Omaggio a Helen McCrory

Poco prima dell’attesissima cerimonia degli Oscar 2021 il mondo del Cinema ha subito un colpo duro e inatteso, che ha scosso attori e fan da ogni dove. Stiamo parlando della recentissima scomparsa di Helen McCrory. L’attrice londinese è nota soprattutto per aver impersonato, tra il 2013 e il 2019, Polly Gray, zia della famiglia Shelby e tesoriera della gang dei Peaky Blinders nell’acclamata serie omonima (tuttora in corso e disponibile su Netflix); è stata anche volto di Narcissa Malfoy, moglie di Lucius e madre di Draco Malfoy, oltre che sorella di Bellatrix Lestrange, ruolo per cui originariamente era stata scelta, ma che in seguito alla sua gravidanza fu ceduto a Helena Bonham Carter.

Nata nel quartiere inglese di Paddington il 17 agosto 1968 da padre scozzese e madre gallese, la McCrory trascorse un anno anche in Italia, prima di tornare a studiare recitazione al Drama Centre di Londra, nei primi anni Ottanta. Inizialmente lavorò principalmente come attrice di teatro, ricoprendo per il grande schermo ruoli per lo più minori: da Intervista col vampiro (1994), accanto a Tom Cruise e Brad Pitt, nel quale interpreta una delle prostitute, a Casanova (2005) in cui è la madre del protagonista (Heath Ledger) fino a The Queen – La regina (2006), in cui ottiene per la prima volta un ruolo da co-protagonista, vestendo i panni di Cherie Blair, moglie del premier britannico Tony Blair. Quest’ultimo ruolo le fu particolarmente propizio: l’attrice, infatti, l’ha poi ricoperto anche nel film I due presidenti (2010). Da citare, inoltre, i ruoli di Mama Jeanne in Hugo Cabret (2011) di Martin Scorsese e quello di Clair Dowar in Skyfall (2012).

A dare il triste annuncio è stato il marito, Damian Lewis, attore noto in particolare per il ruolo da protagonista ricoperto nelle serie tv Homeland e Billions. Con lui Helen condivideva 14 anni di matrimonio e due figli, Manon e Gulliver, rispettivamente di 14 e 13 anni. «Ho il cuore spezzato — ha scritto su Twitter — nell’annunciare che dopo un’eroica battaglia contro il cancro, la bella e potente donna che è Helen McCrory è morta pacificamente a casa, circondata da un’ondata d’amore da parte di amici e familiari. È morta come ha vissuto. Senza paura. Dio sa quanto l’abbiamo amata e sa quanto siamo fortunati ad averla avuta nelle nostre vite. Ha brillato in modo luminoso. Vai adesso, Piccola, in cielo, e grazie».

Damian Lewis su Twitter

Ma Damian non è stato il solo a rendere omaggio all’incredibile attrice. Pensieri toccanti sono giunti anche da Tom Felton e Jason Isaacs, che furono per lei figlio e marito nella dimensione immaginaria di Harry Potter. Su Instagram gli attori hanno pubblicato una foto risalente al periodo della loro collaborazione con Helen, corredandola di una commovente didascalia.

Come non citare, inoltre, il pensiero rivolto da Cillian Murphy, nipote dell’indimenticabile zia Polly sul set di Peaky Blinders. In una dichiarazione rilasciata alla stampa l’attore, attualmente impegnato nelle riprese della sesta stagione di Peaky Blinders, ha così ricordato la sua cara collega: «Ho il cuore spezzato per aver perso una così cara amica. Helen era un essere umano bello, premuroso, divertente e compassionevole. Era anche un’attrice di talento, impavida e magnifica. Ha elevato e reso umana ogni scena, ogni personaggio che interpretava. È stato un privilegio aver lavorato con questa donna brillante, aver condiviso così tante risate nel corso degli anni. Mi mancherà moltissimo la mia amica. Il mio amore e i miei pensieri sono con Damian e la sua famiglia».

Difficile accettare l’idea di dover dire addio a un’attrice carismatica e talentuosa come Helen McCrory. Seppur poco attiva sul grande schermo, Helen ha saputo distinguersi soprattutto nell’interpretazione di Polly Gray, regalando al personaggio un fascino criminale e un magnetismo inconfondibili, dietro cui – a detta della scrivente – si cela gran parte dell’incredibile successo riscosso dalla serie. In questo personaggio, infatti, è racchiuso il vero e proprio cuore pulsante della storia: Polly è la zia su cui si può sempre contare, ma anche l’indomabile nemica con cui nessuno vorrebbe mai rivaleggiare e l’instancabile guerriera capace di combattere contro tutto e tutti, persino contro sé stessa, senza mai dichiararsi sconfitta. La sua perdita lascerà un vuoto incolmabile, nella serie e nella realtà.

Vogliamo ricordarla così: con le parole pronunciate da Tommy Shelby, protagonista di Peaky Blinders, il giorno del suo 45esimo compleanno.

Arianna Arruzza

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...