Elisabetta Belloni: nuova direttrice del dipartimento che coordina i servizi segreti

Elisabetta Belloni è la nuova Direttrice generale del DIS, il Dipartimento delle informazioni per la sicurezza che coordina le attività dei servizi segreti italiani. Andrà a sostituire il prefetto Gennaro Vecchione dopo la nomina da parte di Mario Draghi il 12 maggio. È infatti il Presidente del Consiglio dei ministri ad avere la competenza sui servizi segreti, responsabile per le politiche di informazione ed, eventualmente, della scelta di un delegato. Tra i ruoli che gli spettano vi è quello di nomina delle cariche più alte nei servizi segreti.

Qual è la carriera professionale di Elisabetta Belloni e come sono organizzati e quali sono i compiti dei servizi segreti in Italia?

Carriera di Elisabetta Belloni

Laureata con lode all’Università LUISS in Scienze Politiche, intraprende la carriera diplomatica nel 1985 occupandosi in gran parte dell’area dell’Europa Orientale, viene promossa ad Ambasciatrice di grado nel 2014, il livello più alto nell’ambito. Ha ricoperto diverse cariche e ruoli di responsabilità all’interno del Ministero degli Affari Esteri, di cui diventerà segretaria generale nel 2016: tra il 2008 e il 2013 è Direttrice generale per la Cooperazione allo Sviluppo e, nei due anni successivi, delle Risorse e dell’Innovazione. Nel 2015 è stata Capo di Gabinetto del Ministero degli Esteri con Paolo Gentiloni.

Durante la sua carriera professionale ha dovuto affrontare svariate emergenze in cui erano coinvolti cittadini italiani nel mondo, tra cui l’invasione israeliana nel Sud del Libano del 2006 e diverse crisi dovute a fenomeni climatici. Negli anni in cui è stata capo dell’Unità di Crisi della Farnesina (dal 2004 al 2008), ha svolto un lavoro di modernizzazione e miglioramento dell’immagine dell’Unità di Crisi, anche con opere di agevolazione dei mezzi di comunicazione con i cittadini come il sito viaggiaresicuri.it, nell’ultimo anno diventato essenziale per fornire indicazioni riguardo al Covid-19 per chi deve muoversi verso o fuori dall’Italia.

I servizi segreti italiani

Non figurano in tv o sul grande schermo quanto la CIA, l’FBI o il KGB, ma anche in Italia abbiamo i servizi segreti: cerchiamo di descriverli in breve per capire meglio il ruolo che Belloni vi assume. Il compito di raccogliere informazioni e di garantire l’ordine pubblico affiancando la polizia viene affidato a diversi uffici fin dal 1863, ma solo nel 1977 saranno organizzati in modo più definito.
Con l‘ultima riforma del 2007 si è creato il Servizio di Informazione per la Sicurezza della Repubblica (SISR) , che si pone come raccordo tra istituzioni ed enti che se ne occupano; il Presidente del consiglio e l’eventuale Autorità delegata da lui nominata, un comitato interministeriale (CISR), il DIS, le due agenzie AISE e AISI. Per garantire trasparenza ed evitare un’eccessiva autonomia dell’esecutivo è stato infine creato il COPASIR, comitato parlamentare.

L’Agenzia informazioni e sicurezza esterna (AISE) ha competenze nell’ambito extraterritoriale, cerca minacce e opera il controspionaggio all’esterno del territorio italiano. L’Agenzia Informazioni e Sicurezza Interna (AISI) si occupa invece di ciò che avviene sul territorio nazionale, attua il controspionaggio e ricerca eventuali minacce agli interessi del Paese. L’attività delle due agenzie viene coordinata dal DIS: il dipartimento che gestisce le risorse dei servizi segreti e ne assicura l’unitarietà delle operazioni e strategie, oltre ad occuparsi della sicurezza informatica del Paese.

La cybersecurity è uno dei nuovi ambiti in cui l’intelligence deve operare in risposta alle sfide nate con la globalizzazione negli ultimi decenni e che l’ambasciatrice Belloni dovrà affrontare in qualità di Direttrice del DIS, un ruolo che si aggiunge ad una carriera ricca e importante durante la quale ha acquisito la stima del mondo politico in modo trasversale, una carriera in cui ha operato da “istituzionale”, come lei stessa si è definita, senza mai schierarsi politicamente.

Anna Franzutti

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...