InGenio, gli artigiani sotto la Mole

di Giulietta De Luca

In via Montebello 28/b, a due passi dal Museo del Cinema, si trova un negozio piuttosto curioso. L’insegna vivace mostra una Mole variopinta, con al centro lo stemma di Torino e in cima il genio alato, quello distrutto dal temporale dell’agosto 1904, perfetta rappresentazione del nome di questa particolare bottega: InGenio. Al suo interno, un po’ di tutto: oggetti in ceramica, di vetro decorato, di legno o di metallo, gioielli, borse, quaderni, animali di pezza e tanto altro.

IMG_1529

Qualcosa però differenzia questo negozio dagli altri del suo genere e The Password ha avuto la possibilità di saperne di più intervistando la responsabile del progetto, Patrizia Ventresca.

Che cos’è, di preciso, InGenio?

Dunque, InGenio è un negozio della Città di Torino e del Servizio Disabili. E’ nato nel 2001, da un progetto che già viaggiava in città, poiché c’erano molti servizi a gestione diretta, centri diurni che lavoravano con persone con disabilità all’interno di laboratori molto differenziati tra di loro. Ci siamo accorti che lavorando con costanza si poteva arrivare a produrre dei begli oggetti e abbiamo cominciato con le prime esposizioni. Si è così deciso di avanzare una richiesta, quella di avere uno spazio fisso. Abbiamo avuto fortuna, perché nel 2001 si sono liberati dei locali in questo stabile delle case popolari e da lì è partito il progetto. Ormai sono quindici anni che esistiamo, di strada ne abbiamo fatta tanta! Adesso ci sono più di cento laboratori di attività, gestiti da associazioni, cooperative sociali, fondazioni… questo luogo, quindi, è un servizio che mette in rete le persone che lavorano con la disabilità e la psichiatria, rivolgendosi a uomini e donne dai quattordici-sedici anni in poi, anche se per noi sono sempre “ragazzi”.

Come viene gestito il ricavato?

Il ricavato, nella misura del 90%, torna all’artigiano che ha realizzato il prodotto. Il restante 10% viene re-investito in progetti di solidarietà, che possono essere nazionali o internazionali. La città di Torino, quindi, si fa interamente carico dei costi di questo servizio, per rendere visibile il lavoro delle persone con disabilità e per dare un luogo dove sia anche possibile conoscersi o fare degli scambi di esperienze. Torino, infatti, è molto all’avanguardia per quanto riguarda i servizi per i disabili: ho visitato altre città italiane, ma questa è l’unica con una realtà simile gestita dal comune.

Inoltre, si tratta di un vero e proprio esercizio commerciale, con gli orari standard. Da martedì a sabato facciamo il continuato dalle 9 alle 19.

Qual è la più grande soddisfazione che avete avuto dall’apertura ad oggi?

Beh, vedere le persone che comprano degli oggetti semplicemente perché sono belli e fatti bene; sono ignare di cosa ci sia dietro, entrano perché vedono della bella arte e solo dopo, magari, vengono a sapere chi l’ha realizzata.

Un’altra delle grandi soddisfazioni, soprattutto all’inizio, è stata vedere che le famiglie venivano qua con i figli e dicevano: “Caspita, che bel posto!” Significa che siamo come gli altri, in mezzo agli altri. Uno degli obiettivi di chi lavora qui, infatti, è proprio quello di non essere etichettati come “quelli che vendono oggetti realizzati dai disabili”: certo, è giusto mettere una piccola targhetta per far sapere chi siamo e citare il Comune di Torino, ma è bello che lo si scopra entrando perché il prodotto è piaciuto a prescindere.

Mi viene poi spiegato che il locale, oltre che per l’esposizione degli oggetti prodotti nei vari laboratori, viene anche offerto gratuitamente ad artisti o artigiani professionisti disposti ad entrare in relazione con i partecipanti al progetto e a loro è destinata una sala del locale, dove si possono organizzare mostre. Si tratta, dice Patrizia Ventresca, di una sorta di baratto: InGenio cede lo spazio e loro, in cambio, cedono un po’ del loro sapere, con qualche ora di stage aperto a tutti. Si formano quindi delle classi miste, composte da persone con disabilità e ragazzi dei gruppi-appartamento, ma anche, per esempio, da mamme con i loro bambini.

Colgo l’opportunità di visitare anche l’altro spazio di InGenio, la piccola galleria d’arte moderna di corso San Maurizio 14/e, dove attualmente sono esposte le opere della mostra “Di casa in casa”, in collaborazione con l’artista Michele Munno.

The Password partecipa anche all’inaugurazione della mostra “Tratti e immagini”, tenutasi il 29 maggio nella sede principale di InGenio.

L’artista, Loredana Di Prima, è una donna affetta da paralisi spastica e con gravi problemi di comunicazione, che però ha trovato nel disegno un ottimo modo per esprimersi. Loredana, con tutte le difficoltà che derivano dal suo disturbo, riesce a disegnare figure femminili sinuose ed aggraziate, senza mai interrompere il tratto.

I lavori di Loredana sono stati stimati vere e proprie opere d’arte e per questo il personale del Centro di Attività Diurne La Luna Blu, oltre ad esporli, ne ha realizzato la stampa su ceramiche, borse di tela e magliette, tutte in vendita da InGenio.

La mostra sarà aperta fino al 17 giugno.

 IMG_1526    IMG_1532

Per informazioni, contattare il numero 011/883157 o visitare il sito http://www.comune.torino.it/pass/ingenio

2 commenti Aggiungi il tuo

  1. Antonio Lo Muscio ha detto:

    CIAO SONO ILPRESIDENTE DI UNA ASSOCIAZIONE DI RAGAZZI DIVERSAMENTEABILI ( LA STELLA POLARE ONLUS ) CHE COME PROGETTI COSTRUIAMO IN QUESTO MOMENTYO COLLANE E BRACCIALETTI , MA ABBIAMO ALTRI PROGETTI IM MENTE DA SVILUPPARE CON RAGAZZI DIVERSAMENTE ABILI, MI POTETE SPIEGARE COME FUNZIONA IL VOSTRO NEGOZZIO?

    Mi piace

    1. giuliettadeluca ha detto:

      Buonasera!
      Io purtroppo mi sono occupata solo dell’intervista e non so darle informazioni dettagliate. Può comunque recarsi al negozio (in via Montebello 28/b), sicuramente sapranno esserle d’aiuto.

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...