Tabbouleh: ricette per studenti affamati

Screenshot_2016-04-18-23-30-44Coi primi caldi la voglia di stare ai fornelli è pari a zero, infatti il nostro unico desiderio è quello di prendere un po’ di sole, magari sorseggiando un bel bicchiere di the freddo ghiacciato, sognando le nostre prossime vacanze in qualche nuovo posto non ancora visitato.
Ma non sempre è così: dobbiamo subito tener conto del fatto che la sessione estiva è alle porte e che probabilmente, invece di stravaccarci come delle lucertole al bel sole di Maggio, dobbiamo passare il nostro (poco) tempo libero a ripassare le materie per i prossimi esami e a progettare schemi impensabili per passarli uno dietro l’altro.

Perciò, in questo periodo, la parola d’ordine in cucina del bravo studente universitario è “velocità” ma, come ben sappiamo, senza tralasciare il buon gusto e il piacere di un bel pranzetto sano e sostanzioso, che faccia venire l’acquolina in bocca e che ci tiri leggermente su il morale durante questi giorni stressanti.

L’idea di questo tabbouleh mediterraneo nasce dalla mia esperienza di viaggio fatta in Francia. In piena estate nemmeno i nostri cugini d’oltralpe vogliono mettersi ai fornelli per sfornare un croissant o un gateau di patate e, quando sono stata ospite da loro, mi hanno presentato una sorta di insalata fredda che continuavano a chiamare “tabbouleh”.
Curiosissima, ho voluto subito provarlo perché amo assaggiare sapori nuovi e imparare a cucinare piatti da re-inventare in modo da renderli più golosi. Ebbene, quel tabulé mi ha conquistato e, appena rientrata in patria, ho cercato di riprodurlo ai fornelli.
Tutto merito del sapore dolce del cous cous, dai pezzetti di peperoni tagliati a cubetti e resi croccanti da una cottura veloce in padella e soprattutto del sapore acido del succo di limone che rinfresca l’animo e il palato.
Il tabbouleh mediterraneo è quindi il piatto d’onore per lo studente sotto stress.

Ecco tutto quello di cui avete bisogno per prepararlo (dosi per 2 persone):
-150 g di cous cous o bulgur (a vostro piacere)
-300ml di acquaScreenshot_2016-04-18-23-30-31
-1 cucchiaio di olio di oliva
-60 g di mais
-8 pomodorini ciliegina tagliati
-1 peperone rosso
-10 olive denocciolate
-120 g di tonno in scatola sgocciolato
-succo di un limone
-1 cucchiaio di curcuma (facoltativo)
-1 cucchiaio di paprika affumicata (facoltativo)
-sale e pepe qb

Lavate il cous cous sotto l’acqua corrente aiutandondovi con un colino a maglie strette e, successivamente, tostatelo leggermente in padella per rendere i chicchi belli croccanti. Una volta fatto intiepidire, mettetelo in una ciotola bella capiente e aggiungete il cucchiaio di olio di oliva, mescolandolo piano fino a quando l’olio non sarà totalmente assorbito.
Dopodiché scaldate in un pentolino l’acqua con un po’ di sale e, una volta raggiunto il bollore, versatelo nella ciotola col cous cous e coprite il tutto con un coperchio per 5-7 minuti. Il cous cous è pronto e tutto quello che dovete fare ora è farlo raffreddare e, con l’aiuto di un cucchiaio, “sgranarlo” ossia mescolarlo  bene.
Poi fate un bel respiro e preparate il vostro miglior coltello che, come un sapiente samurai, andrete ad usare per tagliare le vostre verdurine.
Munendovi di tanta pazienza, lavate e tagliate in cubetti il peperone rosso facendo attenzione a togliere tutti i semini e anche la parte bianca, che donerebbe un sapore amaro che non si sposa bene col piatto. Tagliate a pezzettini anche le olive e versate tutte le verdure e il tonno sgocciolato nella ciotola dove il cous cous avrà assorbito tutto l’acqua di cottura. Mescolate con cura tutti gli ingredienti affinché tutti i sapori si mescolino perfettamente fra di loro ed infine aggiungete le spezie e una bella spruzzata di succo di limone.
Rilassatevi: il vostro tabbouleh deve solo essere dimenticato in frigo per 2-3 orette, dopodiché sarà pronto per essere gustato ma anche per essere portato direttamente all’università come se fosse un’insalata di riso.

Bon appetit!

 

Sara Dominietto

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...