Lo slacklining: cos’è e come fare per inziare

Sicuramente ti sarà capitato di passeggiare al parco e vedere ragazzi che camminano in equilibrio su una fettuccia tesa fra due alberi: ecco, è probabile che non si tratti di funamboli, ma che stiano praticando  lo slacklining.

Cos’è lo slacklining?

Si tratta di una disciplina sportiva nata negli Stati Uniti negli anni Ottanta, che si differenzia dal funambolismo poiché – anziché di una corda e di un bilanciere – prevedere l’utilizzo esclusivo della slackline, ossia la fettuccia di poliestere o nylon tesa tra due punti sulla quale si cammina in equilibrio e da cui deriva il nome della disciplina.

È sostanzialmente un esercizio di equilibrio e bilanciamento dinamico, che si distingue in tre specialità:

slackline

Tricklining: consiste nell’eseguire sopra la fettuccia – che viene posizionata non troppo in alto per prevenire danni in caso di caduta – dei tricks (acrobazie), che possono essere di ogni tipo, statico o dinamico, e comprendono avvitamenti, salti mortali e ogni tipo di acrobazia la propria fantasia riesca a partorire. In Italia si svolge ogni anno l‘Italian Trickline Championship, durante il quale i partecipanti vengono giudicati in base alla complessità e all’esecuzione di sequenze di tricks.

HorizonActionbildLonglining: consiste nel camminare su una fettuccia larga 2,5 cm che superi i 30 m di lunghezza. All’aumentare della lunghezza aumenta l’instabilità della fettuccia, perciò questa specialità richiede un’altissima capacità di concentrazione: ogni distrazione può portare alla perdita dell’equilibrio, e quindi, alla caduta.

highlining-182040519Highlining: consiste nel tendere la fettuccia ad un’altezza compresa fra i 7 e i 1000 m di altezza. Questa specialità è probabilmente la più intensa dal punto di vista emotivo e anche quella che prevede un altissimo rischio nell’esecuzione, perciò viene praticata con l’utilizzo di un’imbragatura e di una corda di sicurezza (come quelle utilizzate nell’arrampicata sportiva). In questo caso la slackline viene solitamente montata in montagna fra due rocce, fissandola a degli spit (ancoraggi fissati nella roccia utilizzati nell’arrampicata sportiva) e aggiungendovi una corda di backup fissata ad ancoraggi separati come ulteriore misura di sicurezza.

Come iniziare

Vorresti cominciare a praticare questa disciplina? Ecco come iniziare:

  • Maggiore è la distanza fra i due punti tra cui la slackline viene tesa, maggiore sarà l’oscillazione della stessa una volta che ci salirai sopra, perciò il consiglio è di posizionare la fettuccia fra due alberi distanti non più di un paio di metri.
  • Maggiore è l’altezza a cui posizioni la slackline, maggiore sarà il male che ti farai quando cadrai (e cadrai più spesso di quanto pensi), quindi posizionala ad una ventina di centimetri da terra, in modo da non toccare quasi terra quando ci cammini sopra.
  • Fissa lo sguardo su un punto distante e tieni le braccia in alto aperte, pronte a stabilizzarti e aiutarti a mantenere l’equilibrio.
  • Non demordere, le prime volte non farai altro che passare il tempo a terra, ma con tanto esercizio riuscirai anche tu ad arrivare da un capo all’altro della fettuccia senza cadere. E a quel punto potrai rendere le cose un po’ più difficili, posizionando la slackline un po’ più in alto e scegliendo due alberi un po’ più distanti.

Non ci resta che augurarti buon divertimento!

Irene Rubino

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...