“MUSICA OVUNQUE” Torino: call to action

La settimana della musica torinese non si è esaurita solamente attraverso l’Eurovision Song Contest, bensì con una chiamata alle arti rivolta a tutti gli artisti del territorio piemontese.

La nostra redattrice Martina Rosso ce ne parla nel suo articolo “Musica Ovunque: call to action”.

@eugenioinviadigioia
@gruppo_iren
@tamangox3

#EurovisionSongContest2022 #EurovillageParcoDelValentino #CittàDiTorino #MusicaOvunque #EurovisionInTurin #thepasswordunito #thepassword #unito

Cinque account Instagram sulla cucina vegetale

Chi ha detto che la cucina vegetale debba essere noiosa? Grazie ai social è possibile conoscere ricette provenienti da ogni parte del mondo. Nella forma di videoricette, sono le nuove protagoniste di TikTok, reels e storie. Una rielaborazione in chiave plant-based di piatti appartenenti a diverse tradizioni culinarie. Quali account Instagram seguire per chi ha voglia di cambiare la propria dieta? Ce ne parla la nostra redattrice Giulia Marianna Dongiovanni.

@cucinabotanica
@okonomikitchen
@shreyaskitchen2
@dorastable
@littleveganwitch

#thepassword #thepasswordunito #cucina #cucinvavegan #cibo #vegetariano #salute #cibosostenibile #food #alimentazione

Il danno ambientale della fast fashion

Vi siete mai chiesti come sia possibile pagare capi di abbigliamento al prezzo di un pacco di patatine? La risposta a questa domanda risiede nelle problematiche ambientali e umanitarie legate all’industria della moda, seconda solo a quella del petrolio in termini di inquinamento.

Il suo impatto ambientale si è aggravato negli anni a causa della fast fashion. Ma di cosa si tratta, e perchè rappresenta un problema per il pianeta? Trovate la risposta nella prima parte del nuovo articolo di Dalila.

TAG IG:
@parlasostenibile
@swapush
@atelier_riforma
@humanashtorino
@greenchic.it
@elenaclaramaria

TAG FB:
@ParlaSostenibile
@swapush
@humanasecondhandtorino
@AtelierRiforma

#fastfashion #secondhand #impattoambientale #industriatessile #inquinamento #inquinamentoidrico #emissioniCO2 #slowfashion #cotonebiologico #humana #vinted #depop #rifolab #greenchic #thepassword #thepasswordunito

Brasile: l’MST e la sua resistenza attiva

In Brasile, alla fine del periodo coloniale, non avvenne una redistribuzione delle terre come accadde in altre ex-colonie. Conseguenza di questa situazione è l’alta concentrazione di terre sotto il controllo di grandi latifondisti, che si sono accaparrati questi spazi attraverso titoli di proprietà falsi. Il land grabbing non è però l’unico problema del Paese: la disuguaglianza si fa sentire anche nell’accesso all’istruzione, per esempio. Queste e molte altre sono le difficoltà per cui si batte il Movimento Sem Terra attraverso la resistenza attiva: occupando spazi in vari modi, fa sentire la propria voce.
Ce ne parla la nostra redattrice @em.agli nel suo ultimo articolo.

#MST #movimentosemterre #Brasile #landgrabbing #resistenzaattiva #massacrodibrasilia #thepassword #thepasswordunito #emilyaglì

Oh tempora! Oh mores! Anche gli antichi Romani inquinavano

Negli ultimi decenni, l’#inquinamento e i #cambiamenticlimatici sono concetti entrati purtroppo a far parte della nostra quotidianità in maniera persistente… Ma tutto ciò risale a poco tempo fa, oppure a molto addietro? Ad esempio, data la sua vastità, l’impero romano ha, per così dire, influito sulle temperature dell’epoca. In che modo?

Ce ne parla il nostro redattore @nicolagautero nel suo ultimo articolo.

#curiosità #climatechange #cambiamenticlimatici #pollution #inquinamento #storiaromana #storiagreca #thepassword #thepasswordunito

Ghiaccio ultima fermata

A fine febbraio, mentre l’Europa vedeva scoppiare una guerra, giungeva sommessa la notizia che il ghiaccio antartico aveva raggiunto la sua minima estensione da quando sono iniziate le misurazioni. Non si può dire che la notizia sia giunta inaspettata: l’Antartide è un ottimo indicatore della salute del Pianeta, ed è chiaro e sotto gli occhi di tutti che la Terra è malata.

Ce ne parla il nostro redattore Davide Borchia.

#emergenzaclimatica #ghiaccio #ghiacciai #feedback #effettofeedback #ecologia #cambiamentoclimatico #attualità #davideborchia #thepassword #thepasswordunito

Il sole in bottiglia: la fusione nucleare

Croce e delizia della ricerca in fisica sperimentale, la fusione nucleare rappresenta da ormai più di mezzo secolo il Sacro Graal delle energie pulite. Eppure, nonostante gli immensi sforzi, l’umanità sembra non riuscire a creare un pezzo di Sole sulla Terra. Davide Borchia ci offre una panoramica di passato, presente e futuro della più sfuggente delle tecnologie.

#tecnologia #nucleare #innovazionetecnologica #fusionenucleare #iter #energianucleare

L’eruzione di Tonga – cenere e lava

Il 15 gennaio 2022 il vulcano Hunga Tonga – Hunga Ha’apai finisce il suo periodo di attività con un’eruzione di proporzioni gigantesche. Per la prima volta le immagini di un tale evento circolano intorno al mondo in tempo reale: ce ne parla Davide Borchia nel suo nuovo articolo.

#vulcano #eruzione #lava #hungatonga #tonga #crisiclimatica #clima #lava #thepassword #thepasswordunito #unito

VINOKILO: L’ABBIGLIAMENTO SOSTENIBILE CHE PAGHI AL PESO

La nostra redattrice Siani Federica ci fa entrare nella realtà di Vinokilo, un temporary shop di abbigliamento vintage, che si paga in base al peso. La slow fashion sta prendendo sempre più spazio nella nostra economia, non solo a ribadire il fascino di un capo di abbigliamento unico e vintage, ma anche la sua rilevanza in termini di impatto ambientale. L’idea di Robin Balser, infatti, è quella di incentivare un’economia circolare, che sia il più sostenibile possibile in tutti i suoi passaggi: a Vinokilo perfino i pagamenti sono più green, grazie alla scelta di accettare solo pagamenti virtuali.
Scopriamo insieme l’esperienza di Vinokilo, che è arrivata anche a Torino il terzo week end di gennaio.

#vintage #slowfashion #vinokilo #bunkertorino

VEGANUARY. A GENNAIO SI FA LA SFIDA VEGANA

Non esiste mese dell’anno più giusto che gennaio per accettare la sfida del Veganuary: la challenge che consiste nel nutrirsi per un mese solo di alimenti plant-based. L’obiettivo di certo non è quello di trasformare tutti i partecipanti in vegani professionisti, perché spesso è complicato riconoscere alcuni elementi come 100% di origine animale, dunque sbagliare è davvero facile. Accettando questa sfida vegana, si sperimenta un’ alimentazione che non solo fa bene alla salute, ma va incontro alla salvaguardia dell’ambiente e degli animali. Scopri di più sul Veganuary nell’articolo di Federica Siani.

#salute #ecologia #ambiente #attualità #etica #vegan #vegano #veganfriendly #alimentazionevegana #prodottivegani #veganuary #plantbased #cucinavegana #cucinabotanica #carlottaperego #alimentazionevegetale #movimentovegano #thepassword #thepasswordunito #federicasiani