Lizzo, la Bad Bitch che sta conquistando la scena internazionale

Una voce straordinaria, una personalità esagerata e una taglia extra large di cui non si vergogna e che mostra con fierezza: oggi su The Password vi parliamo di Lizzo.

Lizzo, nome d’arte di Melissa Viviane Jefferson, è nata nel 1988 a Detroit ma è cresciuta a Houston dove la famiglia si è trasferita quando aveva 9 anni. I genitori ,di fede pentecostale, proibiscono l’ascolto della musica pop in casa e Melissa, attratta fin da subito da questo mondo proibito, solo a 12 anni ottiene il permesso di avvicinarsi alla musica studiando flauto traverso. Dopo essersi guadagnata una borsa di studio, inizia la strada che lenta la porta al successo. In Texas, nel pieno dell’adolescenza, inizia a esibirsi, ma all’inizio della sua carriera cerca sempre qualcuno con cui condividere la luce dei riflettori, facendo parte di numerosi gruppi fra cui Cornow Clique e quello tutto al femminile “The Chalice” con cui ottiene successo solo a livello locale. «Non ho mai creduto in me stessa come artista solista. Non pensavo che qualcuno volesse guardarmi o ascoltare quello che avevo da dire». A quanto pare però non era così. Tre anni dopo Lizzo finalmente presenta il suo album di debutto Lizzobangers entrando nella lista dei giovani artisti da tenere d’occhio.

Nulla ferma la giovane artista che dopo aver lavorato con Prince, esperienza “surreale” che la influenzerà fortemente, e dopo aver partecipato al David Letterman Show, si avvia verso la svolta commerciale. Comincia a farsi conoscere dal grande pubblico con l’EP Coconut Oil, da cui viene estratta la hit “Good as Hell”, e soprattutto dopo aver aperto nello scorso 2018 i concerti di Haim e Florence and the Machine. A renderla ancora più nota i messaggi di body positive presenti in ogni sua canzone che abbattano tutti gli stereotipi che oggi la società impone e invitando, in modo particolare le donne, ad accettarsi per come sono.
“Mirror, mirror on the wall, don’t say it, ‘cause I know I’m cute”

La giovane cantante color cioccolato dice di aver avuto bisogno di molto tempo per riuscire a raggiungere una confidenza tale da potersi scoprire totalmente (metaforicamente e letteralmente) con i suoi fan. Lizzo spiega come per riuscire ad amare sé stessa incondizionatamente sia stata fondamentale anche la terapia l’estate scorsa «Affrontare un percorso di vulnerabilità con qualcuno che non conosco, e poi imparare ad essere vulnerabile con persone che conosco, mi ha dato il coraggio di essere vulnerabile anche come cantante». Nel nuovo album Cuz I Love You, uscito lo scorso Aprile, Lizzo mette tutta la sua storia, la sua evoluzione, il risultato di un percorso e una crescita durati anni. Ascoltando le sue canzoni si è in grado di conoscere realmente Melissa in tutte le sue sfumature e farsi coinvolgere dal suo messaggio di accettazione. Messaggio che propone anche attraverso le “Big Grrrls”, il suo corpo di ballo composto da ballerine dalle forme morbide. Lizzo è fiera di come queste abbiano finalmente ottenuto contratti con agenzie e spot pubblicitari dopo anni in cui «è stato negato loro il lavoro a causa della loro taglia».

Il suo è uno stile tutto unico: una stupefacente miscela di rap, funky, elettronica, hip hop e una spolverata di melodie anni ‘80. Spesso non mancano i fiati, ed è lei stessa ad intervenire spesso sul palco con assoli di flauto traverso, il tutto arricchito da un’aggiunta di twerk.
Spopola sui social con foto provocanti ma mai volgari che celebrano sé stessa senza vergogna e con video divertenti. «I social media sono una fantasia», dice. «Lo faccio così perché mi fa ridere». Ma Lizzo non è la star da social, da copertina, ma anzi un’esplosione di energia e vivacità, non si fa problemi a dire ciò che pensa e sostiene che la sincerità sia una delle sue caratteristiche più importanti. I suoi sono veri e propri spettacoli che ti conquistano dal primo minuto. «Non è il tipo di artista che si siede nella green room e arriva salendo una rampa di scale» spiega Quinn Wilson, il suo direttore creativo. «Lei arriva con le sue ragazze che guidano, già nel mood giusto. È questo. Una bad bitch».

Daniela Frezzati

L’ultimo singolo di Lizzo che sta spopolando nelle classifiche italiane

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...