Guida pratica allo SVE

Molti di noi hanno sempre sognato di passare qualche tempo all’estero, non solo come turisti, ma impegnandosi in varie attività, magari di volontariato. In questi casi lo SVE è il progetto che fa al caso nostro…

Che cos’è lo SVE?

Il Servizio di Volontariato Europeo è un progetto ideato dalla Commissione Europea che permette a giovani dai 17 ai 30 anni di fare un’esperienza di volontariato all’estero per un periodo che può variare dai 2 ai 12 mesi. Esso consiste in centinaia di progetti di volontariato in tutta Europa, raccolti nel database centrale, di cui la maggior parte di essi sono long-term, ovvero di lunga durata, di solito dai 9 ai 12 mesi. I progetti possono riguardare diversi temi, tra cui l’integrazione giovanile, la sensibilizzazione a tematiche europee, lo sport, l’ecologia, l’educazione o l’agricoltura.

Come iscriversi a un progetto SVE?
Per motivi burocratici (e data l’ampia scelta di progetti e le moltissime richieste), programmare una partenza richiede molto tempo; per fare un esempio pratico, di norma per partire a settembre si mandano applications a raffica nel periodo di dicembre-gennaio, per poi essere ricontattati nei mesi seguenti se l’organizzazione fosse interessata, cui segue un colloquio Skype, e, se tutto va bene, l’inizio della trafila burocratica. Altre volte invece un’organizzazione ha un’emergenza, dettata di solito dalla rinuncia di un volontario poco prima della partenza o a progetto già avviato; in quei casi, se la persona è pronta, tutto può avvenire molto in fretta, perfino in un paio di settimane, e via la paura!
Tecnicamente si può fare domanda per i singoli progetti anche da soli e in qualsiasi momento dell’anno, allegando alla mail di richiesta un CV e una lettera motivazionale (ovviamente in inglese!).
Praticamente è molto consigliabile associarsi a un’organizzazione, che può essere quella locale (per Torino è l’ufficio SVE del Comune) oppure una partner dell’organizzazione di arrivo di un certo progetto che ci interessa. Infatti, le organizzazioni possono sia mandare (“sending”) che ricevere (“hosting”) i volontari, e spesso tra loro ci sono legami di partnership. Quando viene ideato un progetto dall’hosting organization, essa dà precedenza ai volontari che fanno parte delle organizzazioni partner.
Inoltre, la sending organization è di grandissimo aiuto per risolvere le questioni burocratiche, per comprare i biglietti di viaggio, per contattare le organizzazioni interessate, per compilare CV, lettere e molto altro.

Com’è organizzato lo SVE?
Le hosting organizations mettono a disposizione dei volontari degli alloggi, spesso con stanze singoli e più vicine possibile al centro o al luogo di lavoro, ovvero dove svolgerete il servizio. Quindi dite addio alle bollette, perché per un po’ non saranno un vostro problema!
In più, ogni volontario riceve un tot al mese per vitto e pocket money, ovvero per spese extra; questa somma cambia da progetto a progetto, ma soprattutto da paese a paese, visto che il costo della vita cambia parecchio da un posto a un altro.
Gli unici obblighi sono ovviamente relativi allo svolgimento del servizio, quindi lavorare circa 30 ore a settimana nella struttura assegnata come volontario.

Perché scegliere lo SVE?
Ci sono tantissimi vantaggi nel fare uno SVE; per tanti è un ottimo modo di passare un anno sabbatico, per esempio dopo le superiori o finita l’università. Oppure è un’occasione di rifarsi dopo un periodo poco soddisfacente, o ancora un’opportunità lavorativa, o un modo per conoscere tantissima gente e posti nuovi, senza le difficoltà che si incontrano quando si parte da soli.
Uno SVE è fare parte di una comunità globale, quella dei volontari, e di una comunità locale, quella del lavoro. È un’esperienza sul curriculum e una lingua imparata maluccio, un pezzo di cuore lasciato in una città straniera, ed è nostalgia di casa; sono tante porte che si aprono e un’opportunità da non perdere!

Anna Contesso

Se siete interessati ad approfondire consultate http://www.comune.torino.it/torinogiovani/volontariato/servizio-volontario-europeo, o scrivete a evs.torino@gmail.com.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...