Mind The Gap: definire la non conformità

Mind The Gap colpisce ancora con il tema della “non conformità”, a partire da una questione cruciale: come la si può definire?
La nostra redattrice @origin_ale affronta, in questo articolo, alcune delle tematiche emerse durante la tavola rotonda dell’08/05. Un dibattito ritmato da idee e da spunti di riflessione particolarmente formativi si è evoluto in dilemmi di elevata importanza femminista… e non solo.
@midthegap_fest
@circololettori
@offtopictorino
@femminismoquotidiano
@caraseimaschilista
@belledifaccia
#unito #thepasswordunito #femminismointersezionale #femminilità #mindthegap #offtopic #circolodeilettori #donne #corpinonconformi #anticonformismo #conformità #omologazione #bellezza #stereotipi #capitalismo #economiaindividualista #riflessioni #confronto #tavolarotonda #conformizzare #assistenzialismo #disabilità #produttività #mondo

La non-violenza: resistenze passive nel tempo e nello spazio

Le piccole azioni dei contadini in Malesia, i digiuni di Gandhi, gli Sdraiati in Cina. Forme diverse di uno stesso fenomeno: la resistenza passiva.

Questo atteggiamento non si fonda banalmente sull’assenza totale di reazione da parte della della popolazione sottomessa, bensì sulla disobbedienza civile non-violenta: ossia sul rifiuto attivo di determinate regole, leggi o ideologie in modo pacifico.

La nostra redattrice @em.agli nel suo ultimo articolo ci parla delle diverse declinazioni di questo concetto, che variano a seconda del tempo, dello spazio e delle condizioni in cui i resistenti sono costretti a vivere e che arrivano fino ai giorni nostri.

#resistenzapassiva #Gandhi #Malesia #sdraiati #nonviolenza #Cina #satyagraha #JamesScott #thepassword #emilyaglì #thepassowrdunito #unito

Perché l’Occidente sceglie il Ruanda

Il 14 aprile 2022 il segretario di stato britannico, Priti Patel, e il ministro degli affari esteri ruandese, Vincent Biruta, hanno siglato un accordo di partenariato sulle migrazioni.

Lo scopo britannico è quello di trasferire in Ruanda i richiedenti asilo. Ma il Regno Unito non è il solo paese a siglare accordi con il Ruanda: Danimarca e Israele l’hanno preceduta.

Se volete saperne di più, dunque, non vi resta che leggere il nuovo articolo del nostro redattore, Manuele Avilloni.

#rifugiati #asilopolitico #BorisJohnson #RegnoUnito #Ruanda #danimarca #israele #migranti #thepassword #thepasswordunito

Artivismo: l’arte scende in campo

L’arte non è solo rappresentazione, ma anche responsabilità.

In queste settimane alcuni artisti contemporanei hanno messo all’asta le loro opere per aiutare l’Ucraina, altrettanti street artist hanno rivendicato sui muri il loro “no” alla guerra, e si è molto discusso delle opere d’arte russe nei musei italiani e non solo.

In che senso l’arte può fare politica e cosa si intende con il termine “artivismo”? Ce ne parla Rebecca nel suo ultimo articolo.

#arte #artecontemporanea #streetartist #ucraina #art #banksy #artivismo #attivismo #politica #vincenzotrione #streetart #pace #peace #ThePassword #unito #ThePasswordUnito

Francia: aspettando il ballottaggio delle Presidenziali 2022

A due settimane dalle prime votazioni, domenica 24 aprile i francesi torneranno alle urne per il secondo turno di queste elezioni presidenziali 2022. I candidati sono, come 5 anni fa, il Presidente uscente Emmanuel Macron e la sfidante di estrema destra Marine Le Pen. Con la redattrice Marta Fornacini conosciamo meglio le figure di questi due leader e il percorso di cambiamento che hanno affrontato dalle ultime elezioni del 2017. Chi sarà, alla fine, il nuovo Presidente?

