Cosa non è piaciuto dell’ottava stagione di Game of Thrones

È appena giunta al termine una serie che, nel bene o nel male, ha fatto la storia: Game of Thrones, con i suoi eccessi, la sua lucida crudezza, la sua viscerale caratterizzazione dei personaggi, ha tenuto decine di milioni di spettatori incollati allo schermo e ha permesso, anche a chi non lo avesse mai particolarmente apprezzato, di innamorarsi del genere fantasy. Ciò nonostante sono stati molti i fan che non hanno gradito quest’ultima stagione, lavoro degli showrunner David Benioff e Dan Weiss (detti amichevolmente dai fan D&D). Vediamo brevemente cosa non li ha convinti, avvisandovi che da qui in poi vi imbatterete in SPOILER BELLI GROSSI!

  • Senza Martin, non sono capaci

George R.R. Martin ha creato una trama complessa e appassionante, ed era ovvio che senza la sua penna – quando la serie ha superato i libri – qualcosa si sarebbe perso (se non altro perché è lui, in quanto autore, ad avere il quadro completo della propria storia in mente). Quello che i fan lamentano, però, è la superficialità con cui D&D hanno condotto la storia nelle ultime due stagioni, divenuta, secondo loro, piatta e prevedibile, l’esatto contrario di quello che GoT era.

  • I personaggi sono snaturati

Questo è un tasto dolente su cui le critiche degli appassionati si fanno accese… andiamo per ordine. Per quanto riguarda Tyrion, deduciamo che sia intelligente solo perché continuano a dircelo, ma per tutta la stagione non fa davvero nulla di intelligente. Jon si comporta da zerbino e – novello Hodor – continua a ripetere “she is my queen”, per poi venire cacciato a pedate senza fiatare a fine stagione. Daenerys si converte repentinamente al lato oscuro della forza e, in barba a tutto il suo amore per la povera gente, arrostisce tutta la città. Infine Jaime completa la sua evoluzione e diventa una persona migliore… per poi tornare sui suoi passi perché si stava meglio quando si stava peggio.

Jaime-770x433

  • Troppe incongruenze logiche

Questo è un altro aspetto che ha scatenato il sarcasmo sul web. Per fare qualche esempio: durante la stagione vediamo in una puntata i draghi estremamente vulnerabili (Rhaegal abbattuto dallo scorpion) e in quella immediatamente successiva over powered e col fuoco illimitato. Specularmente, gli scorpions (denominati affettuosamente dai fan “i balestroni”) in una puntata sono micidiali dragon killers e in quella successiva utili come cerbottane con palline di carta e sputo. Durante la stagione, inoltre, scopriamo che i dothraki si riproducono per meiosi, che una flotta di navi può nascondersi senza essere vista dall’alto, e che gli eroi non muoiono, nemmeno se circondati da una massa di non morti.

  • Il Night King muore come un fallito

È stata proprio la puntata 8×03 il punto di svolta che ha iniziato a far brontolare i fan. Gli Estranei erano stati presentati come una minaccia terribile, arcana, veniamo a conoscenza della loro esistenza dal primo fotogramma della 1×01… e vengono liquidati come una minaccia di serie B. Quello che è stato contestato è: se proprio volevano eliminarli a metà stagione, non potevano per lo meno dare loro un po’ di spessore, un colpo di scena che rivelasse qualcosa della loro essenza? No: sono brutti e cattivi, questo è ciò che ci basti sapere.

GOT1-1

  • Quando è stato inventato il teletrasporto?

I personaggi si muovono rapidi a Westeros, tutto ciò che di imprevedibile c’era in un viaggio medioevale è dimenticato. Il tempo scorre ad un ritmo che lo spettatore non capisce. I draghi vanno alla velocità di Jumbo Jet. Ma questo era un difetto già presente nella settima stagione e su cui, tutto sommato, si può chiudere un occhio.

  • Troppa velocità e troppa approssimazione

Durante la serie assistiamo a salti temporali improvvisi e a ragionamenti e situazioni sconclusionati; il tutto dà quasi l’impressione di un riassunto della serie. Molte scelte – una fra tante l’elezione del re – hanno fatto storcere il naso agli spettatori, non in sé, ma per il modo superficiale con cui ci si è giunti. Forse una maggiore calma e accuratezza narrativa avrebbero reso molti passaggi più memorabili.

10-got-8x06-trailer-game-of-thrones-2

Per concludere, vogliamo rassicurarvi che se la serie vi è piaciuta è più che giusto così, perché il suo scopo era quello. È anche oggettivamente innegabile però che, rispetto a ciò che era prima, Game of Thrones abbia perso del mordente. La provocatoria petizione lanciata online per ri-girare l’ultima stagione, e che ha raggiunto 1,5 milioni di firme, può essere presa a dimostrazione di un certo malcontento.

Ma in ogni caso, come si diceva, è una serie di cui difficilmente ci dimenticheremo. E infatti siamo ancora qui a commentarla.

Silvia Gemme

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...