Torino in bicicletta – i vantaggi

La bicicletta: o la si ama, o la si odia. Se per molti automobilisti i mezzi a mobilità “lenta” sono una piaga delle grandi città, invece moltissimi studenti e lavoratori utilizzano i mezzi a due ruote tutti i santi giorni, alcuni accompagnando perfino i pargoli a scuola, indossando completi eleganti o attraversando mezza città. Per non parlare dei rider, che pedalano per lavoro.
Muoversi in bicicletta, quindi, si può, e presenta anche tanti vantaggi!

NB: In questa serie di articoli prenderemo sempre come riferimento la città di Torino, ma nel 90% dei casi le stesse cose sono valide per qualsiasi città medio-grande italiana. I corsivi si riferiscono a esperienze personali della scrivente, ciclista nella città sabauda da ormai sette anni (sic!).

È il mezzo più sicuro contro il Covid

In questo periodo, dopo un lungo anno fatto di lockdown e distanziamenti, è diventato più che mai importante proteggersi dal virus, che si propaga al meglio in posti chiusi ed affollati. E qual è il posto chiuso e affollato per eccellenza? Il tram, o autobus o metro che sia. I mezzi pubblici, una vera salvezza per tantissimi studenti, lavoratori e famiglie della città, sono diventati sinonimo di contagio, e viste le pessime condizioni in cui versa la GTT da parecchi anni, è difficile sperare che arrivino nuove flotte di mezzi in un futuro prossimo. Senza nulla togliere all’importanza fondamentale che hanno i mezzi pubblici cittadini, forse il 2021 sarà l’anno giusto per investire in una bicicletta, anche usata, invece che nel rinnovo dell’abbonamento. Potrete così sfrecciare per le strade e le piste ciclabili distanziati, con la mascherina o non (perché è pedalare è come fare sport), lontani dalla pazza folla.

È green e cheap

Questi punti sono auto esplicativi: le biciclette e i monopattini elettrici non sono inquinanti, e possono davvero contribuire a rendere più vivibile una città come Torino, spesso vittima dell’inquinamento automobilistico. Inoltre, a parte qualche lavoretto manutentivo ogni pochi mesi (gonfiare le gomme, cambiare le pastiglie dei freni), la bicicletta è davvero low cost: non c’è assicurazione, benzina, bollo… Una vera manna dal cielo per il portafoglio!

È veloce

In città, prendere la macchina può voler dire rimanere ingorgati nel traffico, e perdere l’autobus può significare dover aspettare mezz’ora alla fermata. In una città come Torino, con molte strade dritte e dirette, spostarsi in bicicletta è una delle soluzioni più veloci, grazie alle piste ciclabili e al fatto di poter sfruttare le strade pedonali (sempre con cautela), così come superare colonne di auto imbottigliate. Dulcis in fundo, se siete ritardatari cronici come me, non avrete più l’ansia del bus che passa alle 15.22 precise: anche con qualche minuto in ritardo, basterà spingere più forte sui pedali, e immaginarsi di essere la maglia rosa per arrivare in perfetto orario.
Prendete appuntamento con qualunque vostro conoscente con una bicicletta; dovunque si trovi, e ovunque debba andare, dirà sempre: “Arrivo, ci metto 15 minuti”.

Non si deve cercare posteggio

Qual è l’incubo peggiore degli autisti torinesi? Piazza Baldissera, sì, ma anche trovare posteggio. Che siano le 9 del mattino o della sera, per andare in ufficio o a farsi una birra in San Salvario, i posteggi sono il calvario dell’autista cittadino. E con l’aumentare delle strisce blu lievitano anche i costi. A Milano ad esempio moltissimi scelgono di usare la metro, che arriva dappertutto, ma a Torino ahimè non siamo ancora arrivati a tanto.
Venerdì sera, qualche anno fa. Decidiamo di andare in San Salvario; la metro chiude troppo presto, ed è troppo lontano per andare a piedi. Un’amica ha la macchina si offre di portare tutti. Cerchiamo parcheggio per più di mezz’ora, finendo per essere in ritardo e nervosi. Alla bicicletta basta un palo, una sbarra, certe volte è possibile perfino portarla in ufficio o in casa, e il tempo risparmiato è davvero tanto!

Anna Contesso

Foto di Robin Popa su Unsplash

Un commento Aggiungi il tuo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...