7 buoni motivi per guardare (e amare) Rick and Morty

Rick and Morty è una serie animata americana ideata da Justin Roiland e Dan Harmon per Adult Swim. Attualmente si possono trovare su Netflix le prime tre stagioni, ma grazie al suo successo immediato è appena stata rinnovata per altri 70 episodi. Volendo ridurre il contenuto dello show in una breve sintesi (che non gli rende certamente giustizia) si potrebbe dire che racconta le avventure di uno scienziato folle e geniale e del suo ingenuo nipote adolescente attraverso mondi paralleli e assurde realtà alternative popolate da strani alieni e cloni. Ma perché ultimamente se ne parla tanto? La vera domanda è: perché ci sono persone che non l’hanno ancora vista? Ecco qui 7 buone ragioni per chiudere i libri e lanciarsi in questa bizzarra avventura.

È geniale

Ciò che rende questa serie davvero unica nel suo genere è l’intelligenza con cui vengono affrontati temi controversi come l’omosessualità, il razzismo, la violenza, la religione, la droga, la sessualità… E’ un’irriverente critica di tutto ciò che la società tende a nascondere e a considerare come un tabù, infatti è sorprendente con quanta spregiudicatezza vengano trattati questi argomenti, mettendo lo spettatore di fronte alla nuda e cruda realtà dei fatti, senza peli sulla lingua. 

È divertente

Genio e comicità sono due facce della stessa medaglia. La risposta a domande profondamente serie e delicate è un atteggiamento a dir poco dissacrante e blasfemo. Avviene un ribaltamento delle reazioni comuni e istintive che l’uomo avrebbe se si trovasse di fronte a certe situazioni. Questa reazione “alternativa”, che provoca straniamento proprio perché non appartiene alla sfera della nostra banale quotidianità, non è tuttavia da considerarsi come una risposta superficiale, ma piuttosto come un invito a prendere la vita con più leggerezza e uscire dall’illusoria “comfort zone”. L’ironia e la satira sono qualità che appartengono a persone profonde e acute che sanno andare oltre il becero moralismo. 

È complicata

Se vi aspettate una serie con episodi auto conclusivi senza capo né coda vi sbagliate di grosso. I personaggi, tutti dotati di una propria complessa personalità che tende ad evolversi e a mutare in continuazione, seguono filoni narrativi ben precisi che vengono lasciati in sospeso e ripresi nel corso dei differenti episodi, molti elementi sono di fondamentale importanza per comprendere le vicende stesse e (come in tutte le serie che si rispettino) è richiesta allo spettatore una grande attenzione ai dettagli, in modo da poter cogliere tutto ciò che lo show ha da offrire; dai singoli dialoghi, che spesso e volentieri contengono citazioni, sottilissime critiche, doppi sensi e messaggi subliminali, a una trama da non sottovalutare assolutamente.

È ricca di suspance e colpi di scena

Come è già stato detto la trama ha una sua complessità, per questo non possono mancare i momenti di forte tensione. Si consiglia di guardare la serie seguendo l’ordine (e non dimenticate che dopo i titoli di coda la storia continua!)

È (a)morale

Non è incoerente dire che grazie a personaggi amorali, spregevoli e negativi si imparano le lezioni più preziose. Nonostante la serie sia improntata sulla satira e il grottesco c’è sempre qualcosa di molto profondo che lo spettatore può cogliere tra una risata (spesso amara) e l’altra. Ci limitiamo a dire che non è tutto come sembra; questa serie riflette la vera essenza dell’uomo che istintivamente nasconde la sua vera natura dietro atteggiamenti costruiti perché in fondo si sente vulnerabile e debole e teme di rimanere ferito.

È emozionante

È una serie carica di cinismo e valutazioni pessimistiche sul genere umano, non mancano infatti momenti di profonda riflessione dove tutto quello che lo spettatore può fare è ammettere quanto imperfetto e meschino sa è essere l’uomo e quanto la realtà sia diversa da come la immagina. Per i più ottimisti non temete, non mancano momenti di commozione e dolcezza (anche se quasi sempre sono impliciti e in eterna lotta con i demoni interiori che trascinano l’uomo in un inevitabile abisso di solitudine e disperazione).

Perché lo diceva Stephen Hawking!

Pare che il genio della fisica contemporanea per eccellenza abbia affermato in un’intervista che i fan di Rick and Morty sono persone che hanno un quoziente intellettivo molto elevato. Quindi che cosa aspettate? Andate a farvi una cultura e dimenticatevi della sessione estiva, a chi serve una laurea quando ci sono infiniti universi? In uno di questi avremo già sicuramente un lavoro o forse saremo dei milionari nullafacenti che sfruttano i giacimenti di petrolio per arricchirsi, che vogliamo di più?

Eleonora Grossi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...