La prima Signora del Parlamento

Nancy_Astor,_Viscountess_AstorNancy Astor, al secolo Nannie Witcher Keene, era la quarta di cinque sorelle di una famiglia benestante della Virginia. Giovane donna molto bella, di buona educazione, di famiglia facoltosa: questo potrebbe essere l’incipit per la biografia di un’attrice del novecento o di una mecenate del dopoguerra; invece la signora Astor, il 28 novembre del 1919 inaugurava l’inizio del suo mandato al Parlamento britannico.

Nata nel 1879, Nancy crebbe e si istruì negli USA, frequentando la Miss Brown’s Academy for Young Ladies di New York, un’accademia per giovani donne di buona società a cui veniva garantita la migliore istruzione alle buone maniere sociali.

Dopo un breve matrimonio contratto in età precoce, nei primi anni del XX secolo Nancy si recò in Inghilterra con una delle sorelle per l’apertura della stagione della caccia alla volpe. Durante questo primo viaggio nel vecchio continente le sorelle Witcher Keene conobbero la signora Ava Lowle Willing, moglie del nobile John Jacob Astor IV. L’anno seguente Nancy si trasferì definitivamente in Inghilterra, dove conobbe il suo futuro marito Waldorf Astor.
Nella loro residenza Nancy Astor invitava e riceveva grandi figure della sua contemporaneità come l’arciduca Francesco Ferdinando d’Austria, Wiston Churchill, Kipling ed Henry Ford, personalità che potevano riempire il vuoto che la signora Astor sentiva di avere in ambito culturale e politico.
Durante la prima guerra mondiale la residenza della famiglia Astor divenne un ospedale per militari feriti.

La storia politica della famiglia Astor inizia nel 1916, quando re Giorgio V concesse a Lord William Waldorf Astor il titolo di Visconte e, quindi, un seggio nella Camera dei Lord del parlamento inglese.
Quando nel 1919 Lord William Waldorf Astor morì, il figlio ereditò il seggio alla Camera alta, lasciandone uno vacante nella Camera dei Comuni.
Dal 1918 le donne potevano aspirare ad un seggio del Parlamento inglese e coloro le quali avessero raggiunto l’età di trent’anni avevano diritto al voto. Fu proprio a questo nuovo, e forse inaspettato, bacino elettorale che Nancy Astor si rivolse quando si candidò.
Emblematico fu e rimane il suo discorso durante la campagna elettorale:

Se volete un membro del Parlamento che sia una copia degli altri seicento membri del Parlamento, non votate per me. Se volete un avvocato o se volete un pacifista, non eleggetemi. Se non potete avere un uomo in grado di combattere, prendete una donna in grado di combattere.

La sua elezione rappresentò una svolta nella storia politica: si trattava della prima donna candidatasi ed eletta nel Regno Unito che lavorasse attivamente alla politica del paese.
Di fede conservatrice, Lady Astor si batteva su tematiche quali la scuola, l’educazione, la condizione femminile. Era anche una fervente proibizionista, memore probabilmente dei danni che l’alcolismo, di cui il suo primo marito era afflitto, può generare.
Fino al 1921, Lady Astor rimase la sola presenza femminile del Parlamento, anche se non direttamente appartenente a partiti politici; si batté per l’equiparazione delle condizioni di divorzio tra uomini e donne, pose la questione delle ragazze madri e della scuola inglese.
Intorno agli anni Trenta, però, iniziò il suo lento declino: nel giro di pochi anni venne accusata di essere troppo indulgente con la Germania nazista, prima, e troppo accondiscende e permissiva con Stalin, con il quale ebbe un  incontro in Unione Sovietica.
I suoi modi nuovi, innovativi, spesso sopra le righe ed inconsueti cominciavano a non essere più ben visti, e nemmeno tollerati, dai suoi stessi sostenitori di ala conservatrice.

Nel 1945 fu costretta dai membri del suo stesso partito e dal marito a lasciare la politica. Lady Nancy Astor, la donna che aprì la strada verso il potere politico e la dimostrazione di forza alle donne inglesi,  morì nel 1964 nella casa di sua figlia.

Cecilia Marangon

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...