7 consigli per superare indenni il panico da regali di Natale

Siete stanchi di ridurvi ogni anno all’ultimo minutosecondo per preparare i regali di Natale (salvo poi accorgersi di averne comunque dimenticato qualcuno e doversi precipitare di corsa a prendere qualcosa a caso la sera della Vigilia prima che chiudano i negozi)? Se la risposta è sì, ecco alcuni semplici e pratici consigli da parte di ThePassword per migliorare la vostra organizzazione e permettervi di trascorrere qualche momento di tranquillità in più senza la tradizionale “ansia da regalo“.

 

1. Parti per tempo

Può sembrare una cosa ovvia (in teoria), ma quante volte (in pratica) abbiamo continuato a ritardare i preparativi pensando di aver ancora a disposizione un sacco di tempo? Questo non significa che dobbiate cominciare a muovervi a marzo… ma neanche il 20 dicembre!

2. Fai un elenco

Prima di precipitarvi a curiosare tra le vetrine – sport amato quanto odiato a seconda del proprio personale rapporto con lo shopping – fermatevi un momento e segnatevi su un foglio (o sullo smartphone, a seconda di come siate più comodi) i nomi di tutte le persone per cui vogliate fare qualcosa: dai regali più importanti ai pensieri di cortesia, a un semplice biglietto. Se poi già vi venisse in mente cosa regalare a ognuno (nello specifico oppure restando più sul vago, a livello di categoria magari) scrivetelo vicino al nome; e man mano che vi verranno in mente le idee mancanti non avrete che da aggiungerle alla lista. A patto di non averla persa nel frattempo, ovviamente. In questo modo potrete evitare il classico momento di amnesia in negozio, in cui vi sarete già dimenticati per chi o per cosa siete andati lì e finirete per comprare tutto tranne ciò di cui avevate realmente bisogno.

3. Pensa al destinatario

Con o senza l’elenco di cui parlavamo prima, il problema della scelta non scompare. Se siete soggetti indecisi, abbinare a ciascuno il giusto regalo potrebbe rivelarsi una vera impresa. Che si tratti di persone che conoscete da una vita o di perfetti semisconosciuti prendetevi un minuto per pensare a quella persona, ai suoi gusti (se li conoscete) o a cosa potrebbe esserle utile. In caso di dubbio ricordatevi che non sempre il regalo più costoso e/o elaborato è da considerarsi la scelta migliore. Spesso e volentieri, anzi, può riscuotere molto più successo un pensiero più semplice, purché faccia capire che ci avete pensato, che l’avete scelto avendo in mente proprio quella persona.

4. Tieni a mente il passato

Se sapete già in partenza che ogni anno avrete problemi nel capire cosa regalare alle solite due o tre persone, tanto vale che vi scriviate di volta in volta cosa in passato avete donato a chi. In questo modo sarete comunque senza buone idee… ma almeno eviterete  di fare alla stessa persona due (o tre, quattro o cinque e così via per i più smemorati e recidivamente poco fantasiosi) volte lo stesso dono.

5. Fissa un budget

Ci siamo quasi. Avete finalmente le idee più o meno chiare e state per dare inizio al vostro giro per i negozi MA sapete già che, come ogni anno, finirete per spendere decisamente troppo. Nessun problema. Scegliete a priori un limite per ogni regalo e RISPETTATELO. Altrimenti potrete trovarvi per esempio nell’imbarazzante circostanza di dover consegnare a due amiche nello stesso momento due regali decisamente “sproporzionati”… perché probabilmente avrete scelto il primo senza pensare minimamente al costo del secondo. Spiacevole, vero?

6. Sii previdente

Se avete rispettato con attenzione i punti precedenti penserete sicuramente di aver risolto tutti i vostri problemi, di essere al sicuro e pronti a godervi gli ultimi giorni prima della Vigilia in santa pace. Sbagliato. Per quanto possiate pianificare tutto nei minimi dettagli, contare e ricontare, ci sarà sempre qualcuno pronto a sbucare dal nulla nel momento più impensato con un pensierino preso apposta per voi. Cosa che vi farà un sacco piacere… e vi irriterà oltre ogni ragionevole dire, perché non avrete nulla di pronto con cui ricambiare. Può essere utile dunque avere da parte qualche pensierino semplice, come dei cioccolatini, un simpatico decoro per l’albero o un segnalibro carino, già impacchettato e preparato per far fronte alle situazioni impreviste nell’immediato… o per essere riciclato per l’anno successivo con il medesimo utilizzo (Tranne i cioccolatini ovviamente. Mangiateli, regalateli, fatene ciò che volete ma NON teneteli da parte per l’anno dopo. Per favore).

7. Aggiungi un tocco personale

Se, nonostante tutto, siete comunque riusciti a essere in mostruoso ritardo ignorate pure questo punto. Se invece vi è avanzato del tempo e siete un po’ più rilassati, dedicatene un pochino a curare meglio pacchetto e biglietto. Non serve essere artisti, a volte basta anche solo un fiocco di un certo colore piuttosto che di un altro o una parola in più per rendere tutto più speciale e far capire al destinatario quanto sia importante per voi.

 

Questo metodo ovviamente non è perfetto, gli imprevisti possono sempre capitare, ma speriamo possa esservi utile a ridurre il tempo di preparazione a un’attività – lo scambio dei regali – che il più delle volte viene ormai avvertita come una tradizione scomoda, un obbligo stressante figlio della logica consumistica che permea le nostre giornate, e non più – come forse dovrebbe essere – un momento piacevole e sereno da trascorrere con i propri familiari e amici.

Valentina Guerrera

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...