Torino, una mostra per celebrare Frida Kahlo attraverso le fotografie di Nickolas Muray

il

Tra i nomi dei grandi artisti del secolo scorso sicuramente uno dei più noti è quello della pittrice messicana Frida Kahlo, una delle icone indiscusse dal girl power che ha fatto della sua vita privata una preziosissima fonte artistica.

Amata è apprezzata, Torino ha deciso di raccontare un lato intimo della sua personalità con un’imperdibile mostra alla Palazzina di Caccia di Stupinigi con le fotografie inedite di Nickolas Muray, suo amico intimo e amante.
L’esposizione dal titolo Frida Kahlo through the lens of Nickolas Muray, organizzata da Next Exhibition e ONO Arte Contemporanea, sarà aperta al pubblico dal 1° febbraio al 3 maggio 2020, e già si preannuncia essere uno degli eventi culturali più attesi del 2020 nonché la prima in tutta Europa.

Si prospetta essere una mostra davvero unica nel sul genere perché pensata con lo scopo di offrire uno sguardo sulla vita intima e privata dell’artista attraverso alcuni degli scatti che Muray le ha rubato in alcuni dei suoi momenti più personali.

Verrà raccontato in modo cronologico il percorso di Frida a partire dai primi scatti del 1937 a Tizapan per concludere con le ultime fotografie del 1948 a Pedregal e Coyoacan.

nick_and_frida

Frida e Nickolas s’incontrarono per la prima volta nel 1931 in Messico, e la loro storia d’amore e profonda amicizia durò fino al 1954, anno in cui la vita dell’artista si spense.
Insieme hanno condiviso alcuni dei momenti salienti della vita di Frida, e le fotografie realizzate nel corso degli anni offrono la prospettiva unica dell’amante e l’occhio attento del grande fotografo che Muray è stato.
Queste immagini mettono anche in luce il profondo legame di Frida con la sua eredità messicana, la sua vita e le persone per lei importati con cui la condivideva.

Una delle parti più suggestive del percorso sarà senz’altro l’area introduttiva multimediale che simula i rumori e i colori del tragico incidente che ha segnato la vita dell’artista e la riproduzione di alcuni degli ambienti a lei più cari, il suo famoso letto d’arte e di sofferenza e alcuni abiti e gioielli.

Non mancheranno anche alcune delle lettere d’amore che Frida e Nickolas si sono scambiati nel corso della loro relazione.

Ilaria Cavallo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...