FADE IN, incontri con i lavor(ator)i del cinema

Per gli appassionati di cinema che vorrebbero un giorno far parte di quel mondo, c’è un’iniziativa da tenere in considerazione per entrare in contatto con degli ospiti che in quel mondo hanno già ottenuto la residenza.

Fade In è un progetto che nasce una sera all’uscita dal cinema Massimo da Dario Cerbone, Davide Leo e Giorgio Beozzo, tre ragazzi iscritti al corso di laurea magistrale in CAM (cinema, arti della scena, musica e media) presso l’Università di Torino. Nasce dall’esigenza che gli studenti spesso riscontrano di entrare in contatto con qualcuno che nel loro campo di studi ce l’ha fatta, ma che allo stesso tempo non sia troppo distante in ottica generazionale, più vicino alla realtà che viviamo. Vedere come sono arrivati a diventare professionisti come li conosciamo oggi.

Dario, Davide e Giorgio hanno avuto la possibilità di frequentare l’anno scorso Cultura Cinematografica contemporanea, corso organizzato dalla professoressa Mariapaola Pierini e Franco Prono, che ha dato loro l’occasione di confrontarsi con produttori e registi. L’esperienza ha lasciato loro l’impressione di essersi effettivamente imbattuti in qualcosa che avesse una potenziale utilità pratica in ottica lavorativa.

60265935_2204543869582485_8907951249249271808_n

Ed è per questo che, dal momento che il corso quest’anno non è stato riproposto, hanno deciso di prendere in mano le redini e far partire un’iniziativa che permettesse anche ad altri di vivere la loro opportunità, avendo come mediatore uno di loro. Questo aspetto è mirato a permettere un dialogo più informale e accessibile, creando un ambiente che favorisca lo scambio. Partire dall’inizio, da come si entra nel panorama lavorativo cinematografico: questa idea è raffigurata già dall’immagine della locandina, ossia un bambino con una cinepresa che proietta il titolo del progetto.

Per questo ciclo di incontri sono stati invitati un ospite per tema. Grazie alla professoressa Pierini il primo incontro ha accolto nell’Auditorium Quazza (Palazzo Nuovo) Sara Sagrati, socia fondatrice del cine-circolo Cinemino di Milano. Il 13 maggio è stato ospite Massimo Arvat, membro fondatore della casa di produzione torinese Zenit Arti Audiovisive a Palazzo Venturi. Mentre i prossimi incontri saranno alle ore 11:30: il 22 maggio, Auditorium Quazza, con Letizia Gatti, fondatrice di Reading Bloom (casa di distribuzione) e il 24 maggio, AULA 17 di Palazzo Nuovo, con Enrico Audenino, sceneggiatore e regista torinese di cinema e televisione, tra cui Ride e Gomorra la serie.

Si tratta di un’occasione da non farsi scappare, perché una buona affluenza potrebbe dare maggior risalto all’iniziativa e per un eventuale successivo ciclo di incontri i ragazzi sono aperti a suggerimenti riguardo gli ospiti da invitare.

 

Yulia Neproshina

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...