Chi sono i “Reporters sans Frontières”?

Reporters Sans Frontières (RSF) è un’organizzazione non governativa e indipendente con sede a Parigi e status di consulente presso le Nazioni Unite, l’UNESCO, il Consiglio dell’Europa e l’Organizzazione Internazionale della Francofonia. 

E’ stata fondata nel 1985 da quattro giornalisti a Montpellier e, attualmente, è una delle principali organizzazioni nell’ambito della difesa e della promozione della libertà di informazione.

russian-doll-sink-split.nocrop.w710.h2147483647Ogni giorno, da parte loro, vengono pubblicati rapporti e comunicati stampa in francese, inglese, spagnolo, arabo, cinese, russo e in altre lingue; vengono fornite informazioni in tutto il mondo sullo stato di libertà di informazione globale, sulla situazione della libertà dei media e di come tutto ciò in alcuni casi venga violato. Le informazioni divulgate vengono tutte verificate e, in aggiunta a ciò, viene compilato annualmente il World Press Freedom Index in cui si valuta il livello di libertà disponibile per i media in 180 paesi. 

carte_2018_fr_4

Il documento è compilato tenendo conto delle risposte di esperti e di un questionario elaborato da RSF stesso. L’analisi qualitativa viene combinata con dati quantitativi sugli abusi e atti di violenza contro i giornalisti durante il periodo preso in considerazione. Nel questionario vengono valutati criteri quali il pluralismo, l’indipendenza dei media, l’ambiente dei media e l’autocensura, il quadro legislativo, la trasparenza e la qualità dell’infrastruttura che supporta la produzione di notizie e informazioni.

RSF afferma quanto sia importante la libertà di informazioni in ogni democrazia e quanto quasi la metà della popolazione mondiale non abbia accesso a notizie e informazioni liberamente diffuse. 

Il 12 marzo è la giornata mondiale contro la cybercensura, indetta dagli stessi Reporters Sans Frontières per la prima volta nel 2008. Parallelamente a questo evento RSF ha assegnato per alcuni anni il premio Netizen Prize (riconoscimento per chi ha contribuito particolarmente alla difesa della libertà di espressione online) e ha rilasciato e aggiorna la lista dei “Nemici di Internet” (con lo scopo di identificare i principali promotori della censura sul web). 

Valentina Rosselli

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...