L’evoluzione di RuPaul’s Drag Race

Nonostante un inizio abbastanza tiepido, la tredicesima edizione USA di RuPaul’s Drag Race sta arrivando all’ultimo episodio con il suo consueto successo. Dopo 12 anni di storia, il programma ideato dalla drag queen più famosa del mondo continua ad essere inarrestabile, annunciando addirittura l’inizio di altri due spin-off in Spagna e Australia. Quali sono gli ingredienti che hanno portato lo show al successo? Quali sono stati i problemi affrontanti nel corso della sua storia? In questo nuovo articolo, @privaterubberduck spiega quali siano i motivi per cui continua ad essere un elemento rilevante della cultura LGBTQ+ non solo USA.
#rupaulsdragrace #dragrace #dragqueen #lqbtq+ @rupaulsdragrace @dragraceukbbc @rupaulsdragcon @leedawsonpt

Leonardo – la serie TV tra realtà e finzione

Dal 23 marzo la Rai ha trasmesso in prima serata gli 8 episodi della sua nuova serie TV, Leonardo, incentrata sulla vita del famoso artista.
Attesa sia dal pubblico italiano che da quello internazionale, ha fatto molto parlare di sé, sia per gli aspetti positivi (scenografia, costumi e ambientazioni soprattutto), sia per quelli un po’ più discutibili: la serie infatti ha stravolto la vita di Leonardo, basando l’intera trama su un omicidio mai avvenuto di una persona mai esistita. Quale dovrebbe essere il limite tra fatti storici e fantasia?
Ce ne parla nel suo articolo Marta Fornacini.

#Leonardo #SerieTV #Rai #Storia #Arte #Rinascimento #Gioconda #UltimaCena #operedarte #martafornacini #ThePassword #Unito #ThePasswordUnito #linkinbio

Bridgerton e il politically correct

Divertente, romantica e decisamente leggera. Tra scelte “politically correct” e uno stile Regency rivisitato, sta facendo discutere. Stiamo parlando di Bridgerton, la serie che ha scalato le classifiche di Netflix in poco più di un mese. La recensione è di Monica Schianchi.

SanPa – Luci e tenebre di San Patrignano: la recensione.

Il nuovo articolo di Ginevra Gatti ci propone una recensione della nuova serie-documentario che ha scalato le classifiche Netflix: SanPa- luci e tenebre di San Patrignano.
In cinque puntate ripercorriamo la storia della comunità riabilitativa per tossicodipendenti più grande- e controversa- d’Europa e del suo fondatore.
Una serie che vi terrà incollati allo schermo in cerca di risposte a molte domande scomode e che vi farà riflettere sulla zona grigia che sta tra giusto e sbagliato.

I “fottutissimi” Peaky Blinders

Inghilterra, primo Dopoguerra. Siamo a Birmingham, nel quartiere di Small Heat. Qui comincia la storia dei Peaky Blinders, una gang di criminali, guidata dalla famiglia Shelby, il cui nome deriva dalla peculiare forma dei berretti che costituiscono il tipico outfit di ciascun adepto.
Sono tanti i motivi che dovrebbero spingerci alla visione di questo celeberrimo prodotto Netflix: primo fra tutti il grande realismo dell’ambientazione, capace di farci respirare, letteralmente, l’aria dell’epoca in cui ha luogo la vicenda. Colpisce, inoltre, l’elemento familiare, così ben delineato da farci sentire parte integrante della famiglia Shelby. Non da ultimo i personaggi femminili paiono avere, talora, un ruolo inaspettatamente superiore a quello maschile, anch’esso di per sé dominante. Possiamo aggiungere, infine, la classe e la bravura di Cillian Murphy, che interpreta Tommy Shelby, il boss della gang e che rappresenta, senza dubbio, il vero valore aggiunto della serie.

The Crown 4: la nuova stagione sulla famiglia reale britannica

Il 15 novembre scorso è finalmente approdata su Netflix la tanto attesa quarta stagione di The Crown.
Il periodo toccato da questi episodi va dal 1977 al 1990: sullo sfondo l’Inghilterra del tempo con la rivoluzione irlandese, la guerra delle Falkland, gli stravolgimenti economici e sociali.
In primo piano spiccano sicuramente due donne, due lady: da una parte la fredda e determinata Lady di Ferro, ovvero il Primo Ministro Margaret Thatcher, dall’altra la dolce Lady Diana, giovane sposa del futuro re d’Inghilterra Carlo.
Pare che la famiglia reale non abbia apprezzato la nuova stagione. Certo, la serie si attiene il più possibile alla realtà, anche con una ricerca ossessiva dei dettagli; ricordiamoci però che si tratta di una serie TV e in quanto tale il suo scopo principale è l’intrattenimento.

“Mrs America”: l’eterna lotta per i diritti delle donne

Uscita per la prima volta già ad aprile ma trasmessa solo in questi giorni in Italia dalla versione plus di Tim Vision, Mrs America ci racconta la storia dell’attivismo femminista degli anni ’70 negli Stati Uniti.Il filo conduttore di questi nove episodi è la storia dell’approvazione dell’ERA, l’Equal Rights Amendment, una proposta di emendamento alla…

Emily in Paris: tra Parigi e cliché

L’abbiamo scoperta, l’abbiamo immaginata, l’abbiamo attesa: ora Emily in Paris è arrivata e si è già lasciata dietro un’enorme quantità di chiacchere. Se qualcuno si sta ancora chiedendo di cosa stiamo parlando, rimediamo subito: Emily in Paris è la nuova serie originale Netflix, uscita sulla piattaforma il 2 ottobre scorso, ideata da Darren Star, creatore…