La Via del Sale che unisce Piemonte e Liguria

Tra colline, monti, coste e pianure, si sa: l’Italia è ricca di paesaggi e sono innumerevoli  i cammini grazie ai quali possiamo scoprire le sue mille diversità. Delle speciali vie di collegamento si possono trovare lungo tutta la penisola: uniscono il mare all’entroterra, fin dentro il cuore del territorio. Costruite e migliorate nei secoli, venivano anticamente percorse dai commercianti che arrivavano al mare portando i prodotti delle loro terre e tornavano con carichi di sale. Il nome diffuso utilizzato per queste reti è infatti “Via del Sale”, in quanto era quello il prodotto dal valore più alto. Il suo utilizzo era fondamentale in vari ambiti, dalla conservazione del cibo alla concia delle pelli.

il caratteristico paesaggio di rocce bianche della Via

Il Piemonte può vantare la presenza di una delle Vie più antiche del paese, con testimonianze che risalgono già al tredicesimo secolo. Passando per i colli delle Alpi Occidentali, unisce la parte meridionale della regione alla Liguria attraversando anche un tratto della Francia, con il confine della quale si intreccia varie volte. Nata come mulattiera, negli anni gli interventi l’hanno resa sempre più praticabile. I tracciati sono tanti e molti sentieri adatti solamente a muli e persone sono rimasti tali, ma il collegamento principale venne consolidato e reso percorribile dai mezzi a motore negli anni delle guerre mondiale dai militari alpini. Ormai definibile a tutti gli effetti una strada, in anni recenti ci sono stati lavori di perfezionamento e di controllo e nel 2014 si è inaugurata ufficialmente come percorso turistico l’Alta via del sale. Abbandonate le sue funzioni commerciali, è ora una meta turistica per gli appassionati dei paesaggi alpini che provengono in gran parte da Italia, Germania, Francia e Svizzera. È ben regolamentata, con rifugi lungo il percorso e segnalazioni ad ogni bivio. Inoltre, nei paesi e rifugi vicini agli ingressi della strada è facile trovare mappe gratuite e informazioni.

cartelli segnaletici e parte della vista dal Colle della Boaria, uno dei punti più panoramici

I percorsi possibili sono svariati, di diverse lunghezze e punti di arrivo, ma la versione più comune, quella a cui ormai si pensa quando si nomina via del sale, parte da Limone Piemonte per arrivare a Monesi, 57 km sterrati di pietre bianche. Si eleva in altitudine senza salite o discese pronunciate, l’altezza varia dai 1800 a picchi di 2100 metri sul livello del mare, incontra colli e passi panoramici dall’aspetto selvaggio, quasi lunare, e varie cime per cui vale la pena dormire una notte in più nel rifugio e salire oltre i 2600 metri di altezza. La strada è aperta alle auto e le moto che devono necessariamente essere fuoristrada e pagare un pedaggio di 15 euro, ma niente paura: è perfettamente percorribile anche dalle bici e dalle persone a piedi durante tutta la settimana. In questo caso è però consigliabile partire di martedì o giovedì, quando è chiusa ai mezzi a motore e si può godere della tranquillità assoluta e respirare la più pura atmosfera delle Alpi liguri.

panorama sulle Alpi dalla Via del Sale

Anna Franzutti

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...