Il lungo viaggio del James Webb Space Telescope

A Natale ha preso il volo il James Webb Space Telescope, frutto di uno sforzo lungo decenni da parte della NASA e non solo. Davide Borchia ce ne parla, seguendo sia la storia passata che quella futura del nuovo strumento che, se tutto andrà bene durante il viaggio appena iniziato, manderà a Terra immagini di un Universo che non abbiamo ancora potuto esplorare.

#esplorazione #esplorazionespaziale #spazio #astronomia #attualità #tecnologia #nuovatecnologia #progresso #progressotecnologico #JWST #jameswebbspacetelescope #NASA #scienza #stelle #hubble #thepassword #thepasswordunito #davideborchia

Gaia: il pianeta che muore

L’umanità considera la Natura come se fosse composta da stanze non comunicanti. E se fosse una delle ragioni per cui sembra difficile uscire dalla crisi climatica. Quell’inguaribile ottimista di Davide Borchia ci parla di Gaia, la teoria che lo scienziato James Lovelock elaborò negli anni ’60 e che osservava la Terra da un punto di vista completo e “olistico”.

#jameslovelock #gaia #gaialovelock #gaiailpianetachevive #mariotozzi #ambiente #scienza #pianetaterra #cambiamentoclimatico #cop26 #pianetaterra #davideborchia #thepasswordunito

Donne dietro le quinte: Mary Hunt e il melone ammuffito che salvò tutti

Nel 1945 Alexander Flaming vinse il Premio Nobel per la fisiologia e medicina grazie alla scoperta della penicillina, una muffa in grado di annientare i batteri, divenuta base dei migliori antibiotici. In pochi però sanno che la sua scoperta sarebbe stata infruttuosa e inutile se non fossero entrati in scena una donna e un melone ammuffito. Scopri in che modo Mary Hunt fu protagonista di una delle rivoluzioni mediche più importanti della storia nel nuovo articolo di Beatrice Segato.

#donne #maryhunt #medicina #penicillina #scienza #storia #moldymary

“Mercanti di dubbi” – la strategia per occultare la verità

Per molti anni si è discusso di numerosi temi di natura scientifica, dal bando del DDT al fumo passivo, dalle piogge acide al riscaldamento globale, ritardando, a volte per decenni, le azioni necessarie.
Il tutto perché pensavamo di non avere risposte certe e in alcuni casi perché non credevamo nemmeno alla domanda. Eppure la scienza è stata sempre unanime nell’avvisarci dei pericoli che stavamo correndo ignorando i veri problemi. Perché non si è agito prima?

La redattrice Marta Fornacini, nel suo nuovo articolo, ripercorre le tappe più importanti del libro Mercanti di Dubbi, per provare a dare una risposta.

#mercantididubbi #libro #scienza #riscaldamentoglobale #tabacco #clima #verità #scienziati #media #thepasswordunito #unito

Greenwashing parte II: il fenomeno in pratica

Dopo aver affrontato il #greenwashing dal punto di vista teorico, nell’articolo di @lightbluealice analizziamo due recenti casi pratici: si tratta degli spot dello #shampoosolido lanciato da @garnieritalia, e della collezione in #pizzoriciclato di @tezenisitalia.

In particolare, bisogna sapere quali domande porsi e quali critiche muovere alle affermazioni “tinte di verde” da parte delle aziende: fra queste è essenziale riconoscere che #green non necessariamente significa #sostenibile.

Se conosci altri casi di greenwashing, segnalaceli nei commenti!

#sostenibilitàambientale #boycottfastfashion #viveresostenibile #ecologia #ambiente #ecotips #fridaysforfutureitalia #spesasfusa #cosmeticisolidi #modaetica #modasostenibile #economiacircolare #debunking

Art and Science: arte e scienza al CERN e all’INFN

Da gennaio 2021 è inizato il progetto ArtandScience Across Italy in collaborazione con il CERN di Ginevra e l’INFN, che consente di accedere a sfide, contenuti, seminari, laboratori, visitare musei e assistere a videoconferenze su arte e scienza.
La nostra redattrice Federica Seni ci parla, in particolare, del Campionato Nazionale di Creatività, una delle numerose attività promosse dal progetto che consentirà ai 27 vincitori della sfida finale di ricevere un premio molto importante.
Conoscevate questa iniziativa?

#artandscienceacrossitaly #infn #fisicanucleare #torino #scienza #arteescienza #scienza #cern #cernginevra

Che cos’è l’eMergia

No, non c’è alcun errore nel titolo: questo articolo di @Alice Tarditi tratta proprio di #eMergia.
Il termine nasce dalla fusione di “embodied” ed “energy”, per indicare tutte le risorse – dal sole, all’acqua, al lavoro, ai materiali, ai servizi – che sono state necessarie per produrre qualcosa.
Se il concetto vi sembra complesso (e non avete ancora letto come si calcola!), non preoccupatevi: conoscere l’eMergia non è fine a se stesso, bensì permette di adottare un #pensierocritico riguardo alla #sostenibilità e al valore delle cose.
È in questo modo che soluzioni come ad esempio gli impianti per la produzione di #biofuel, o i pannelli solari, non vi sembreranno più “a impatto zero”, e riuscirete a riconoscere i costi che qualsiasi servizio o prodotto porta con sé.
Fateci sapere nei commenti cosa ne pensate!

#ecologia #ambiente #fridaysforfutureitalia #energia #lca #lifecycleassessment #sistemicomplessi #impattoridotto #zerowaste #zerowasteitalia #ecoword #emjoule #cambiamenticlimatici #crisiclimatica #savetheplanet #ecosostenibilità

She is a scientist: il progetto per eliminare gli stereotipi di genere nella scienza

L’11 febbraio è la giornata mondiale delle donne nella scienza. Per questa ricorrenza, Marta Fornacini ha intervistato Nicole Ticchi, fondatrice di She is a scientist.

She is a scientist è un progetto online che si occupa di narrare il ruolo della donna nella scienza, con l’obiettivo di eliminare gli stereotipi di genere dalla comunicazione e arrivare ad una parità di trattamento tra uomini e donne.

Per tutto il mese di febbraio verranno raccontate le storie personali e professionali di molte donne, con lo scopo di normalizzare la figura della scienziata. Non mancheranno anche gli eventi in diretta, che potrete seguire sui loro social!

#sheisascientist #scienza #ricerca #donne #scienziata #gendergap #genere #ThePassword #ThePasswordUnito #Unito #MartaFornacini

Matthieu Ricard: l’uomo più felice del mondo

È nato in Francia, è diventato un monaco buddhista, è vegetariano e animalista, medita circa due ore al giorno (festivi inclusi), ha una passione per la scrittura e la fotografia.

Chi è l’uomo più felice del mondo, che aspetto ha?
Come ha fatto ad arrivare alla piena soddisfazione?

Matthieu Ricard è stato definito “l’uomo più felice del mondo” dai neuroscienziati dell’Università del Wisconsin, che hanno mappato il suo cervello.

Pare che Ricard sia addirittura oltre il livello “normale” della beatitudine: scopriamone la vita nella speranza di trarre qualche insegnamento sulla felicità.

Le 7 pandemie che hanno -veramente- decimato la popolazione

Siamo solo a marzo e in questo 2020 iniziato “col botto” non poteva mancare un evento che mettesse in agitazione il mondo intero. Ed ecco comparsa la terribile minaccia del Covid-19, il nuovo coronavirus che ha fatto cadere il genere umano nel subbuglio totale – l’Italia in prima linea. «Covid-19 non è mortale come altri…