Affleck e l’Oscar

Casey Affleck, vincitore del premio Oscar per la sua interpretazione nel film Manchester by the Sea, è finito al centro delle polemiche a causa delle accuse di molestie sessuali che gli erano state rivolte qualche anno fa.
Una petizione online ideata da Cameron Bossert (regista), chiede che l’attore non partecipi alla cerimonia di consegna dei premi Oscar 2018, spiegando che: “Dopo le rivelazioni che Harvey Weinstein ha molestato e aggredito sessualmente molte donne per decenni, l’Academy ha deciso di espellere il produttore dall’organizzazione, ma sapete che un’altra persona accusata di essere un molestatore dovrebbe partecipare alla cerimonia? Nonostante le numerose accuse che gli erano state rivolte, Casey Affleck ha vinto il premio come Migliore Attore per il suo ruolo in Manchester by the Sea . L’attore è stato accusato di aver molestato due donne che avevano lavorato con lui in un documentario realizzato nel 2010. Le donne hanno rivelato che Affleck ha inviato loro messaggi minacciosi, ha chiesto di dividere la sua stanza di albergo e ha impedito a una di loro di accedere alla propria camera per poter utilizzarla insieme a Joaquin Phoenix per fare sesso con altre due donne”.
Sono state l’attrice Magdalena Górka e la produttrice Amanda White a raccontare quanto accaduto durante le riprese di Joaquin Phoenix – Io sono qui! ed entrambi i casi sono stati risolti fuori dalle aule di tribunale, avendo raggiunto un accordo con le vittime, che hanno ritirato le accuse. Bossert sostiene che non sia accettabile che Affleck partecipi alla cerimonia a causa di queste accuse, e chiede quindi che la star venga esclusa dalla cerimonia in segno di rispetto per le vittime di molestie: “Smettiamola di onorare persone come Affleck e Weinstein e mettiamole di fronte alle loro azioni”.

Nonostante la conclusione a suo favore della vicenda, l’attore ha deciso di non partecipare alla notte degli Oscar, per evitare che la sua presenza possa mettere in ombra i vincitori della nota statuetta. La vicenda Affleck mette in luce il complesso rapporto che lega un uomo (magari moralmente poco limpido) alla sua opera e al suo mestiere. Inevitabilmente, il polverone agitato dal caso Affleck riapre la questione della veridicità delle accuse di molestie sessuali, mosse a molti membri del jet-set hollywoodiano, e della necessità di isolare ed escludere preventivamente, dal set e da manifestazioni, chi ne è oggetto.

Davide Cavaliere

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...