Il caso “Salvator Mundi”: è reale ciò che vogliamo che lo sia

Cosa succede quando si mette nella stessa frase Leonardo da Vinci e quadro perduto?
Credo che in pochi penserebbero all’inverosimile vicenda del Salvator Mundi, raccontata nel recente documentario “Leonardo. Il capolavoro perduto”: un dipinto trovato per caso che per un sospetto viene attribuito al gran Maestro e finisce per diventare l’opera più costosa nella storia dell’arte.
In un mercato artistico sempre più ossessionato dal profitto e oscurato da compratori anonimi e strategie politiche, si scopre quanti interessi si muovano dietro un’opera e quanto poco basti per rendere reale ciò che sospettiamo solo lo sia.

#arte #salvatormundi #leonardodavinci #dipinto #leonardoilcapolavoroperduto #operadarte #mostra #asta #davinci

Marcell Jacobs, un fulmine al Salone del Libro

In occasione della XXVIV edizione del Salone internazionale del Libro di Torino, l’oro olimpico sui 100 metri piani alle scorse Olimpiadi Marcell Jacobs, è stato ospite per promuovere la sua autobiografia “Flash – La mia vita” (Piemme).

Il nostro redattore Matteo Revellino ha assistito alla conferenza durante la quale il campione dell’atletica leggera ha parlato di sé andando a toccare vari temi, dallo sport alla vita privata, ai microfoni di Marco Ventura e di Giordano Meacci.

Tag ig:
@crazylongjumper
@salonelibro
@atleticaitaliana

#jacobs #olimpiadi #salonedellibro #oro #cultura #libro #flash #gara #atletica

Our Flag Means Death: la serie inedita della quale c’è il bisogno

Our Flag Means Death è la nuova hit series a tema piratesco di HBO Max con un cast che include star come Taika Waititi. Anche a distanza di mesi dopo la fine della prima stagione lo share non fa che aumentare, e l’internet non cessa di farsi sentire per avere una continuazione, visto il cliffhanger finale e, soprattutto, visto che è stato proprio il web a scoprirla, tramite il passa parola.
Ma perché questa serie è diventata così importante soprattutto negli spazi LGBTQ+ e nell’epoca del queerbaiting? E perché l’Italia dovrebbe esportarla subito? Ce ne parla la nostra redattrice Gaia Sposari!

#ourflagmeansdeath #renewourflagmeansdeath #ofmd #hbo #hbomax #lgbt #taikawaititi #rhysdarby

Mind The Gap: definire la non conformità

Mind The Gap colpisce ancora con il tema della “non conformità”, a partire da una questione cruciale: come la si può definire?
La nostra redattrice @origin_ale affronta, in questo articolo, alcune delle tematiche emerse durante la tavola rotonda dell’08/05. Un dibattito ritmato da idee e da spunti di riflessione particolarmente formativi si è evoluto in dilemmi di elevata importanza femminista… e non solo.
@midthegap_fest
@circololettori
@offtopictorino
@femminismoquotidiano
@caraseimaschilista
@belledifaccia
#unito #thepasswordunito #femminismointersezionale #femminilità #mindthegap #offtopic #circolodeilettori #donne #corpinonconformi #anticonformismo #conformità #omologazione #bellezza #stereotipi #capitalismo #economiaindividualista #riflessioni #confronto #tavolarotonda #conformizzare #assistenzialismo #disabilità #produttività #mondo

La non-violenza: resistenze passive nel tempo e nello spazio

Le piccole azioni dei contadini in Malesia, i digiuni di Gandhi, gli Sdraiati in Cina. Forme diverse di uno stesso fenomeno: la resistenza passiva.

Questo atteggiamento non si fonda banalmente sull’assenza totale di reazione da parte della della popolazione sottomessa, bensì sulla disobbedienza civile non-violenta: ossia sul rifiuto attivo di determinate regole, leggi o ideologie in modo pacifico.

La nostra redattrice @em.agli nel suo ultimo articolo ci parla delle diverse declinazioni di questo concetto, che variano a seconda del tempo, dello spazio e delle condizioni in cui i resistenti sono costretti a vivere e che arrivano fino ai giorni nostri.

