Libri in Valigia – Sahara, Clive Cussler

Quando si pensa a quale possa essere un perfetto libro da spiaggia, da leggere sotto l’ombrellone o al fresco in casa dopo la pennichella pomeridiana in un momento di assoluto relax, il pensiero corre inevitabilmente a quei bei romanzi d’avventura pieni di azione ignorante e colpi di scena telefonati. In particolare quest’oggi vogliamo parlarvi di un romanzo di Clive Cussler: questo arzillo signore di ormai 87 anni con la passione per le auto d’epoca e per il mare, il cui nome a molti potrebbe non dire nulla, è in realtà uno degli scrittori d’avventura più prolifici e pubblicati in tutto il mondo con all’attivo circa settanta romanzi e 150 milioni di copie vendute (poche più di un certo Ken Follett).
La serie più prolifica e famosa di Clive Cussler è un ciclo di romanzi con protagonista Dirk Pitt, ingegnere marino direttore della sezione Progetti Speciali della NUMA, un’agenzia governativa statunitense per il recupero di relitti dal fondo degli oceani. In ogni romanzo Dirk Pitt deve salvare gli oceani e contemporaneamente salvare il mondo da qualche piano malvagio dell’antagonista pazzoide di turno. Il canovaccio è così valido che sono stati scritti una ventina di romanzi su questa serie, e uno dei migliori è sicuramente Sahara.

In Sahara, Dirk Pitt, aiutato dal suo collega e migliore amico Al Giordino, sta indagando sulla crescita incontrollata di un’alga rossa che mette a repentaglio la vita attorno al fiume Niger. Tutti gli indizi portano ad un impianto di smaltimento di rifiuti nel cuore del deserto: il magnate Yves Massarde si scopre essere più pericoloso di quanto si pensasse. Nel corso dell’avventura il nostro protagonista si troverà a salvare il pianeta, rovesciare un governo, indagare su un tesoro nascosto in un ironclad della guerra di secessione americana che per qualche inspiegabile motivo è giunta fino nel Sahara.
Nel caso in cui foste troppo pigri per leggere, dal romanzo è stato anche tratto un omonimo (dimenticabilissimo) film nel 2005, con Matthew McConaughey e Penelope Cruz. Bisogna però ammettere che Clive Cussler non ha mai apprezzato la trasposizione cinematografica della sua opera, tanto che ha passato diversi anni impegnato in battaglie legali contro i produttori del film, per cui ci sentiamo di sconsigliarvi la visione.

La trama di base di qualsiasi romanzo di Clive Cussler si può riassumere in poche righe: Dirk Pitt si trova in un angolo del mondo a fare immersioni per recuperare un tesoro sommerso quando si imbatte casualmente nel malvagio antagonista con un fantasioso piano per portare il pianeta all’estinzione, a cui segue scazzottata, prigionia e fuga dell’eroe, vittoria e bagordi. Dimenticate lo stile ampolloso, dimenticate la pesantezza e le descrizioni eccessivamente ricercate, dimenticate anche la buona letteratura: i libri di Clive Cussler sono una fantastica leggerissima evasione, capaci di intrattenere in maniera rilassata. Ma non per questo sono da denigrare, potendo anzi rappresentare un inseparabile compagno di viaggio per questa vostra estate.

Luca Negro

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...