Piemorte: chi c’è dietro il Lato Oscuro del Nord-Ovest?

The Password incofntra Matteo, universitario di 26 anni, nonché fondatore di PIEMØRTE, storpiatura gotica di Piemonte, una pagina Facebook che ironizza sulle ombre delle nostre città, che in effetti, spesso, sono un po’ tenebrose.

12032037_416620228543727_1684694292750172488_nCome nasce l’idea di Piemorte?
Non è stata una cosa programmata. Quest’estate, io e un mio amico, Paolo, dopo una serata come tante, abbiamo riflettuto sulla nebbia dei nostri luoghi e abbiamo definito ironicamente l’atmosfera delle nostre serate un po’ lugubre. Così, ridendo e scherzando, è nata la prima cartolina, per l’appunto quella di Novi Lugubre, anche se sappiamo di non essere stati i primi a utilizzare questa definizione per Novi Ligure.
Grazie a un altro mio amico di Torino e alla sua creatività, abbiamo cominciato a coniare altri nomi di città, sempre per ridere un po’ tra di noi, fino a quando, per gioco, abbiamo fondato la pagina di Piemorte, in cui abbiamo cominciato a postare le nostre cartoline, nel nostro format tipico, in cui sullo sfondo mettiamo una foto in bianco e nero della città in questione con il nome “piemortizzato” e con a lato la sagoma del cantante norvegese metal Kvitrafn, estrappolata da un suo famoso album fotografico. Abbiamo scelto lui proprio perché trasmette un’aria sicuramente lugubre e inquietante ed è un po’ come se lui stesso mandasse i saluti dalle varie località.

L’idea è piaciuta subito al pubblico?
12322501_433123456893404_4846875874739487197_o
In realtà no. Solo dopo qualche mese di stallo, la pagina ha cominciato a prendere piede proprio grazie alle persone che ci seguivano, che hanno a loro volta taggato i loro amici sotto le cartoline delle città di appartenenza, rendendo il tutto virale. Sicuramente non ci aspettavamo che si sarebbe diffusa così tanto.

12360401_432356256970124_3001702589214995367_nDato il successo di Piemorte, è nata anche Lugubria. Sono in cantiere progetti di altre regioni?
Lugubria è stato il seguito molto richiesto di Piemorte, perché deciso di accontentare le molte richieste che ci erano arrivate riguardo alla Liguria. Comunque non abbiamo in mente di fare altre pagine, proprio perché siamo partiti concentrandoci sul cosiddetto lato oscuro del nord-ovest e non ce la sentiamo di espanderci ulteriormente: abbiamo ancora molto di cui scrivere della nostra zona, includendo Piemonte, Liguria e Valle D’Aosta.12369210_433659646839785_940164200974985456_n

Quali sono le città meglio riuscite?
Sicuramente le prime, tra cui Novi Lugubre, Prato Nervoso, ma anche Borgo Mannaro, KuKluxKuneo, Borgo San T’Ammazzo. Insomma, amo tutte quelle che mi fanno davvero ridere, perché ci divertiamo proprio a crearle e anche a ricevere le idee dai fan.

C’è anche ormai stato il primo evento. Com’è andato? Ci saranno altri eventi targati Piemorte?
Il primo si è svolto all’Area 51 di Vignole Colera (Vignole Borbera), in concomitanza a un tributo ai Guns’n’Roses e agli ACDC, in cui abbiamo potuto inserire il nostro primo raduno, in cui abbiamo anche distribuito i nostri gadget. Il prossimo, invece, si svolgerà a Torino il 26 Febbraio nel locale Lavanderie Ramone, nella speranza comunque di continuare a organizzare eventi.

Il Piemonte quindi è davvero solo nebbia e tenebre, o c’è di più?
Sottolineando che questa pagina ha il solo scopo di farsi qualche risata e che nessuno ci dovrebbe prendere sul serio, in una prospettiva più filosofica si potrebbe dire che in realtà ci fa vedere le nostre terre da un altro lato, quindi in modo nuovo. In molti scappano dalle nostre pianure nebbiose, per poi finire in città ancora più nebbiose, solo più grosse e caotiche. Proprio per questo forse Piemorte aiuta ad apprezzare con un sorriso in più i nostri paesaggi, che non hanno poi nulla da invidiare ad altri posti. Bisogna imparare ad apprezzare i propri luoghi, anche con la nebbia.

Un commento Aggiungi il tuo

  1. Cane ha detto:

    Dio KuKluxKuneo nooo cambiatelaaaa, non si può sentire e non fa ridere. La Granda è in rivolta

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...