ERASMUS: STUDENT MOBILITY

di Valentina Ribba

Fu Erasmo da Rotterdam, celebre umanista del primo Cinquecento, laureatosi presso l’Università di Torino nel 1506, che ispirò il nome del Programma ERASMUS (European Community Action Scheme for the Mobility of University Students), varato dall’Unione Europea nel maggio del 1987. Il Programma Erasmus vuole rafforzare la qualità e la dimensione europea dell’istruzione superiore, incoraggiando la mobilità di giovani studenti e docenti universitari. A partire dal mese di gennaio 2014, per i prossimi 7 anni, sarà attivo il nuovo programma europeo ERASMUS+ a supporto dell’istruzione, della formazione, della gioventù e dello sport.erasmus1

La mobilità Erasmus per studio permette agli studenti universitari di trascorrere un periodo presso un altro Istituto in uno dei Paesi esteri che abbia firmato un accordo bilaterale nell’ambito del programma Erasmus+ con l’Istituto di appartenenza.

Al progetto Erasmus partecipano le università degli Stati membri dell’Unione Europea e di altri paesi terzi titolari della “Carta Universitaria Erasmus” (EUC):

  • Stati membri dell’unione europea: Austria, Belgio, Bulgaria, Cipro, Croazia, Danimarca, Estonia, Filanda, Francia, Germania, Grecia, Irlanda, Lettonia, Lituania, Lussemburgo, Malta, Paesi Bassi, Polonia, Portogallo Regno Unito, Repubblica Ceca, Romania, Slovenia, Slovacchia, Spagna, Svizzera e Ungheria
  • Paesi EFTA/SEE: Islanda, Liechtenstein e Norvegia
  • Paesi candidati all’UE: Turchia e Ex Repubblica iugoslava di Macedonia

Le domande possono essere presentate da tutti gli studenti regolarmente iscritti presso l’università di Torino, appartenenti a qualsiasi corso e tipologia di laurea. All’interno del progetto Erasmus sono previste due differenti mobilità:

  • STUDENT MOBILITY FOR STUDY (SMS): Erasmus ai fini di studio.
  • STUDENT MOBILITY FOR PLACEMENT: (SMP): Erasmus per tirocinio.

Agli studenti sarà possibile svolgere uno o più periodi Erasmus, da un minimo di 3 mesi fino a un massimo di 12 mesi per livello di laurea (triennale, magistrale e master I livello, dottorato e master di II livello). Chi quindi abbia già usufruito della borsa Erasmus, ma abbia ancora a disposizione un periodo minimo di 3 mesi da “consumare”, può presentare nuovamente domanda. Per le lauree a ciclo unico il periodo massimo di mobilità è di 24 mesi, a cui poter eventualmente aggiungere 12 mesi durante il dottorato. Il periodo da svolgere all’estero (durata iniziale più eventuale proroga) deve essere continuativo: vacanze e giorni di chiusura dell’università ospitante non sono considerate interruzioni. Il periodo di durata dell’Erasmus per le domande inoltrate entro la chiusura del bando del 2015 deve essere compreso tra il 1 giugno 2015 e il 30 settembre 2016. A tutti gli studenti “vincitori” della borsa di studio del progetto viene erogato un contributo finanziario che varia da paese a paese; il contributo viene definito da un costo standard stabilito a livello europeo dall’Agenzia Nazionale Erasmus, integrato con contributi calcolati sulla base dell’ISEE e ISEU. Tutti gli studenti potranno presentare la domanda di candidatura, scegliendo la destinazione tra le mete messe a disposizione dai Dipartimenti al quale il proprio corso di studi fa riferimento. Per ogni meta sono indicati: area disciplinare d’accordo, posti disponibili e mesi di permanenza, livello di studio previsto durante il soggiorno all’estero, competenze linguistiche richieste. Tutti i candidati inoltre saranno sottoposti a una selezione i cui criteri sono: numero di crediti previsti per l’anno in corso, media dei voti degli esami passati, conoscenze linguistiche e motivazione. Prima di presentare le domande, si consiglia di informarsi presso i docenti referenti degli scambi sulle specifiche delle Università straniere di interesse e di documentarsi sulla relativa offerta didattica.

L’università di Torino inoltre prevede degli incontri di orientamento ai quali tutti gli studenti interessati sono caldamente invitati a partecipare; nel corso di questi saranno illustrati e approfonditi i contenuti del bando Erasmus 2015-2016: destinazioni, corsi, gestione degli esami, adempimenti amministrativi, suggerimenti, ecc. Gli incontri saranno tenuti dai docenti coordinatori dei programmi di scambio ed eventualmente interverranno gli studenti che hanno già vissuto in prima persona l’esperienza Erasmus. Si raccomanda di consultare periodicamente il calendario degli incontri per verificare eventuali nuovi appuntamenti e/o cambi di orario o sede.

La scadenza per la presentazione delle domande è giovedì 12 febbraio 2015 ore 11.00.

Per ulteriori informazioni e per scaricare il bando e la domanda consultare il sito:

http://www.unito.it/internazionalita/studiare-e-lavorare-allestero/mobilita-studenti/erasmus-studio/bando-erasmus-studio

O rivolgersi direttamente all’Ufficio di Mobilità Internazionale:                                  Telefono: (+39) 011 6704425                           Fax: (+39) 011 2361017                                 Email: relint@unito.it

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...