The Floating Piers: capolavoro Land Art o sterile installazione?

Credits by Giovanni LorizioDuecentomila cubi di polietilene galleggianti, settantamila metri quadrati di tessuto giallo e migliaia di visitatori ogni giorno: questo è The Floating Piers, nuova installazione di Christo in Italia, nel Lago di Iseo.
Si tratta di un percorso pedonale lungo tre chilometri che si sviluppa a pelo dell’acqua: partendo da Sulzano si arriva a Monte Isola e poi all’isola di San Paolo; altri 1,5 chilometri di tessuto coprono il percorso pedonale su terra che va da Sulzano a Peschiera Maraglio. I fondi per la realizzazione dell’opera provengono interamente dalla vendita delle opere dell’artista e quando, trascorsi i sedici giorni stabiliti, l’installazione verrà rimossa, tutto il materiale utilizzato per realizzarla verrà dismesso e riciclato.

Se ve lo steste chiedendo, Christo o, meglio, Christo and Jeanne-Claude è il progetto artistico di cui facevano parte gli artisti statunitensi Christo Vladimirov Yavachev e Jeanne-Claude Denat de Guillebon, scomparsa nel 2009. Creatori della Land Art, intervengono sul paesaggio modificandolo in maniera provvisoria e sono famosi per le opere realizzate avvolgendo monumenti con lunghi teli, come: ne è un esempio l’installazione The Wall – Wrapped Roman Wall del 1973-74, per la quale hanno avvolto Porta Pinciana a Roma.

Secondo Philippee Daverio, critico d’arte francese, questa non è arte, in quanto manca di ambiguità, complessità e soprattutto di ripetibilità: il David di Michelangelo lo si potrebbe ammirare centinaia di volte, mentre nessuno farebbe lo stesso con The Floating Piers. Vittorio Sgarbi l’ha invece definita “un’operazione fallimentare e masturbatoria”: un’installazione capitalistica fine a se stessa, che non ha l’obiettivo di valorizzare la terra che la ospita e condurre il turista, seguendo il tessuto giallo, nella scoperta del territorio.

Checché se ne dica, l’opera di Christo è un vero successo. Non resta che farvi una vostra opinione andandola a visitare di persona: siete in tempo a farlo fino al 3 luglio!

*Tutte le foto per gentile concessione di Giovanni Lorizio*

Irene Rubino

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...