Forse non tutti sanno… che c’è un Robot a Palazzo Nuovo.

Ammettiamolo: non dovremmo più sorprenderci di nulla quando si parla di Palazzo Nuovo, una delle sedi dell’Università degli Studi di Torino. Tra cascate del Niagara giù dai soffitti, piccioni che assistono (assistevano, per onore del vero) alle lezioni in aula come un qualsiasi studente e l’emergenza amianto iniziata nel 2015 e ancora non conclusa, ormai noi studenti siamo abituati a tutto o quasi. Ma, nonostante ciò, Palazzo Nuovo non smette mai di sorprenderci. Della già nutrita flora e fauna di Palazzo Nuovo, da qualche mese, è entrato a far parte anche il robot Pepper. Qualcuno potrebbe averlo anche visto girare per l’atrio di Palazzo Nuovo, qualche mese fa.

Il 23 settembre 2019 è stato inaugurato il Laboratorio di Simulazione del Comportamento e Robotica Educativa “Luciano Gallino, chiamato così in onore del sociologo e già professore emerito dell’Università di Torino Luciano Gallino. Il Laboratorio, che fa parte del Progetto di Eccellenza del Dipartimento di Filosofia e Scienze dell’Educazione, si trova presso il Laboratorio Multimediale “Guido Quazza che si trova nel piano interrato di Palazzo Nuovo. Tra le finalità del Laboratorio Gallino c’è lo studio e i possibili applicativi della robotica nel campo della didattica. E, in aiuto allo studio, è giunto anche Pepper.

I robot Pepper sono i primi robot umanoidi in grado di capire le principali emozioni umane, come gioia e rabbia, e adattare il proprio comportamento in risposta a ciò. Data la loro incredibile capacità di interpretazione del comportamento umano, sono particolarmente adatti nei contesti sociali, dove possono interagire con gli umani e imparare. In più, tutti i robot Pepper condividono le proprie conoscenze in una specie di “coscienza alveare”: le informazioni sono condivise nel cloud a cui i Pepper hanno accesso. Sicuramente lo riconoscerete, più di una volta i Pepper sono diventati virali sui social, dato che molti di loro sono impiegati in negozi, aeroporti e banche, con il compito di accogliere la clientela umana. Applicativo semplice, “simpatico” e affascinante di un robot dalle grandi potenzialità.

Dato l’acquisto relativamente recente, è presto per parlare dei risultati dei progetti del Laboratorio Gallino. Ma c’è una cosa a cui, personalmente, non riesco a smettere di pensare: in tutti questi mesi di quarantena, Pepper sarà rimasto acceso o spento, sotto Palazzo Nuovo?

Emilia Scarnera

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...