“Scena unita”: la raccolta fondi per i lavoratori nel mondo dello spettacolo

L’emergenza sanitaria che il nostro paese sta affrontando da ormai 9 mesi sta danneggiando in termini crescenti l’intero settore economico. A tale problematica il governo italiano, con il supporto degli alleati europei, sta tentando di rispondere con programmi di aiuto che però non sempre risultano essere sufficienti, specialmente per quanto concerne i settori più colpiti.

In tale contesto, infatti, il mondo dello spettacolo sembra essere poco coinvolto, nonostante sia uno dei settori più colpiti. Per la quasi intera durata dell’anno corrente, eccezion fatta per il mese di gennaio e piccola parte del periodo estivo, spettacoli teatrali e musicali sono stati sospesi o enormemente ridotti, comportando un impatto economico di grande portata.

È in seno a tale quadro che nasce il progetto di raccolta fondi “Scena unita” che, su iniziativa dei grandi della musica italiana, si ripropone di rilanciare il settore della musica dal vivo. Portavoce di tale progetto è Fedez, che ha però più volte sottolineato la natura comune del programma, che ha coinvolto tanti grandi artisti della musica italiana. Gli obiettivi sono individuabili nella conferenza stampa tenuta per il lancio del progetto:

“L’obiettivo di Scena Unita per i lavoratori della Musica e dello Spettacolo è di dare un
concreto e immediato aiuto ai lavoratori del mondo dello spettacolo colpiti duramente e
impossibilitati ad operare e, al contempo, sostenere progettualità che determinino una ripartenza
del settore.”

Infatti il progetto non si occupa unicamente di intervenire sui danni causati dall’emergenza sanitaria, ma di realizzare un intero rilancio del settore che possa garantirne una miglior efficienza nel futuro. Le linee guida per il raggiungimento di tali obiettivi saranno affidati a comitati tecnico-scientifici e pool di esperti.

Il programma si è garantito il sostegno di molti artisti famosi quali Elisa, Alessandra Amoroso, J-Ax, Caparezza, Gianni Morandi, Claudio Baglioni, Tha Supreme, Levante, Gianna Nannini, Ermal Meta, Coez, Tommaso Paradiso, Calcutta, Ghali e lo Stato Sociale.

Fondamentale è inoltre il sostegno di grandi sponsor, e già molti hanno aderito per supportare il mondo dello spettacolo. Per citarne alcuni: Amazon Prime Video, Intesa San Paolo, Fendi, Vivo Concerti, Sony Music Entertainment Italy e Warner Music.

A oggi sono già stati raccolti 2 milioni di euro, ma la campagna di raccolta fondi è ancora aperta. Nonostante sia stata sottolineata la necessità di supporto da parte di grandi sponsor, ogni aiuto, da parte di che ne ha la possibilità, sarebbe ritenuto prezioso.

Per chiunque volesse contribuire è possibile farlo sulla piattaforma ForFunding.it oppure, per i clienti Intesa San Paolo, è possibile donare direttamente dagli sportelli ATM.

Emma Battaglia

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...