofuel, o i pannelli solari, non vi sembreranno più “a impatto zero”, e riuscirete a riconoscere i costi che qualsiasi servizio o prodotto porta con sé.
Fateci sapere nei commenti cosa ne pensate!

#ecologia #ambiente #fridaysforfutureitalia #energia #lca #lifecycleassessment #sistemicomplessi #impattoridotto #zerowaste #zerowasteitalia #ecoword #emjoule #cambiamenticlimatici #crisiclimatica #savetheplanet #ecosostenibilità

She is a scientist: il progetto per eliminare gli stereotipi di genere nella scienza

L’11 febbraio è la giornata mondiale delle donne nella scienza. Per questa ricorrenza, Marta Fornacini ha intervistato Nicole Ticchi, fondatrice di She is a scientist.

She is a scientist è un progetto online che si occupa di narrare il ruolo della donna nella scienza, con l’obiettivo di eliminare gli stereotipi di genere dalla comunicazione e arrivare ad una parità di trattamento tra uomini e donne.

Per tutto il mese di febbraio verranno raccontate le storie personali e professionali di molte donne, con lo scopo di normalizzare la figura della scienziata. Non mancheranno anche gli eventi in diretta, che potrete seguire sui loro social!

#sheisascientist #scienza #ricerca #donne #scienziata #gendergap #genere #ThePassword #ThePasswordUnito #Unito #MartaFornacini

Matthieu Ricard: l’uomo più felice del mondo

È nato in Francia, è diventato un monaco buddhista, è vegetariano e animalista, medita circa due ore al giorno (festivi inclusi), ha una passione per la scrittura e la fotografia.

Chi è l’uomo più felice del mondo, che aspetto ha?
Come ha fatto ad arrivare alla piena soddisfazione?

Matthieu Ricard è stato definito “l’uomo più felice del mondo” dai neuroscienziati dell’Università del Wisconsin, che hanno mappato il suo cervello.

Pare che Ricard sia addirittura oltre il livello “normale” della beatitudine: scopriamone la vita nella speranza di trarre qualche insegnamento sulla felicità.

Le 7 pandemie che hanno -veramente- decimato la popolazione

Siamo solo a marzo e in questo 2020 iniziato “col botto” non poteva mancare un evento che mettesse in agitazione il mondo intero. Ed ecco comparsa la terribile minaccia del Covid-19, il nuovo coronavirus che ha fatto cadere il genere umano nel subbuglio totale – l’Italia in prima linea. «Covid-19 non è mortale come altri…

Terre Ballerine: quando la danza coinvolge anche la natura!

Volete passare un weekend diverso dal solito e cercate un itinerario originale per una passeggiata all’aria aperta? Le “Terre Ballerine” di Montalto Dora vi lasceranno senza fiato. In Piemonte, nella zona del Canavese, non lontano da Ivrea, sulla strada per Aosta e più precisamente tra il Lago Sirio, il Lago Pistono e il terzo lago…

Memory, explained

Vi siete mai chiesti come funziona davvero la nostra memoria? I ricordi possono cambiare nel tempo e risultare imperfetti, anche quelli più profondi nella nostra esistenza; ma se lo scopo della memoria deve essere proprio quello di preservare il passato, perché allora i ricordi risultano essere così inaffidabili? Gran parte dipende proprio da come il…

Il cavolo che si credeva “super”

Oggi parliamo di super-cibi: anzi, se ne parla continuamente – che siano la chia, o la quinoa, le bacche di goji e il kale – e ovviamente il loro super-leader ,l’avocado… ma sono davvero così super? A essere messi in discussione qui, non sono i loro super-poteri, bensì il fatto stesso che essi siano “super”….