#PresidentedellaRepubblica #Francia #presidenziali #presidenziali2022 #elezionifrancesi #ballottaggio #24aprile #Macron #LePen #duello #EnMarche! #RassemblementNational #politica #thepasswordunito #unito

Francia: i risultati del primo turno per le elezioni presidenziali 2022

Il 10 aprile scorso si è tenuto in Francia il primo turno delle elezioni Presidenziali 2022, che vedranno il secondo turno, o ballottaggio, svolgersi invece domenica 24. Le elezioni 2022 porteranno all’Eliseo un nuovo Presidente, Marine Le Pen, o riconfermeranno quello attuale, Emmanuel Macron. Se la seconda ipotesi dovesse avverarsi sarebbe soltanto la terza volta nella storia della V Repubblica, con François Mitterand e Jacques Chirac.
Ma chi erano gli altri candidati a queste elezioni? Quali sono stati i risultati e che cosa ci dicono questi numeri sul clima politico francese? Ce ne parla Marta Fornacini nel suo nuovo articolo.

#Francia #elezioni #presidenziali2022 #elezionipresidenziali #elezionifrancesi #Macron #LePen #Zemmour #Hidalgo #Pécresse #Mélenchon #Eliseo #ballottaggio #politica #politicainternazionale #politicafrancese #unito #thepasswordunito

La settimana lavorativa di quattro giorni funziona?

Lavorare tanto non è sinonimo di lavorare bene: lo mostrano i dati. L’Italia è il paese in cui si lavora di più ma non il più produttivo. Questo è uno dei motivi per cui si discute della possibilità di ridurre la settimana lavorativa a quattro giorni.
Attraverso tre casi tipo (Spagna, Scozia e Belgio) la nostra redattrice Natasha Asunis ci mostra i lati positivi e negativi di questo nuovo fenomeno.

#settimanalavorativa #lavoro #OCSE #Eurostat #produttività #thepassword #thepasswordunito #natashaasunis

Migrazione e verità silenti. Bani Walid tra lucro e torture

I legami tra Italia e Libia in tema di migrazione continuano, ma c’è da chiedersi se la rotta assunta promuova l’umanità o se, al contrario, la ostacoli.

Vita e morte come oggetto del gioco del denaro che “insabbia” realtà concrete, ma ben celate.

#Libia #Italia #Flussimigratori #Migrazione #Vita #Morte #Torture #BaniWalid #Storia #colonialismo #Giolitti #politica #informazione #ThePassword #ThePasswordUnito #Scatolonedisabbia #unito #MarMediterraneo #barconi #tratta #deserto #sudore #Viteumane #Persone #Tripoli #Memorandum #Torture #sevizie #rispediamoli #accogliamoli #approdo

@amnestyitalia
@amnesty

Brasile: l’MST e la sua resistenza attiva

In Brasile, alla fine del periodo coloniale, non avvenne una redistribuzione delle terre come accadde in altre ex-colonie. Conseguenza di questa situazione è l’alta concentrazione di terre sotto il controllo di grandi latifondisti, che si sono accaparrati questi spazi attraverso titoli di proprietà falsi. Il land grabbing non è però l’unico problema del Paese: la disuguaglianza si fa sentire anche nell’accesso all’istruzione, per esempio. Queste e molte altre sono le difficoltà per cui si batte il Movimento Sem Terra attraverso la resistenza attiva: occupando spazi in vari modi, fa sentire la propria voce.
Ce ne parla la nostra redattrice @em.agli nel suo ultimo articolo.

#MST #movimentosemterre #Brasile #landgrabbing #resistenzaattiva #massacrodibrasilia #thepassword #thepasswordunito #emilyaglì

Mayotte: la porta secondaria d’Europa

Mayotte è un’isola dell’Oceano Indiano. Nonostante essa si trovi a più di 8000 km di distanza dalla Francia, è il suo 101° dipartimento.
In questo Oltremare francese, i migranti cercano con non poca difficoltà di entrare nell’Unione Europea.
Arrivati lì però si rendono conto di quanto la loro vita non possa migliorare: questo territorio è il dipartimento francese più povero, con un tasso di disoccupazione che si avvicina al 26%.
Inoltre, una volta che sono riusciti ad attraccare, accade molto spesso che vengano intercettati ed espulsi, nonché attaccati dagli abitanti dell’isola che li accusano di essere la causa di tutti i problemi economici.
La nostra redattrice Natasha Asunis ce ne parla nel suo ultimo articolo.

#immigrazione #mayotte #comore #isolecomore #ue #unioneeuropea #francia #territoridoltremare #dipartimentidoltremare #migranti #accoglienza