#resistenzapassiva #Gandhi #Malesia #sdraiati #nonviolenza #Cina #satyagraha #JamesScott #thepassword #emilyaglì #thepassowrdunito #unito

Mind The Gap: decostruire per un futuro più equo

L’8 maggio si sono tenuti gli eventi conclusivi di Mind The Gap, festival del femminismo intersezionale. I due incontri di questa giornata, a cui abbiamo partecipato, hanno avuto al centro il tema della decostruzione: per raggiungere un mondo più equo rispetto a quello in cui viviamo, è necessario cambiare le lenti con cui guardiamo e trattiamo determinati argomenti. Questo sia per quanto riguarda come intendiamo il femminismo in Occidente, sia riguardo alla rappresentazione della disabilità nel mondo dello spettacolo. Mettersi in discussione non è facile, ma di sicuro tutti gli sforzi fatti porteranno ad una società paritaria.

#femminismodecoloniale #decostruire #uguaglianza #disabilità #mindthegap #thepassword #ThePasswordUnito

Sulle ali della danza: Virginia e Martina si raccontano.

Creatività e determinazione contraddistinguono Virginia, mentre spicca Martina per dolcezza e lucidità: sono le sorelle Di Carlo. Dal 2019, hanno tradotto la loro passione sfrenata per la danza in una scuola che accoglie ballerini normodotati e disabili. Un vero e proprio progetto d’inclusione in fase di sviluppo, che spicca il volo verso l’abbattimento delle barriere fisiche e mentali della disabilità.
#alessiacongiu #thepasswordunito #thepassword #danza #giovani #scuoladidanza #specialangelsdanceschool #disabilità #oltreilimiti #nobarriere #determinazione #virginiadicarlo #martinadicarlo #sorelledicarlo @special_angels_dance_school
@tedxcuneo
@redazioneiene

Mind the Gap: parlare di femminismo

Lo scorso weekend, a Torino, si è tenuta la seconda edizione del festival Mind The Gap, un’occasione per parlare di femminismo in ogni sua forma, in vari luoghi della città.

Con questo articolo la nostra redattrice, Marta Fornacini, ci riporta i momenti salienti di due tra questi incontri: “Parliamo di donne!”, tenuto da Levante e Mauro Berruto e “Parole, Rappresentazioni, Normatività: dal sessismo linguistico al linguaggio inclusivo”, con la partecipazione di Federico Faloppa, Ethan Bonali, Vera Gheno e Martina del Romano.

#mindthegap #femminismo #donne #inclusività #linguaggio #linguaggioinclusivo #sport #musica #eventi #conferenze #Torino #thepasswordunito #unito

@levanteofficial
@mauroberruto
@mindthegap_fest
@circololettori
@offtopictorino
@ffaloppa
@ethanbonali
@a_wondering_sociolinguist
@almostred
@ma_brecht

Record Store Day: salviamo i negozi di dischi!

Ormai si sa, i vinili sembrano essere tornati in voga, specialmente tra le persone di giovane età. Ma quello che forse non tutti sanno è che i negozi di dischi indipendenti sono sempre di meno, e che ogni anno lottano per non estinguersi in un mondo dominato dalla tecnologia. La ritrovata popolarità del vinile, inoltre, non sembra sempre giocare a loro favore.

In questo articolo Monica Poletti (@xmonjca) ci parla del Record Store Day, la giornata che intende celebrare a livello mondiale proprio questi piccoli negozi indipendenti.

#recordstoreday #vinili #musica #dischi #23aprile #negozididischi #vinyl #music #vinyllover #vintage #dischiinvinile #ThePassword #ThePasswordUnito #Unito

Dietro le quinte dell’Eurovision

Il 10, 12 e 14 maggio Eurovision Song Contest aprirà le proprie porte al pubblico ospitandolo presso la città di Torino. La settimana precedente quella del festival è stata costellata da conferenze stampa, prove generali e incontri con i cantanti appena arrivati al Pala Olimpico. The Password, in quanto membro dell’Online Press Center, ha avuto la possibilità di partecipare agli eventi e di vedere in anteprima le esibizioni degli artisti. Tutte le curiosità (e spoiler!) a riguardo nell’ultimo articolo di @giulia_calvi.

@eugenioinviadigioia
@subwoolfer
@andreamusic20
@mahmood
@blanchitobabe
@emmamuscat_official
@achilleidol

#eurovision #ESC2022 #mahmood #blanco #torino #turin #thesoundofbeauty #eurovisioninturin