Roberto Bolle and Friends al Regio – I più grandi talenti del mondo a Torino

di Chiara Dalla Longa

Nicoletta Manni (Teatro alla Scala), Federico Bonelli e Sarah Lamb (The Royal Ballet), Julie Kent, Hee Seo, Skylar Brandt, Cory Stearns e Danil Simkin (American Ballet Theatre) sono “gli amici” dell’ étoile del Teatro alla Scala di Milano, nonché unico <<Principal dancer>> italiano dell’American Ballet Theater, Roberto Bolle.
Il giovane piemontese, nato nel 1975 a Casale Monferrato, rappresenta l’orgoglio italiano in tutto il mondo per le sue spettacolari rappresentazioni come l’Aida alle piramidi di Giza, la performance a Buckingham Palace davanti alla regina Elisabetta nel 2002, in Piazza San Pietro per Giovanni Paolo II nel 2004 e durante la cerimonia di apertura dei Giochi Olimpici invernali a Torino nel 2006.

Nel 2008 per la prima volta gli spettatori hanno potuto apprezzare il suo galà “Roberto concerti_bolle 2013Bolle and Friends” sul sagrato del Duomo di Milano e in Piazza del Plebiscito a Napoli.
Il tour estivo si è ripetuto nel 2009 e nel 2011 a Firenze, Taormina, Parma, Venezia, Torre del Lago, Roma e Aosta e nei giorni 29, 30 e 31 dicembre è stato ripresentato al Teatro Regio di Torino.

La prevedibile notizia del sold out è arrivata poco dopo l’inizio della vendita dei biglietti.
Gli spettatori hanno potuto assistere a celebri coreografie tratte dal repertorio dell’ ‘800 e del ‘900, tra cui “Ballo Excelsior”, uno dei più famosi titoli italiani. Tra le opere in scaletta figurano i classici “Lo schiaccianoci” di Petipa e “La dama delle camelie” di Neumeier e “Thais” di Frederik Ashton, ma non sono certamente da meno le coreografie più moderne tra cui “Sinatra Suite” di Twyla Tharp o “Les bourgeois” di Ben Van Cauwenbergh.
In questo grande galà, uno spettacolo che contiene il meglio per quanto riguarda la danza internazionale, Roberto Bolle ha saputo ricreare un evento magico, in cui la sua esperienza ha significato tanto, sia nei panni di interprete che di direttore artistico.
Il suo pubblico è tanto vasto (si parla di duecentomila spettatori in sei anni) quanto eterogeneo e l’artista ha saputo coniugare perfettamente virtuosismo e carattere popolare, proponendo il meglio e rendendolo accessibile a tutti, come ben pochi sono riusciti a fare fin’ora.
Un imprevisto ha costretto Federico Bonelli e Sarah Lamb a rientrare a Londra; sono stati sostituiti dai Primi Ballerini del Teatro alla Scala di Milano, Nicoletta Manni e Claudio Coviello ne “Lo Schiaccianoci”.
Roberto Bolle ha sorpreso il pubblico torinese con un regalo speciale: ha interpretato, in testa al pezzo “Passage”, per la prima volta una rivisitazione della coreografia di Massimiliano Volpini, “Prototype”.
(Fonte: http://www.teatroregio.torino.it )

Roberto Bolle and Friends

Excelsior
Pas de deux
Coreografia di Ugo Dell’Ara
da Luigi Manzotti
Musica di Romualdo Marenco
Nicoletta Manni e Roberto Bolle

Elegy
Coreografia di Liam Scarlett
Musica di Sergej Rachmaninoff
Hee Seo e Cory Stearns

Les Bourgeois
Coreografia di Ben Van Cauwenbergh
Musica di Jacques Brel
Daniil Simkin

La dama delle camelie
Pas de deux dall’atto III
Coreografia: John Neumeier
Musica di Frédéric Chopin
Julie Kent e Roberto Bolle

Lo schiaccianoci
Pas de deux dall’atto II
Coreografia di Marius Petipa
Musica di Pëtr Il’ič Čajkovskij
Sarah Lamb e Federico Bonelli

Passage
Coreografia di Marco Pelle
Musica e video di Fabrizio Ferri
Roberto Bolle

Tchaikovsky Pas de Deux
Coreografia di George Balanchine
Musica di Pëtr Il’ič Čajkovskij
Hee Seo e Cory Stearns

Thaïs
Pas de deux
Coreografia di Frederick Ashton
Musica di Jules Massenet
Sarah Lamb e Federico Bonelli

Sinatra Suite
Coreografia di Twyla Tharp © Twyla Tharp
Costumi originali di Oscar de la Renta
Disegno luci originale di Jennifer Tipton
Musica di Frank Sinatra
Julie Kent e Roberto Bolle
Prima rappresentazione assoluta: 6 dicembre 1983 (American Ballet Theatre)

Le fiamme di Parigi
Pas de deux
Coreografia di Vasily Vainonen
Musica di Boris Asafiev
Skylar Brandt e Daniil Simkin

Through the Light
Coreografia di Massimiliano Volpini
Visual Effects di Dmitrij Simkin
Musica di Johann Pachelbel
Roberto Bolle

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...