Bianco e Noir: il corto vincente del Concorso 50 ore

La richiesta era creare in 50 ore di lavoro un thriller/noir dalla durata massima di 5 minuti con alcuni elementi obbligatori: il Parco della Pellerina come location, Debora Leone come figurante, un piede di porco come oggetto di scena… E la Drkroom Pictures non si è fatta scoraggiare: ha dato il meglio di sé attraverso la combinazione di questi e ad altri elementi, arrivando alla vittoria.

Vi è stato difficile rientrare negli standard?

La maggior difficoltà che abbiamo riscontrato, oltre alla tempistica naturalmente, è stato inserire l’attrice preposta dalla produzione. Non conoscendola le abbiamo ritagliato un ruolo attorno cercando di valorizzarla al meglio pur seguendo le nostre linee guida.

drkroomCome nasce l’idea di Bianco e Noir?

L’idea iniziale, che non riveliamo approfonditamente perché potremmo riutilizzarla, è nata dal voler mettere in scena un thriller/noir con elementi di fantascienza. Lo scambio della valigetta sarebbe dovuto culminare con l’ingresso in scena degli alieni. Ciononostante, anche a causa dei tempi stretti, abbiamo ridimensionato il tutto.

La Drkroom Pictures è estremamente eterogenea. Come avete formato lo staff?

La DRK nasce da una precisa idea: dare spazio a chi non ha esperienza, per realizzare le proprie idee al massimo delle nostre possibilità di produzione. Noi della DRKROOM siamo convinti che ogni singola figura del cinema sia importante, dal primo attore al figurante, dal regista all’ultimo degli elettricisti. Rimanendo fedeli a questa convinzione cerchiamo sempre di ascoltare ogni parere, anche di chi non ha esperienza nel campo, perché le buone idee possono nascere da chiunque e tutti sono importanti nel processo creativo che porta una storia sullo schermo.

Avevate già prodotto altri lavori prima di questa vittoria?

Sì, abbiamo prodotto diversi cortometraggi. L’ultimo di questi, STILL, un post-apocalittico che vuole sensibilizzare sul tema ambientale; ha riscosso un inaspettato successo vincendo il primo premio a Visioni Italiane, nella categoria Visioni Ambientali, il concorso organizzato dalla Cineteca di Bologna. È stato inoltre proiettato al film festival di Bangalore, in India, all’Ecozine Film Festival di Saragozza in Spagna, al film festival Ce L’ho Corto di Bologna. Pochi giorni fa ha vinto il premio del pubblico al “I corti dei Fabbri” a Trieste. Sta partecipando ad altri concorsi ed entro qualche mese verrà pubblicato online.

Avete in serbo altri progetti?

Sì, abbiamo in cantiere un videoclip musicale e altri due cortometraggi sono in fase di scrittura. Una piccola web serie è un’idea che ci frulla in testa da un pezzo. Se volete seguire le nostre produzioni trovate DRKROOM PICTURES su youtube, facebook e twitter.

Veronica Repetti

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...