Come comunicano i cani?

Più della metà della popolazione italiana ha un animale domestico, e il 48% di essi è rappresentato dai cani. I nostri amici a quattro zampe non sono così semplici, hanno un loro sistema di comunicazione e di gestione della gerarchia e del branco.

Ma come possiamo capire cosa ci sta dicendo il nostro animaletto? Come comunicano con noi e con gli altri cani?

sunset_love_dogs_master_dusk_high_resolution_images
Abbaiando: il cane usa l’abbaio per attirare l’attenzione o comunicare qualcosa, ad esempio un estraneo che si avvicina al cancello di casa.
Se si vuole far cessare questo comportamento il consiglio è di ignorare l’abbaio e premiare (con cibo, carezze o con complimenti) il cane quando è in silenzio.
Sgridare il cane o addirittura punirlo fisicamente rappresentano una conferma dell’atteggiamento, perchè il cane richiede attenzioni e le riceve.

Con il pelo:
– Se il cane mostra il pelo ritto su tutta la schiena è in uno stato di eccitazione generale, succede spesso quando incontra un suo simile.
– Il pelo ritto sul collo è sintomo di rabbia.
– Il pelo ritto sopra la coda è sintomo di paura.

Con la coda:
– La coda alta è sovente segnale di fierezza, sicurezza o attenzione.
– La coda bassa è segnale di insicurezza o tranquillità, soprattutto in casa propria.
– La coda in mezzo alle gambe segnala paura, spavento.
– La coda a punto interrogativo è sintomo di dubbio, il cane in questione non sa bene come comportarsi o cosa deve fare.

Con i segnali calmanti: sono metodi che il cane utilizza per comunicare che non vuole litigare e che ha intenzioni amiche, spesso accade quando incontra un altro cane o viene sgridato dal padrone. Sono molto più utilizzati dai cani di taglia piccola.
I principali segnali calmanti sono l’annusare, il voltare la testa dalla parte opposta, l’alzare una zampa anteriore, sdraiarsi, mettersi a pancia all’aria, sbattere le palpebre, leccarsi il muso.

Leccandosi insistentemente, sbadigliando o scrollandosi: questi gesti dimostrano una situazione di stress a cui il cane è sottoposto e sono metodi per liberarsi di questa tensione. Bisogna prestare attenzione a quando il cane continua a leccarsi perchè potrebbe causarsi ferite alla pelle.
E’ possibile ridurre lo stress del cane portandolo a far più spesso passeggiate, facendolo giocare o eliminando la causa di stress (che può essere un altro cane, una persona nuova, un divieto imposto … ).

155608240-c914a820-4503-4853-8c3c-226ce466ad4f
Per quanto riguarda i problemi comportamentali, sono spesso dovuti all’errore umano, correggibili attraverso lezioni di educazione cinofila impartite da professionisti nel settore. Ad esempio lo stress da separazione, i bisogni in casa, l’abbaio insistente, l’aggressività e il mordere e rompere oggetti in casa sono problemi comuni e facilmente risolvibili applicando delle semplici regole nella quotidianità e nella relazione tra padrone e cane.

Chiara Dalla Longa