Appuntamento il 6 settembre al TO Play

L’epidemia di Covid-19 si è portata via tutta una serie di eventi che gli abitudinari consideravano tradizioni estive: sagre, feste patronali, fuochi d’artificio, concerti… Noi nerd torinesi temevamo che sarebbe capitato lo stesso per il TO Play, la manifestazione dedicata al gioco di ruolo e al gioco da tavolo, organizzata da Il FortunaDado ogni anno da settembre 2018. Invece il TO Play si farà, sebbene in versione “pocket”: una sola giornata, con tutte le misure di sicurezza del caso, i tavoli da gioco distanziati l’un l’altro e un massimo di 4 giocatori per tavolo.

L’appuntamento è domenica 6 settembre, presso il Parco della Tesoriera di Torino (Corso Francia 186/192). L’evento è completamente gratuito, a meno che non vogliate supportare l’organizzazione di TO Play tramite la piattaforma ko-fi.

Troverete, oltre a Il FortunaDado, le associazioni Gilda del Grifone, La Pentola del Drago, Revelsh Blind Beholders, Codex Venator, Ultima Torre, La Compagnia della Fenice, Altera Cultura, Distretto 9.

Particolarmente interessante è l’evento speciale PlayEthic – prima tappa di PLAYin(g) PIEMONTE – organizzato da Il Fortuna Dado e da Altera Cultura: un ciclo di talk e di giochi dedicati al tema della prigionia, del carcere e della reclusione. Si parte al mattino, con conferenze sull’origine ludica delle norme sociali (Ivan Mosca, ricercatore di filosofia e insegnante di game design), sulla realtà carceraria italiana e sul tema carcere e diritti (Costanza Agnella e Chiara De Robertis, dottorande di Giurisprudenza) e infine sui diritti dell’uomo in una prospettiva internazionale (Serena Tarabbia, Croce Rossa Internazionale). Al pomeriggio ci saranno sessioni di gioco scritte da master esperti con lo scopo di creare immedesimazione e riflessione sul tema della prigionia. Alla fine della giornata è previsto un momento di confronto e di dibattito. Per maggiori informazioni sulle sessioni di gioco e per iscriversi all’evento (l’iscrizione è obbligatoria), vi rimandiamo qui. Scopo del progetto PLAYin(g) PIEMONTE è utilizzare il gioco di ruolo al di là del mero intrattenimento, come territorio privilegiato per la riflessione e la formazione su tematiche sociali.

Se siete giocatori avviati è certamente un momento dell’anno da non perdere, mentre se siete estranei al gdr può essere un’occasione per curiosare fra queste strane persone che leggono manuali, lanciano dadi e viaggiano lontano senza (quasi!) mai alzarsi dalla sedia.

Silvia Gemme

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...